L'arte dei poster per il cinema (7) Mad Men, nostalgia dei sessanta

L'arte dei poster per il cinema: Mad Men, illustrazione di Brian Sanders

Un raffinatissimo poster creato da Brian Sanders inaugura la sesta stagione della fortunata serie Mad Men (su AMC dal 7 aprile). E un nuovo appuntamento della nostra piccola rubrica dedicata all'arte dei poster per il cinema (le puntate precedenti).

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Come sintetizza il New York Times, che ha intervistato Sanders – leggendario illustratore britannico oggi settantacinquenne (persuase Stanley Kubrick a ospitarlo sul set di 2001: Odissea nello spazio, inviandogli una serie di collage sperimentali, e su quel set realizzò una sorta di making-of dipinto) – questo splendido lavoro, commissionato dal creatore di Mad Men Matthew Weiner, ha un sapore antico, come se fosse uscito"da una vecchia copia del Reader's Digest".

The Master - poster by Laurent DurieuxProtagonista, Don Draper (Jon Hamm) "stretto all'angolo di una strada di New York che sembra crollare su di lui, come il decennio che sta vivendo". Quasi una rielaborazione nostalgica delle opere di Sanders degli anni '60, come questa illustrazione del '64 per Women's Mirror magazine.

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Intanto Mud, terzo film di Jeff Nichols dopo Shotgun Stories e Take Shelter, sbarca al SXSW Festival, accompagnato da un poster astratto realizzato dai creativi australiani di We Buy Your Kids, tutto giocato sui colori e sui toni di un universo ispirato alle pagine di Mark Twain. In vendita su Mondo, come le opere di due nomi fissi di questa rubrica – Ken Taylor, che omaggia un'altra bella serie, Breaking Bad, e Tyler Stout, autore degli inconfondibili poster dedicati a Django Unchained.

Uno dei lavori più eclatanti visti ultimamente è il poster dedicato a The Master –  la posa simbolo del maestro Lancaster Dodd in un vortice hitchockiano – dal grafico e illustratore belga Laurent Durieux, che si dichiara influenzato tanto dall'eleganza di autori quali Moebius e Mattotti, quanto dall'underground di Robert Crumb e dal realismo di Norman Rockwell.

Risente della straordinaria ed eterna lezione di Saul Bass anche il poster di Dead Man Down (thriller di Niels Arden Oplev in uscita nelle nostre sale il 14 marzo): per una volta la versione italiana, opera di BIG JELLYFISH®, è più audace di quella internazionale.

Beasts of the Southern Wild - poster by Rich KellyMentre aspettiamo The Zero Theorem, nuovo film di Terry Gilliam, il giovane illustratore asiatico Shou Yuan – di stanza in California – rivisita un grande classico: Brazil, rifacendosi in parte alle copertine dei romanzi di fantascienza degli anni settanta. Iron Jaiden, ovvero l'ottimo Jay Shaw oppure Kingdom of Nonsense, celebra un altro cult movie del passato: Shining. Degno di menzione è anche il poster realizzato da Fro, ovvero Fernando Reza, creazione labirintica rosso ruggine che restituisce, portandolo all'aperto, tutto il fascino del polveroso Overlook Hotel.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Infine, è dello statunitense Rich Kelly l'omaggio all' esordio di Behn Zeitlin Beasts of the Southern Wild, realizzato all'interno di una serie ispirata ai film nominati agli Oscar 2013, che ha visto come protagonisti anche gli artwork di Lincoln, Argo, Zero Dark Thirty, Silver Lining Playbooks, Les misérables e Amour.

Tutti i poster citati sono nella nostra gallery.

Un commento