Cannes 67: Più buio di mezzanotte a la Semaine de la Critique

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nella sezione 53e Semaine de la Critique, all'interno del Festival di Cannes 67, concorre il film italiano Più buio di mezzanotte di Sebastiano Riso. Tra i protagonisti Micaela Ramazzotti, Pippo Del Bono, Davide Capone, Vincenzo Amato, Lucia Sardo.

 

Il film narra le vicende del quattordicenne Davide, dall'aspetto molto poco mascolino, il quale decide di scappare da casa. Si rifugia nel più grande parco di Catania: Villa Bellini, un mondo parallelo rispetto la città, che i cittadini non conoscono o fingono di non conoscere. In Villa Bellini trovano l'habitat più naturale gli emarginati, La Rettore e i suoi amici, coetanei di Davide anche loro fuggiti dalle rispettive vite familiari. La nuova famiglia, lo fa discostare dal passato, ma è solo un attimo, la realtà riprende il sopravvento ripresentandosi ai suoi occhi senza alcuna possibilità di fuga.

 

Sebastiano Riso è laureato in Arte Cinematografica e televisiva, dopo uno stage in critica cinematografica organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con i «Cahiers du Cinéma» e il Centro Sperimentale di Cinematografia – Immagine e realtà, dal cinema del reale al Mockumentary, si dedica alla creazione di cortometraggi, che spesso produce. Nel 2009 il primo lungometraggio 19 Giorni di Massima Sicurezza. Nello stesso anno a New York realizza diversi video musicali per artisti premiati al Grammy ed è assistente alla regia per la serie televisiva La mia casa è piena di specchi, con Sophia Loren e per la regia di Vittorio Sindoni. Nel 2010 realizza il videoclip del brano Koka Lola di Fuxia, nel 2011 il cortometraggio Il coraggio vince la prima edizione di i-father – Short Film Award