LAVORI IN CORSO. Breaking Bad, Spike Lee, Rock Hudson, Willy Wonka, Shrek

E’ la notizia del momento che ha sconvolto ed emozionato milioni di fan nel mondo: il film su Breaking Bad si farà ed è attualmente in lavorazione.


Andata in onda dal 2008 al 2013, la serie tv ideata da Vince Gilligan è considerata dai più tra i massimi capolavori degli ultimi anni, vero trampolino di lancio per il grande attore Bryan Cranston che, in questo contesto, ha palesato un talento degno di ogni merito.
Un successo tale, quello di Breaking Bad, da portare Gilligan alla realizzazione dello spin off Better Call Saul, incentrato sulle vicende personali di quello che sarà poi lo strambo avvocato Saul Goodman in Br B: anche qui obiettivo pienamente centrato, segnando un ennesimo successo nel mondo serial che tutt’oggi continua nella produzione.
A portare sul grande schermo le vicende della serie cult sarà proprio Gilligan stesso che si sta occupando personalmente della realizzazione. E, a quanto sembra, l’idea base del film sarà un sequel sulle orme di Jesse Pinkman, il socio di Walter White interpretato da Aaron Paul.
La storia dovrebbe partire dall’episodio conclusivo dell’ultima stagione, sul quale proprio l’attore aveva dato, all’epoca, una sua lettura riguardo il futuro del personaggio: “La mia personale sensazione è che sia andato via” dichiarava Aaron Paul “ma la cosa peggiore – che è pessima proprio come sembra – è che troveranno le sue impronte in tutto il laboratorio e lo beccheranno entro un giorno o al più tardi una settimana o un mese. E rischia sempre di essere collegato all’omicidio di due agenti federali. Ad ogni modo, anche se probabilmente finirà così, per come la vedo io, è fuggito in Alaska, ha cambiato nome e ha iniziato una nuova vita. Se lo merita“.
Ovviamente la domanda che tutti si stanno ponendo è una sola: tornerà Walter White/Bryan Cranston? Difficile dirlo, soprattutto viste le dinamiche che hanno chiuso la serie. Una sua presenza, sulla base delle notizie in oggetto, potrebbe verificarsi come un flashback di Jesse. Inutile chiederlo al diretto interessato perché, come è noto, è praticamente impossibile strappare una parola in merito ai suoi progetti al goliardico Cranston. Tanto più con un hype così alle stelle. L’attore si è limitato a dichiarare la sua curiosità in merito ma di non essere stato contattato da nessuno, che sia vero o meno non è dato saperlo!
——————————————————————————————————————-
Reduce dal successo di BlacKkKlansman, Spike Lee ha già scelto il suo prossimo progetto: adattare per lo schermo uno show teatrale di Roger Guenveur Smith, attore e amico del regista con il quale ha spesso collaborato.
Lo spettacolo, scritto da Smith, è incentrato sulla storia di Frederick Douglass, una delle figure più importanti della storia afroamericana e degli Stati Uniti in generale. Douglass visse nell’800 in parte da schiavo e in parte da uomo libero e lottò per riconoscere l’uguaglianza tra tutti gli esseri umani, di qualunque razza e sesso.
Accompagnato da un musicista, lo show si elabora tra rap e testi ideati sulle orme dei saggi scritti da Douglass.
Questo si tratta del terzo adattamento di Spike Lee su un lavoro dell’amico/attore, dopo i precedenti dedicati a Huey P. Newton e Rodney King.
——————————————————————————————————————-
Tra le maggiori stelle della Classic Hollywood sicuramente figura il nome di Rock Hudson, celebre “titano” di un cinema che ha segnato indelebilmente l’immaginario collettivo dando lustro e significato all’appellativo di “star”.
Famoso per le commedie romantiche accanto a Doris Day e altrettanto noto per pellicole di spessore come Magnifica ossessione e Il gigante accanto a James Dean e Elizabeth Taylor, la figura del grande attore diverrà presto oggetto di un biopic diretto da Greg Berlanti (Tuo, Simon).
La Universal Pictures ha acquisito i diritti per la trasposizione del libro All That Heaven Allows: A Biography of Rock Hudson di Mark Griffin, un viaggio nella carriera ma anche nella vita di Hudson, fino alla sua tragica morte.
Al momento non vi è notizia circa l’attore che interpreterà questo importante ruolo principale.
——————————————————————————————————————-
Tra i lavori in cantiere che dovrebbero prendere il via in questi anni si prefigura un prequel dell’amatissimo Willy Wonka.
Portato sul grande schermo dal leggendario Gene Wilder e successivamente, nel 2005, da Johnny Depp nella rivisitazione di Tim Burton, la Universal ha incaricato lo sceneggiatore Simon Rich (Paddington) per uno script incentrato sulle origini del personaggio e su come sia diventato il bizzarro uomo che abbiamo conosciuto al cinema.
Stiamo ancora cercando di capire il modo migliore per raccontare la storia. – ha dichiarato il produttore David Heyman Ma sarà un prequel, non un sequel. Come è diventato Willy, il possessore del Biglietto d’Oro e della Fabbrica di Cioccolato? Cosa era prima di questo, e come è finito nel posto che lo ha chiuso fuori dal resto del mondo? Stiamo giocando con tali quesiti… “.
Chi si occuperà di incarnare il giovane volto di Wonka è ancora da decidere.
——————————————————————————————————————-
I tempi cambiano e gli standard visivi delle nuove generazioni anche. Per questo Chris Meledandri, regista di Cattivissimo Me, è alle prese con una revisione dei franchise d’animazione Shrek e Il gatto con gli stivali.
Una serie di reboot che dovrebbero portare gli, ormai, storici personaggi a vivere nuove avventure senza dimenticare la verve che li ha caratterizzati.
Nelle intenzioni di Meledandri c’è la ferma convinzione di ricorrere ai precedenti doppiatori che tanto spirito avevano dato ai film originali, da Eddie Murphy, Cameron Diaz e Mike Myers per Shrek a Antonio Banderas e Salma Hayek per Il gatto con gli stivali: “Se si torna ad ascoltare quelle performance vocali erano fantastiche. Vogliamo comunque reinventare storie e personaggi, eppure io sento un po’ la sensazione nostalgica di voler riportare al cinema quelle caratterizzazioni. La sfida maggiore sarà trovare qualcosa che non avrà il sapore di un semplice sequel in un franchise di film già famoso“.
Un progetto simile a quello che la Illumination Entertainment, della quale il regista è a capo, sta operando su Il Grinch: il dispotico personaggio filmato in live action da Ron Howard con il volto di Jim Carrey tornerà a breve nelle sale in una nuova veste animata.