The Hanging Sun, di Francesco Carrozzini

Il film di chiusura di Venezia79, fuori concorso, è un adattamento del romanzo di Jo Nesbø “Sole di mezzanotte” aderente alle convenzioni del thriller scandinavo con Alessandro Borghi protagonista

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------

Affaccia sul mare il villaggio in cui si svolge la maggior parte di Hanging Sun, film di chiusura Fuori Concorso della 79ª Mostra del Cinema di Venezia. I suoi protagonisti, però, sembrano muoversi in una palude, circondati da sabbie mobili. John, il protagonista interpretato da Alessandro Borghi, non riesce a scrollarsi di dosso il suo passato malavitoso. Jessica Brown Findlay nei panni di Lea vorrebbe andarsene insieme a suo figlio Caleb da un luogo in cui “le donne non possono decidere nulla“. Entrambi, sono disposti a tutto pur di allentare la pressione del proprio padre padrone, la cui doppia incarnazione passa per Charles Dance e Peter Mullan.

--------------------------------------------------------------
CORSO DI PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE CINEMATOGRAFICA: ONLINE DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------

Eccedendo nelle ricerche di mercato o nel timore reverenziale nei confronti del materiale di provenienza, l’adattamento del quasi omonimo romanzo di Jo Nesbø Sole di mezzanotte, viene realizzato con la cura certosina di un cosplayer. L’aderenza ai codici del thriller scandinavo, con fotografia algida, facce di bronzo e cuori ghiacciati o bruciati dalla fiamma della follia è totale. Ne risente anche la scrittura solitamente ironica e brillante di Stefano Bises (si pensi, tra i molti, a The New Pope ed Esterno Notte), che si affloscia su una facile consequenzialità interrotta da flashback tanto didascalici quanto superflui.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

La catena di montaggio viene completata dalla regia di Francesco Carrozzini, la cui convenzionalità fa pensare allo studente modello che ripete perfettamente la lezione ascoltata in classe, senza però aggiungervi nulla di suo. Tanto che in occasione dell’unico strappo di The Hanging Sun, un quasi scavalcamento di campo che coincide con l’intrusione di John nella cerimonia funebre officiata dal padre di Lea, si finisce col pensare che sia un errore. Così, in una storia di figli che non possono svincolarsi dalle scelte dei padri se non abbandonandone i luoghi, Hanging Sun si impantana come i primi in una cornice formale involontariamente solidale con i secondi. Sperando che siano in errore coloro che credono che l’unica occasione nella quale ci si esprime in maniera sincera sia quando ci si sbaglia.

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
2.5
Sending
Il voto dei lettori
3.6 (5 voti)
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative