#Cannes2021 – La ripartenza

Ritorna dopo due anni il più grande appuntamento dei festival di cinema con un programma sulla carta pazzesco. Le incognite riguardano l’organizzazione per l’emergenza Covid-19

Dal 1946, anno della 1° edizione, il Festival di Cannes non si era mai fermato prima del 2020. La 74° edizione si svolgerà, per la prima volta nella sua storia, due anni dopo quella precedente. Alcuni titoli molto attesi erano già pronti come, per esempio, Tre piani di Nanni Moretti (unico titolo italiano in concorso) e The French Dispatch di Wes Anderson. Alcuni registi, che dovevano essere in competizione lo scorso anno come François Ozon con Estate ’85, portano in concorso il loro nuovo film, Tout s’est bien passé. Ed è proprio lui a guidare la squadra dei sei film francesi in gara di cui fanno parte anche Bergman Island di Mia Hansen-Løve, Paris 13th District di Jacques Audiard, France di Bruno Dumont, La fracture di Catherine Corsini e Titane di Julia Ducournau. Tra i ‘colpi grossi’ ci sono Benedetta di Paul Verhoeven e il film d’apertura Annette, il musical diretto da Leos Carax che è anche il suo primo film in lingua inglese. Del cartellone fanno parte anche alcuni dei cineasti molto amati da Sentieri Selvaggi come Joacquim Lafosse (The Restless). Le sorprese potrebbero arrivare dallo statunitense Sean Baker con Red Rocket, l’ungherese Ildikó Enyedi con The Story of My Wife e Nadav Lapid con Ahed’s Knee. Gli ultimi due hanno recentemente vinto l’Orso d’oro alla Berlinale, rispettivamente con Corpo e anima (2017) e Synonymes (2019). Ritorna poi Apichatpong Weeresethakul undici anni dopo la Palma d’oro per Lo zio Boonmee che si ricorda delle vite precedenti. Del programma fanno parte anche il cineasta russo anti-Putin Kirill Serebrennikov condannato lo scorso anno a tre anni di carcere che presenta Petrov’s Flu e Asghar Farhadi con A Hero che ritorna a un film di produzione iraniana dopo il bellissimo Una separazione.

Appare ovvio che i film poi vanno sempre visti per essere giudicati ma sulla carta è un concorso pazzesco. In attesa di conoscere il programma di Quinzaine e Semaine, Cannes74 è arricchita anche da Alexey German jr. (House Arrest), Semih Kaplanoğlu (Commitment Hasan) ed Eran Kolirin (Let There Be Morning). Poi, tra fuori concorso, proiezioni di mezzanotte e proiezioni speciali si punta diretti al documentario di Todd Haynes sui Velvet Underground e Jane Birkin vista dalla figlia Charlotte Gainsbourg in Jane par Charlotte. E poi ci si può muovere nel nuovo incontro di Oliver Stone con John Fitzgerald Kennedy (JFK Revisited: Through the Looking Glass), Mathieu Amalric (Hold Me Tight), Andrea Arnold (Cow), Hong Sang-soo (In Front of Your Face), Kornél Mundruczó (Evolution), Sergei Loznitsa (Baby Yar. Context) e Karim Aïnouz (Mariner of the Mountains) che proprio due anni fa a Cannes ha vinto Un certain regard con La vita invisibile di Eurídice Gusmão.

Oltre ai film, sarà un’edizione completamente anomala perché per la prima volta nella sua storia il Festival di Cannes si svolgerà nel mese di luglio, dal 6 al 17. E quindi ci sarà l’incrocio del pubblico e degli accreditati del festival con i turisti della stagione estiva. Qualche mese fa, prima del miglioramento della situazione della pandemia, si era ipotizzato addirittura l’evento ad autunno. Una cosa comunque è apparsa subito certa: Cannes non poteva mancare per due anni di seguito. Sono previsti circa 18.000 accreditati. Devono essere vaccinati o sottoporsi a tampone gratuito ogni 48 ore. In più le sale saranno sfruttate al massimo della loro capienza perché non ci sarà distanziamento.

---------------------------------------------------------------
BORSE DI STUDIO IN SCENEGGIATURA, CRITICA, FILMMAKING – SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI


---------------------------------------------------------------

Da una parte quindi c’è un cartellone con i fuochi d’artificio. Dall’altra una serie di incognite sull’organizzazione dell’evento. Riusciranno a convivere?

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative