Prisoners di Denis Villeneuve: trailer e prime foto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Visibile anche qui

 

Mentre è ancora in postproduzione An Enemy, ispirato al romanzo di Saramago L'uomo duplicato, il regista francocanadese Denis Villeneuve (Polytechnique, potente e purtroppo inedito in Italia, e Incendies) ha ultimato un nuovo lungometraggio: il thriller psicologico Prisoners, ambientato in una in una piccola cittadina del Massachusetts, dove nel Giorno del Ringraziamento vengono rapite una bambina di sei anni e una sua piccola amica.

Prisoners di Denis Villeneuve: trailer e prime fotoHugh Jackman (Les Misérables, Wolverine – L'immortale) è il padre disperato, un semplice falegname, Keller Dover, alla ricerca del rapitore e pronto a farsi giustizia da solo. L'unico indizio che l'uomo ha a disposizione è un vecchio furgone, il cui conducente viene rilasciato per mancanza di prove.

Lo affianca Jake Gyllenhaal nei panni del detective Loki, giovane ma determinato, che indaga sul caso e si rende presto conto che Dover non ha intenzione di aspettare i tempi della legge, fino a sequestrare e torturare il presunto responsabile del rapimento (Paul DanoTwelve Years a Slave).

I due personaggi sono in contrapposizione, ma condividono un legame: "si tratta dell'istinto contro le istituzioni, e nessuno dei due rappresentanti è troppo felice dell'incontro. Ma ci sono delle affinità tra loro" racconta Gyllenhaal (già diretto da Villeneuve in un doppio ruolo impegnativo in An Enemy, lo vedremo anche in Nailed di David Russell, in sviluppo fin dal 2009.

"Questo film non giustifica la violenza" aggiunge l'attore "Ma al tempo stesso, è facile comprendere la necessità di un genitore di risolvere una situazione così devastante". "Non credo che il fine giustifichi i mezzi" gli fa eco Jackman "Ma devo ammettere che trattandosi di mio figlio, potrei pensarla diversamente".

Prisoners – che il regista definisce "un film che scava nell'animo umano e in ciò che è disposto a fare un genitore per i suoi figli, compreso rischiare di perdere la propria anima" è anche un poliziesco classico, dove nessuno dei protagonisti è al di sopra di ogni sospetto.

Jake Gyllenhaal e Hugh Jackman in Prisoners di Denis VilleneuveOttimo anche il resto del cast: Maria Bello (Third Person) nei panni della moglie di Dover e madre della bambina scomparsa, Terrance Howard (In the Woods, Fellini Black and White) Viola Davis (The Disappearance of Eleanor Rigby) nel ruolo dei genitori dell'altra bambina rapita, e Melissa Leo (Oblivion). La fotografia è del grande Roger Deakins (True Grit, In Time, Skyfall), le musiche del compositore islandese Jóhann Jóhannsson.

Inizialmente Villeneuve era perplesso di fronte a un progetto più ambizioso, dal punto di vista del budget e della produzione, rispetto ai film precedenti. Al film erano stati collegati i nomi di Leonardo DiCaprio, Mark Wahlberg e Christian Bale, e di Bryan Singer e Antoine Fuqua alla regia. Alla fine, Villeneuve ha accettato la sfida, anche per la bontà della sceneggiatura (di Aaron Guzikowski Contraband).

Prisoners uscirà nelle sale USA il 20 settembre, distribuito da Warner Bros, in UK il 4 ottobre. Nella nostra gallery, le prime foto.