LA SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI giorno x giorno: 3/10/2005 – Presentati i corti degli allievi della scuola di cinema

Programmi, incontri, curiosità e le ultime notizie sulla Scuola di Cinema. In due intensi pomeriggi al cineclub Detour, giovedì 29 e venerdì 30 settembre, sono stati presentati i tredici corti in gara, nell'attesa che il 13 ottobre venga proclamato il film vincitore del concorso "Zerobudget". In comune una sorprendente originalità di sguardo.

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

Il cinema che riparte da zero. Ha riscosso un buon successo il concorso "Zerobudget" indetto da Sentieri Selvaggi, aperto ai cortometraggi degli allievi che, nel corso di questi sei anni, hanno frequentato la nostra Scuola di cinema. In due intensi pomeriggi al cineclub Detour, giovedì 29 e venerdì 30 settembre, sono stati presentati i tredici corti in gara, nell'attesa che il 13 ottobre venga proclamato il film vincitore. Senza alcun vincolo di tema, "Zerobudget" ha richiamato l'attenzione di giovani film-makers provenienti dai corsi più disparati: si va dal corso di regia a quello di documentario, dal corso di operatore a  quello di montaggio, sino al corso di critica cinematografica, con Emiliano Bertocchi che ha presentato un'opera squisitamente cinefila, Pulp Fiction vs Daft Punk, un montaggio di scene del film di Tarantino su musiche dei Daft Punk. Naturalmente grande varietà nei temi: documentari si sono alternati a lavori di fiction, film dall'evidente impianto narrativo-drammaturgico a vere e proprie visioni. Ma, aldilà delle differenze, sono emerse da tutti i corti presentati una perizia tecnica ed una sorprendente originalità di sguardo, che compensano ampiamente la carenza dei mezzi a disposizione. A parte il già citato Pulp Fiction vs Daft Punk, i corti in concorso sono Prodotto di Viola Pinzi, Knotz (legàmi) di Nicola Neto, Cars di Pierpaolo Moio, La divisione della gioia di Jacopo Lo Faro, Iride di Cecilia Belletti, Passi a tempo di Luca Magi, Spaghetti Pulp di Francesco Dafano, Una gita a Ventotene di Giovanna Simmons e i quattro documentari SunSplash di Fabrizio Sicoli, Blues to Max di Marco Salvatori, Kaiowa di Gaspare Pellegrino e Salvalarte 2005 di Roberta Miracapillo. Ma al Detour si è dato spazio anche ad una "sezione fuori concorso", con i saggi di fine anno degli allievi del Corso di Regia e del Corso Documentario 2004-05. Tredici corti di fiction e tre mini documentari sul quartiere Monti estremamente vitali, ironici e poetici a cui si sono aggiunti il videoclip Dentro di me girato dal nostro docente Bruno Schiavoni ed il curioso Cos'è musica, divertente omaggio al festival "Arezzo Wave", girato ed interpretato degli allievi del corso Open Range. Tutti lavori nati, a dispetto dei budget modesti, dalla fattiva collaborazione di allievi e docenti: un ulteriore passo verso l'obiettivo della Scuola di Cinema Sentieri Selvaggi di diventare una vera e propria factory, una realtà produttiva, in cui ognuno, da regista o sceneggiatore, da operatore o montatore, da attore o critico, possa mettere concretamente in gioco le proprie passioni e le proprie competenze.

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------
--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative