VENEZIA 61 – Le "Giornate degli Autori"

La nuova sezione organizzata dall'ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici) e dagli autori dell'API (Autori Produttori Indipendenti) in accordo con la direzione della Mostra è nata sul modello della Quinzaine de Realizateures del Festival di Cannes e del Forum des Jungens Films della Berlinale.

--------------------------------------------------------------
PORTA DI ACCESSO ALLE SPECIALIZZAZIONI: FILMMAKING, SCENEGGIATURA, POSTPRODUZIONE, CRITICA, RECITAZIONE

--------------------------------------------------------------

Quest'anno la 61° edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia ha inaugurato un nuovo spazio, le Giornate degli Autori. La nuova sezione organizzata dall'ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici) e dagli autori dell'API (Autori Produttori Indipendenti) in accordo con la direzione della Mostra è nata sul modello della Quinzaine  de Realizateures del Festival di Cannes e del Forum des Jungens Films della Berlinale.

--------------------------------------------------------------
10 ANNI SENZA PHILIP SEYMOUR HOFFMAN 2014/2024

--------------------------------------------------------------

Confituur di Debrauwer, come Suburbs di Moderndorfer, Dead man's shose di Meadows, Nemmeno il destino di Gaglianone, L'oeil de l'autre di Lvoff, Darwin's nightmare di Sauper, ognuno secondo la propria esperienza propone uno sguardo diverso sulle cose e sull'animo umano. Percorsi scrutanti l'agrodolce sentimento del vivere iscritto nella flagrante (in)visibilità dell'animo. Mosaico di una narrazione greve e spessa frantumata nel lividore delle periferie e dei sobborghi cittadini, o in una natura contaminata dalle tracce di una realtà palpitante di intima vita, ridotta ad esilissima filigrana (tra)sparente nel tangibile bisogno di (ri)catturare le forme prima che esse si dissolvano, o nei toccanti silenzi dove si respira meglio e pare di toccare la vita.


A Venezia si corre e si inseguono corpi pensieri sentimenti nel tentativo di fissarli in un diario intimo sfumante nel rifrangersi di luci e di sfaccettature sempre più sfuggenti. Il desiderio di un fermo immagine da sogno o di (tra)sognante levità che (ri)scatti l'(in)voluta immobilità della vita/della morte.


Tracce (ri)disegnate dalle smaglianti orditure dell'animo, quelle tonalità affettive nelle quali ci capita di essere. Tessiture di una delicata monocromia di consapevole/inconsapevole crudeltà come in un gioco ad occhi chiusi/aperti di corpi che si cercano e si allontanano.

Un equilibrio in cui si campisce una marginalità fatta di passioni diverse e avverse. Il sussurro di un'atonale incrociarsi di volute/velate parole o di sguardi in cui si vorrebbe, ancora una volta, rappreso il seme di un'esserci dei corpi per la vita, il loro respirare, nascere, morire, tornare.

----------------------------
AUTORI E STILI DI REGIA, UN CORSO ONLINE DELLA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI, DAL 27 FEBBRAIO

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    VENEZIA 61 – LE GIORNATE DEGLI AUTORI

    Il programma della manifestazione promossa dall'ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici) e dagli autori dell'API (Autori Produttori Indipendenti), gemellata con le analoghe iniziative della “Quinzaine des Réalisateurs” di Cannes e del “Forum des Jungen Films” di Berlino

    --------------------------------------------------------------
    PORTA DI ACCESSO ALLE SPECIALIZZAZIONI: FILMMAKING, SCENEGGIATURA, POSTPRODUZIONE, CRITICA, RECITAZIONE

    --------------------------------------------------------------


     

    --------------------------------------------------------------
    10 ANNI SENZA PHILIP SEYMOUR HOFFMAN 2014/2024

    --------------------------------------------------------------

    Apertura – giovedì 2 settembre


     


    CONFITUUR


    Regia: Lieven Debrauwer


    Sceneggiatura: Jacques Boon, Lieven Debrauwer


    Interpreti: Marilou Mermans (Emma), Rik Van Uffelen (Tuur), Viviane De Muynck (Gerda),


    Ingrid De Vos (Rosa)


    Produzione: K-Line/K2


    Vendite estere: TF 1 International


    Ufficio Stampa: Catherine Piot, TF 1 International Tel. +331 41411223 Fax +33 1 41414296, cpiot@tf1.fr


    Belgio, 2004, 87'


     


    Rivelatosi nel 2001 al festival di Cannes, Debrawer porta a Venezia la sua opera seconda, commedia feroce in salsa agrodolce sulla terza età. Da una casa dove esercita la sua implacabile tirannia una vecchia immobilizzata a letto, fugge nel giorno del suo anniversario di matrimonio l'artigiano Tuur. L'approdo presso una "scandalosa" sorella non racchiude la felicità promessa, ma innesca un cambiamento profondo in tutti gli affetti della sua vita solitaria, a cominciare da Emma, a sottomessa moglie di Tuur.


     


    Chiusura – sabato 11 settembre


     


    A COSTA DOS MURMÚRIOS / THE MURMURING COAST


    Regia: Margarida Cardoso


    Sceneggiatura: Margarida Cardoso, Cédric Basso


    Interpreti: Beatriz Batarda (Evita), Filipe Duarte (Luis), Monica Calle (Helena),


    Adriano Luz (Forza Leal)


    Produzione: Filmes do Tejo


    Portogallo, 2004, 115'


     


    Nell'anno in cui la Mostra celebra il più anziano dei registi lusitani, le Giornate si chiudono nel segno di una giovanissima artista della stessa terra. Ma il suo film d'esordio è un percorso attraverso la memoria di un popolo, la fine dell'epoca coloniale, il riscatto dell'emozione femminile, la scoperta della guerra più assurda, persa mentre ancora veniva combattuta. Teatro di questa sommessa tragedia collettiva è l'Africa dei bianchi, su cui incombe il silenzioso fantasma di chi in quella terra è nato.


    Opera prima



     


     


     


    Selezione


     


    venerdì 3 settembre


    PREDMESTJE – SUBURBS


    Regia e sceneggiatura: Vinko Möderndorfer


    Interpreti: Renato Jenček (Marjan), Peter Musevski (Fredi), Jernej Šugman (Slavko),


    Silvo Božič (Lojz)


    Produzione e Vendite estere: Forum Ljubljana


    Ufficio stampa: Nerina Kocjancic, Tel: + 386 1 431 31 75, Fax: + 386 1 430 62 50


    e-mail: nerina.kocjancic@film-sklad.si


    Slovenia, 2004, 90'


     


    Nella periferia della Slovenia d'oggi si vive come in tutte le periferie, tra grandi bevute, inutili partite a bowling, violenze quotidiane e la sofferenza del nulla esistenziale. Anche la morte, anche il voyeurismo, anche l'eco della rabbia e della guerra, sembrano ovattati. Ma il destino ha altri progetti per Marjan e i suoi amici. In concorso al Festival di Montréal il film viene presentato in prima mondiale a Venezia nell'ambito del rispetto delle norme internazionali dei festival.


    Opera prima


     


     


    sabato 4 settembre


    STRINGS


    Regia: Anders Rønnow Klarlund


    Sceneggiatura: Naja Marie Aidt, Anders Rønnow Klarlund


    Personaggi: Kharo, Nezo, Ghrak, Erito


    Capo marionettista: Bernd Ogodnik


    Costruttore marionette: Joakim Zacho Weylandt


    Suono: Hans Møller


    Produzione: Bald Film


    Vendite estere: Trust Film Sales


    Ufficio stampa: Fusun Eriksen, Trust Film Sales, Tel. +45 36868788 Fax +4536774448


    post@trust-film.dk


    Danimarca, 2004, 92'


     


    Un regno, una lotta per il potere, due giovani che si amano contro il volere delle rispettive famiglie. Potrebbe essere Shakespeare, potrebbe essere il "Re Leone". Invece è una storia di marionette, intagliate a mano nel legno ma più vive di tanti umani. E qualcuno regge i fili finché il destino non li spezza. Potrebbe essere la risposta europea alle magie industriali che hanno fatto un'arte digitale del disegno animato. Invece è soprattutto il riscatto dell'artigianato che non ha tempo, la voce europea di una cultura con radici profonde e antiche, la cultura della fiaba.



     


     


     


    domenica 5 settembre


    IL GIORNO DEL FALCO


    Regia:Roberto Bisatti


    Sceneggiatura: Roberto Bisatti, Maurizio Pasetti


    Interpreti: Stefano Cassetti (il cinese), Mario Rodighiero (il vecchio), Giacomo De Domenico


    (il giornalista), Mario Pigatto (il cameraman)


    Produzione: Ipotesi Cinema


    Distribuzione italiana: Mikado Film


    Ufficio stampa: Roberta Avolio, Mikado Film, Tel. 06 3244989, Fax 06 3219489, r.avolio@mikado.it


    Italia, 2004, 87'


     


    Dal laboratorio di "Ipotesi Cinema" un film sul nulla barocco del Nord-Est.


    Una televisione locale, una rapina da disperati, un canto alla "Spoon River" sulla terra del troppo benessere. Protagonisti: un ex professore universitario convertito al giornalismo televisivo, il suo operatore senza più illusioni, due balordi che hanno dato l'assalto a una banca come Butch Cassidy e Sundance Kid, una poliziotta senza volto, un amico che non vorrebbe essere dov'è. Modello di cinema a basso costo, in equilibrio tra la fantasia visionaria e la rigorosa documentazione del reale, parla di una terra e di gente che crediamo di conoscere e sembra abitare un'altra galassia.


    Opera prima


     


     


    domenica 5 settembre


    L'OEIL DE L'AUTRE / NOW AND THEN


    Regia: John Lvoff


    Sceneggiatura: Camille Fontaine, John Lvoff


    Interpreti: Julie Depardieu (Alice), Dominique Reymond (Juliette), Eric Elmosnino (Jérôme)


    Produzione: Pierre Grise Productions


    Ufficio stampa: Sandrine Pillon, Pierre Grise Productions, Tel. +33 1 40279906


    Fax +33 1 40279716 pierre-grise-productions@wanadoo.fr


    Francia, 2004, 90'


     


    Fare fotografie, inquadrare la realtà, documentare il passaggio del tempo e dell'uomo può essere arte, può essere lavoro, ma può anche divenire un pretesto per cercare, vedere "oltre", captare il destino proprio e degli altri. La tecnica fotografica Alice (Julie Depardieu) segue le tracce della strana scomparsa del fotografo inglese che l'ha preceduta. Le ragioni della sua sparizione si trovano nelle sue ultime istantanee scattate davanti a un rudere antico. E in quelle immagini c'è il senso di un mistero che nessun apparecchio fotografico può catturare.


     



     


     


     


    lunedì 6 settembre


    TARTARUGHE SUL DORSO


    Regia e sceneggiatura: Stefano Pasetto


    Interpreti: Barbara Bobulova (Lei), Fabrizio Rongione (Lui), Gordena Miletic (la zia)


    Musiche originali: Banda Osiris


    Produzione: Sintra


    Distribuzione italiana: Istituto Luce


    Ufficio Stampa: Maria Antonietta Curione, Istituto Luce Tel 06 72992242 Fax 06 7221127 stampa@luce.it


    Italia, 2004, 92'


     


    Un lui, una lei, una città, un amore inconsapevole che dura da anni e si interrompe sempre davanti alla violenza. Una tartaruga e un gioco dello Scarabeo sono lì a ricostruire e scompaginare i destini di questa storia in cui il destino è forse il solo protagonista a conoscere il passo successivo. La città è Trieste, luogo di confine per eccellenza, linea d'ombra tra la giovinezza dei protagonisti e la stanchezza degli altri la musica è quella della Banda Osiris alla conferma dopo il successo con Primo amore.


    Opera prima


     


     


    martedì 7 settembre


    DEAD MAN'S SHOES


    Regia: Shane Meadows


    Sceneggiatura: Paddy Considine, Shane Meadows


    Interpreti: Paddy Considine (Richard), Gary Stretch (Betts), Toby Kebbel (Anthony)


    Produzione: Warp Films Ltd


    Vendite estere: Element X


    GB, 2004, 86'


     


    Una storia in tre tempi: il passato, l'appena ieri, un oggi livido e smagliante, sullo sfondo della provincia inglese. Comincia come un gioco, finisce come una tragedia, si snoda sul filo di una vendetta misteriosa. Il regista di Twentyforseven, scoperto proprio a Venezia, si conferma qui come una dei talenti più inclassificabili e vitali del cinema britannico, capace di trasformare il realismo sociale e aspro del sottoproletariato in un apologo dell'amicizia tradita e del sentimento spezzato.



     


     


     


    mercoledì 8 settembre


    NEMMENO IL DESTINO


    Regia: Daniele Gaglianone


    Sceneggiatura: Daniele Gaglianone, Giaime Alonge, Alessandro Scippa


    Interpreti: Mauro Cordella (Alessandro), Fabrizio Nicastro (Ferdi), Lalli (Adele),


    Stefano Cassetti (Lorenzo)


    Produzione: Fandango, Armadillo


    Distribuzione italiana: Fandango


    Vendite estere: The Works


    Ufficio stampa: Daniela Staffa, Tel. 06 97745023 Fax 06 97745020 ufficiostampa@fandango.it


    Italia, 2004,110'


     


    Tre destini d'adolescenti si incrociano in una scuola del sottomondo torinese. Alessandro e i due migliori amici cercheranno, senza sapere come, la felicità o almeno una minima serenità. Una morte, una scomparsa, una casa data alle fiamme; una madre bambina e un padre che non c'è; una gita in montagna, una corsa in moto, un bagno al fiume: frammenti di vita catturati da una cinepresa inquieta e moderna. Dal romanzo di Gianfranco Bettin, il secondo film dell'autore dei Nostri anni.


     


     


    giovedì 9 settembre


    DARWIN'S NIGHTMARE


    Regia e sceneggiatura: Hubert Sauper


    Montaggio: Denise Vindevogel


    Suono: Veronika Hlavatsch


    Produzione: Mille et une productions, Coop99, Saga film


    Vendite estere: Celluloid Dreams


    Austria / Francia / Belgio, 2004, 107'


     


    Nasce come un documentario sulla pericolosa invasione dei Luciperca, i pesci killer del Lago Vittoria. Diviene un viaggio allucinante nel neocolonialismo occidentale e nella disperata fotografia di un continente in guerra di cui nessuno dà conto. Come l'Africa scopre la new global economy grazie agli aerei-cargo che sbarcano armi e caricano pesci predatori. Il film-documento non è un genere, ma una scrittura in cui la cinepresa accoglie in presa diretta la vita senza pietà né compiacimento.


    Opera prima


     



     


     


     


    venerdì 10 settembre


    4


    Regia: Ilya Khrzhanovsky


    Sceneggiatura: Vladimir Sorokin


    Interpreti: Marina Vovchenko (Marina), Sergey Shnurov (Volodia), Yury Laguta (Oleg)


    Produzione: Filmocom


    Ufficio stampa: Alexandre Koulch, Filmocom, +791-61462169, blacklizard@yandex.ru


    Russia, 2004, 126'


     


    In una notte moscovita sferzata dal freddo e scandita dagli ululati dei cani selvaggi, tre destini si incrociano brevemente: una donna e due uomini legati dall'immaginazione di vite che non vivranno mai. Esordio folgorante di un figlio d'arte, erede del maggiore regista d'animazione sovietico, il film è tratto dal romanzo più scandaloso e vietato della nuova Russia e dipinge un mondo sospeso tra realismo visionario e fantascienza immaginata. Il ritratto composito e rabbioso di una società senza certezze.


    Opera prima



     


     


     


    Eventi speciali


     


    giovedì 2 settembre


    Omaggio a Vittorio Gassman


    CARO VITTORIO


    Quando Marco Risi diede il primo ciak del film che avrebbe dovuto raccogliere l'eredità artistica del Mattatore non sapeva che ci sarebbe stato tempo solo per una sequenza.


    Grazie alla collaborazione del regista, della Sorpasso Film e della Fondazione Gassman, oggi questa sequenza ritrova il pubblico, con una sorpresa in più…


     


     


    giovedì 2 settembre


    MORASSEIX


    Regia: Damien Odoul


    Sceneggiatura: Damien Odoul, Antoine Lacomblez


    Interpreti: Damien Odoul (César), Pascal Pagnat (Douze), Audrey Bellessort (Lili)


    Produzione: D.O.Films


    Vendite estere: Wild Bunch


    Ufficio stampa: Elise Girard, Tel. +33 1 42 78 17 95, elisegirard@wanadoo.fr,


    Francia, 1992-2004, 91'


     


    Scritto, diretto e interpretato dal regista al suo esordio, è il film scomparso dell'enfant prodige del cinema francese. Cronistoria della rabbia senza ragione e della guerra privata di un gruppo di giovani alla periferia della Francia profonda. Capostipite di un'estetica del disagio sempre più diffusa nel cinema europeo, Morasseix non è un  reperto del passato: piuttosto l'opera contemporanea e nuovissima di un autore che viene a Venezia a raccontare una storia con radici solo apparentemente lontane nel tempo.


    Opera prima


     


     


    venerdì 3 settembre


    Omaggio a Nico D'Alessandria


    L'IMPERATORE DI ROMA


    Regia: Nico D'Alessandria


    Interpreti: Gerardo Sperandini, Nadia Haggi, Giuseppe Amodio


    Italia, 1987, 90'


     


    Il più disperato e solitario dei cineasti indipendenti italiani viene ricordato alla Mostra con il suo film d'esordio, allucinato viaggio attraverso la Roma storica e la città dei senza tetto né legge, cronaca senza speranza della vita buttata del drogato Gerry. Con l'affetto di tutti noi per quello che resterà sempre "l'amico immaginario".


     

    ----------------------------
    AUTORI E STILI DI REGIA, UN CORSO ONLINE DELLA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI, DAL 27 FEBBRAIO

    ----------------------------

      ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

      Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative