VIDEOCLIP – Love Letters da Michel Gondry

Lettere d'amore firmate Michel Gondry per il nuovo video del gruppo inglese Metronomy, Love Letters, singolo contenuto nell'omonimo disco in uscita il prossimo 10 Marzo.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Il concetto è semplice: i membri della band si esibiscono in un contenitore colorato gigante ogni parete del quale raffigura una differente location. In tutto sono sei: uno studio di registrazione, una macchina, un bosco, un teatro, uno schermo del pc e un una donna che canta.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

La sensazione è quella che i Metronomy si esibiscano su un palco rotante ma in realtà a muoversi è l'occhio/macchina del regista, che svela lentamente il marchingegno da lui stesso creato, decisamente più semplice rispetto ciò a cui siamo abituati. E decisamente fatto a mano, almeno così pare, tipicamente nel suo stile.

Nell'era della tecnologia stratosferica, dove tutto è possibile ad una qualità sfavillante, Gondry ancora preferisce le scatole di cartone colorate. Nel suo ultimo film, Mood Indigo, fa mangiare a Romain Duris gomitoli di lana e il sangue sulla pista ghiacciata dove i due protagonisti pattinano sembra celophan colorato di rosso con i pennarelli.

Per non parlare di Be Kind Rewind dove l'intera trama ruota intorno al fatto che i due protagonisti devono fisicamente ricostruire sequenze di film di culto come Ghostbusters o A spasso con Daisy per risollevare le sorti della loro videoteca. Stessa cosa qui. Sarebbe bello vedere esibirsi questi simpatici ragazzi un po' anni '70 contemporaneamente in sei posti diversi. E così sia.

Il cineasta costruisce una macchina della simultaneità dove si fa finta che questo sia possibile. La fantascienza di Gondry consiste nello spremersi le meningi e tirare fuori il meglio (o il peggio) dalla propria fantasia. Nel modo più semplice e rimboccandosi le maniche, usando le mani possibilmente.

Le scatole, poi, gli sono sempre state care. Da un pacco regalo gigante faceva uscire una Natalie Portman danzante nel video del 2007, Dance Tonight di Paul McCartneyQui partecipa in prima persona alla festa con il suo sguardo divertito, che a noi arriva attraverso la camera che si muove in un unico e lungo pianosequenza.
Che stia solo sbirciando prima di lanciarsi in pista?
 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"