Chinatown: David Fincher e Robert Towne per una serie prequel firmata Netflix

David Fincher volge la sua attenzione ai classici del cinema, con in progetto film e serieTV molto attesi. Tra questi Mank, film che vede come protagonista Gary Oldman nel ruolo del leggendario sceneggiatore di Hollywood Herman Mankiewicz, noto per Quarto Potere. Il progetto biografico verrà presentato in anteprima l’anno prossimo e sarà girato in bianco e nero, con l’inizio delle riprese previsto nel mese di novembre; tratterà proprio l’evoluzione dell’opera diretta da Orson Welles.  Nell’attesa il criptico regista, che ha già collaborato con Netflix per la sua serie televisiva Midhunter e per la serie animata Love, Death and Robot, e che ha già avuto la sua prima esperienza in televisione quando ha diretto i primissimi due episodi di House of Cards, si concentra su un nuovo prodotto dai richiami noir per la piattaforma: il prequel di Chinatown, celebre film di Roman Polanski. Verrà realizzato con la collaborazione dello scrittore originale, Robert Towne che nel 1975 venne premiato con l’Oscar. Il film fu nominato undici volte agli Academy Award e ottenne quattro Golden Globe. La notizia è stata data da Variety, anche se Netflix non ha ancora confermato.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Il progetto tratterà di un giovane Jake “J.J” Gittes (all’epoca interpretato da Jack Nicholson) e dei suoi primi giorni da investigatore privato in una Los Angeles in espansione. Sebbene Fincher non sia ancora stato confermato come regista dell’episodio pilota, lui e Towne dovrebbero essere comunque produttori esecutivi insieme a Josh Donen, che aveva lavorato già nelle serie tv di Netflix legate a Fincher.

Sono passati ben 45 anni dal film di Polanski. Nell’era dei remake e dei sequel, era forse inevitabile un riadattamento della meravigliosa sceneggiatura di un’opera che ha fatto la storia del cinema. Un sequel di Chinatown era già stato realizzato negli anni ’90 con The Two Jakes – Il Grande Inganno, diretto e interpretato dallo stesso Jack Nicholson, senza ottenere il successo sperato.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

La realizzazione di questa serie è un altro tentativo di Netflix di promuovere e attualizzare il cinema classico. Ricordiamo, ad esempio, l’uscita ufficiale del restauro del classico perduto di Orson Welles, The Other Side of the Wind, avvenuta lo scorso anno. Chinatown, opera che affronta il tema della corruzione in modo alquanto creativo attraverso il genere noir, è forse il film più celebre del regista insieme all’altro suo cult, Rosemary’s baby.

Sempre sotto il marchio Netflix, potrebbe vedere la luce anche un altro prequel di un film con protagonista Nicholson. Il colosso dello streaming ha infatti l’idea di esplorare i retroscena della famigerata infermiera di Qualcuno volò sul nido del cuculo di Miloš Forman, per la regia di Ryan Murphy.

La trama del film di Polanski ruotava intorno al personaggio di Gittes, detective privato assunto per pedinare un marito fedifrago, che si ritrova invece coinvolto in una questione ben più intricata in una Los Angeles immersa nel sangue e nella corruzione. Considerata la visionarietà di Fincher, tra i primi grandi autori cinematografici a comprendere le potenzialità della nuova televisione, nonché dei nuovi modi di fruizione, si possono fare ottime previsioni sul suo lavoro.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *