LETTE E… RIVISTE – Le riviste di cinema da tutto il mondo (febbraio 2008)

Sight_and_SoundQuesto mese sguardo su Sight and Sound, Fotogramas, Screen International, Filmaker, Edp Film, Film Review

Sight_and_Sound

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------
La guerra al cinema. Brian De Palma, Nick Broomfield, Paul Haggis e tanti altri. Nel 2007 l'interminabile conflitto iracheno è entrato più volte nel grande schermo, filmato attraverso gli occhi di registi diversi. Questo mese Sight and Sound è andato proprio da loro, per conoscerne il punto di vista sulla guerra. Da qui, una vera e propria indagine, sulle tracce di un secolo di battaglie in pellicola. Indietro nel tempo dunque, ma non solo per (ri)scoprire vecchi e nuovi capolavori del panorama cinematografico “bellico”. Se Fassbinder ed Herzog sono ancora in primo piano, quanto è vivo l'interesse per Alexander Kluge? Nessun dubbio d’altro canto mette in ombra il talento artistico di Burt Lancaster, il cui profilo “da gigante” viene ricostruito dalla rivista, che passa in rassegna le sue numerose interpretazioni, da cowboy, a principe, a criminale. Ha carisma da vendere anche Quentin Tarantino, che torna ancora una volta su A prova di morte per contrastare i giudizi negativi ricevuti. A chiudere, due pellicole sull’animo del genere umano: Onora il padre e la madre di Sidney Lumet e Non è un paese per vecchi dei fratelli Cohen.

http://www.bfi.org.uk/sightandsound/

 

---------------------------------------------------------------
SCRIVERE PER LA TV: il workshop sulla sceneggiatura per la serialità


---------------------------------------------------------------

 

Copertina di classe per Fotogramas di febbraio, con la “Sette Volte Donna” Julia FotogramasRoberts, intervistata in occasione dell’uscita del film La guerra di Charlie Wilson, in cui recita al fianco di Tom Hanks. Oltre alla Pretty Woman di Hollywood anche Julian Moore per Savage Grace di Tom Kalin, Daniel Day Lewis per Il petroliere e Julian Schnabel per Lo scafandro e la farfalla nella lista degli intervistati del mese. Febbraio, tempo di Oscar: ecco quindi 7 titoli in odor di statuetta, in attesa della consegna annuale dei premi dell’Academy. E non solo. È venuto il momento di scoprire i segreti di Cloverfield, la pellicola più misteriosa degli ultimi anni e di cominciare a conoscere l'eroe di Jumper e del suo fantascientifico super Hayden Christensen. E per i fan della triade Tim Burton, Johnny Depp ed Helena Bonham Carter, arriva Sweeney Todd, il musical cruento e oscuro, dove regna il tragicomico. Tra le altre pellicole viste dalla critica, Cuori di Alain Resnais, il nuovo Rambo con Sylvester Stallone e Aliens vs Predator: requiem di Colin e Greg Strause.

http://www.fotogramas.orange.es/fotogramas/sumario.html

 

 

Screen_International

Anche l’industria cinematografica in sé per sé, intesa come business, ha la sua rivista. È  Screen International, il settimanale britannico fresco di restyling, distribuito dalla Screen International che offre un'ampia copertura agli argomenti legati al mercato-cinema, analizzandolo con occhi esperti e professionali. In questo numero riflettori puntati sul festival di Berlino: ecco perché l’industria internazionale è convinta che quest’anno farà centro su tutta la linea. Ma cosa possono aspettarsi compratori e venditori dall'European Film Market del 2008? Risponde al quesito il magazine, formulando ipotesi ragionate ed esemplificative sulla questione. La parola passa poi ai diretti protagonisti della “scena affaristica” internazionale, grazie all’intervista al presidente della Continental Entertainment da un lato e al chairman della Summitt Entertainment David Garrett, dall'altro. Tutt’altra atmosfera spira dalle parti di Spike Lee. Da Film-maker a Miracle-maker? La trasformazione è avvenuta.

http://www.screendaily.com/ScreenDailyScreenThisWeek.aspx

 

 

Filmaker

Ritorno a Cannes. Mentre fervono i preparativi per la prossima edizione del Festival dell'isolotto francese, Christian Mungiu, vincitore della Palma d'Oro 2007, discute a Filmaker del suo 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni. Per ogni Festival in arrivo ce n’è sempre uno appena concluso. La rivista americana non manca perciò l’appuntamento con il Sundance Film Festival, a cui si fa riferimento già in copertina. Titolo a caratteri cubitali anche per Michel Gondry, presto nuovamente nelle sale con Be Kind Rewind (manca ancora il titolo italiano), commedia che esalta l'arte amatoriale, attraverso l'interpretazione di Jack Black e Danny Glover. Se gli eroi di Gondry hanno a che fare con le videocassette, ben altro destino attende i cinema di tutto il globo. La fase di “conversione” di sale piccole e grandi per le proiezioni digitali è solo agli inizi, ma negli Stati Uniti sono già 4.000 gli schermi “adeguati” per l’occasione. Tantissimi sono pure i soldati americani in Iraq. Attenzione rivolta perciò all’ultimo documentario di Alex Gibney Taxi to the Dark Side, che esamina le dubbie tattiche antiterrorismo dell'uscente amministrazione Bush: è la tortura la nuova frontiera?             

http://www.filmmakermagazine.com/

 

 

Stessa statuetta, regole differenti. Epd Film di questo mese dà uno sguardo al Edp_Filmregolamento in base al quale l’ambito premio viene consegnato a questo o a quell’attore, questo o quel film, zigzagando tra una clausola e l'altra. Focus festivaliero incentrato su Berlino, al quale vengono dedicate anticipazioni sul programma e approfondimenti sulla retrospettiva, incentrata sul classico dell’avanguardia Luis Buñuel. Lasciata la città dell’Orso d’oro, l’interesse della rivista tedesca si sposta sui festival dell’Avana, di Torino e Duisburg. “Hollywood è dappertutto”, artefice della globalizzazione del mercato cinematografico mondiale, altro tema approfondito dal mensile in un articolo interamente dedicato al fenomeno, al quale si affianca un'attenta analisi del cinema a connubio con la politica, esemplificato dalla moda del S.O.S. ecologico sul grande schermo. Primo piano per l’attrice Catalina Sandino Moreno, esplosa con Maria Full of Grace e assurta ai fasti del jet set con L’amore giovane prima e Fast Food Nation poi. Da Linklater a Mike Nichols con La guerra di Charlie Wilson: che ruolo ebbe il deputato liberale nell’attacco all’Afghanistan in piena Guerra Fredda?

 http://www.epd-film.de/

 

 

Film_Review

Non c’è dubbio, per Film Review la performance più incredibile dell’anno è quella di Daniel Day Lewis in There Will Be Blood, previsto in uscita nelle sale italiane il prossimo 15 febbraio con il titolo Il petroliere. Da 50 anni la rivista britannica, (la più longeva nel panorama UK delle pubblicazioni generiche a sfondo cinematografico), distribuita dalla Visual Imagination Limited, specializzata in magazine dedicati a cinema, TV e science fiction, propone ai suoi lettori i film del momento. Ed ecco appunto “il petroliere” irlandese finire sulla copertina del mensile inglese, che si avvicina all’attore fresco di Golden Globe anche grazie all’intervista al compagno di set Paul Dano. Un "mostro" di bravura Lewis, al quale si contrappone lo spaventoso devastatore protagonista di Cloverfield: Matt Reeves svela finalmente i segreti che si nascondono dietro il monster movie campione d’incassi. Da “la sedia del regista” Wong Kar Wai parla del suo ultimo Un bacio romantico e Hayden Christensen discute del suo ritorno allo sci-fi con il “supereroico” Jumper. Tra tante “storie” spicca poi quella de Lo scafandro e la farfalla: l’intervista a Mathieu Almaric e Julian Schnabel getta nuova luce sul vincitore di due Golden Globes.

http://www.visimag.com/filmreview/f216_display.htm

 

 

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative