Galline in fuga: L’alba dei Nugget, di Sam Fell

Prato, cespugli e cielo artificiale; dove anche la gallina di guardia è sintetica: occhio del Grande Fratello che tutto vede e tutto controlla. Il nostro recupero di Pasquetta, su Netflix

--------------------------------------------------------------
CORSO COMUNICAZIONE DIGITALE PER IL CINEMA DALL'11 APRILE

--------------------------------------------------------------

L’atteso sequel di Galline in fuga, Galline in fuga: L’alba dei Nugget, è specchio del mondo digitale, da più prospettive e in più riflessi. Il titolo originale, Chicken Run: Dawn of the Nugget, non può che alludere a Dawn of the Dead (il film di Romero del ’78). Se Romero aveva scelto di ambientare il suo horror sociale perlopiù all’interno di un centro commerciale (luogo emblematico del capitalismo di massa), L’alba dei nugget si svolge tra due spazi verdi: un santuario inviolato e un parco giochi. Prato, cespugli e cielo artificiale, dove anche la gallina di guardia è sintetica e osserva le altre come in un Grande Fratello.

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

La stop-motion di ventitré anni fa ora è ibridata con la CGI che accelera e snellisce movimenti, salti e inciampi dei personaggi. Alla regia, Sam Fell (Giù per il tubo, Le avventure del topino Desperaux, ParaNorman) sostituisce lo storico duo formato da Peter Lord e Nick Park – e si sente.
Se c’è chi rimprovererà alla Aardman di aver perso il suo tocco c’è anche chi loderà il discorso ideologico e politico del film.

Ritroviamo i personaggi proprio dove li avevamo lasciati, su un’isola idilliaca. Gaia e Rocky sono diventati genitori. La piccola Molly, curiosa e testarda come la madre, nutre il desiderio di scoprire il mondo fuori. Ad attirare la sua attenzione è una pubblicità che promette divertimento assicurato in una coloratissima fattoria. Molly scappa, pronta a conquistare la terra promessa. Tutto il gruppo, Baba con i suoi ferri, il cinico Cedrone, la svizzera Von con i suoi occhialoni, e pure Frego e Piglio, i due topi fratelli, si mettono in marcia per salvare la piccola gallina. C’è da dire che, anche a distanza di tempo, questi personaggi risplendono, pronunciando le battute migliori del film. Più sorprendente e inattesa è la ricomparsa di Melisha Tweedy, la cattiva, la crudele.

Resta comunque interessante notare le scelte che contraddistinguono il sequel dall’originale, a partire dal chicken nugget, che sostituisce la chicken pie, sottintende la facilità con cui è possibile consumare carne di pollo e si pone come perfetta metafora del capitalismo mordi e fuggi, fatto di rituali sociali e mode.

È difficile non legare il film della Aardman a Okja dove la questione “artficiale” non è certo messa in secondo piano. Il maialino geneticamente modificato, Okja, strazia, diverte e commuove, ma soprattutto porta ad una bella riflessione sullo stato delle cose, o meglio, lo stato delle carni. Più crudele e più sentimentale, Okja dona una vaga speranza, mostrando un imbattibile sodalizio tra un’umana e un animale. L’alba dei nugget non riesce ad arrivare a tanto, ma strappa più sorrisi, ricordandoci le vecchie avventure del gruppo.

Uscito su Netflix il 15 dicembre 2023, Galline in fuga: L’alba dei Nugget arriva in piattaforma appena due settimane dopo che le dichiarazioni della denuncia alla società Meta sono diventate di dominio pubblico. L’impresa fondata da Zuckerberg è stata accusata di aver scientemente progettato le piattaforme social per creare dipendenza a bambini e adolescenti.

È questo forse il primo merito del film, che mette in scena un vero e proprio esodo da parte dei più piccini: lasciare la casa natale per inseguire quella finta e vivace promessa.

Titolo originale: Chicken Run: Dawn of the Nugget
Regia: Sam Fell
Distribuzione: Netflix
Durata: 101′
Origine: USA, 2023

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3
Sending
Il voto dei lettori
3.67 (3 voti)
--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE SCRIVERE E PRESENTARE UN DOCUMENTARIO, DAL 22 APRILE

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Array

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *