LAVORI IN CORSO. Margot Robbie, Tin Tin, Scorsese, Gyllenhaal, Final Destination

Un progetto in cantiere da diversi anni, quello del live action sul giocattolo icona della Mattel, ed ora Barbie ha un volto reale: sarà Margot Robbie a vestire i panni della celebre bambola, nel doppio ruolo di protagonista e produttrice.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Giocare con Barbie alimenta la fiducia, la curiosità e la comunicazione nel viaggio di scoperta di sé che ogni bambina compie” ha dichiarato l’attrice “Nel corso dei suoi sessanta anni di storia, Barbie ha messo in condizione i ragazzi di immaginarsi in ruoli di spessore come una principessa o il presidente. Sono davvero onorata di interpretare questo ruolo e produrre un film che credo avrà un impatto molto positivo sui bambini e il pubblico in tutto il mondo”.
Difficile farsi un’idea sulle possibili vicende che daranno vita allo script, non essendo mai stato scritto un reale profilo narrativo legato al personaggio. Non ci resta che porre fiducia nell’operato della Warner e, soprattutto, nella commistione di intenti tra la LuckyChap (casa di produzione della Robbie fattasi valere con I, Tonya) e Mattel stessa, coinvolta in prima persona nel progetto.
——————————————————————————————————————-
Quale miglior modo di festeggiare i primi 90 anni di Tintin se non nell’annuncio di un secondo capitolo cinematografico?
E’ in arrivo un nuovo adattamento per il giovane reporter belga dei fumetti, confermato dalla stessa casa editrice Casterman nel nome del direttore Benoit Mouchart e dagli addetti ai lavori, niente meno che Peter Jackson e Steven Spielberg.
Dopo il successo della pellicola in motion capture Il segreto dell’unicorno diretto nel 2011 da Spielberg e prodotto da Jackson, ora i due grandi autori intercambiano i precedenti ruoli nell’idea di portare sullo schermo una rielaborazione dei due albi Lo scettro di Ottokar (1939) e L’affare Girasole (1956), soggetti di questa nuova rivisitazione.
——————————————————————————————————————-
Cresce l’attesa per The Irishman, il film diretto da Martin Scorsese che vede il ritorno insieme sul set di Robert De Niro, Harvey Keitel, Joe Pesci e Al Pacino. Distribuzione che avverrà nel corso del 2019 per conto di Netflix.
E se questo non bastasse, il colosso streaming ha confermato anche il rilascio di Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story by Martin Scorsese, documentario del regista dedicato al leggendario tour di Bob Dylan del 1975-1976, Rolling Thunder Revue.
Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story by Martin Scorsese cattura lo spirito turbolento dell’America del 1975 e la gioiosa musica che Dylan suonò durante l’autunno di quell’anno. – hanno dichiarato da parte di Netflix – Parte documentario, parte concert film, parte sogno delirante, Rolling Thunder è un’esperienza unica dal maestro Martin Scorsese”.
A quanto pare nei mesi a venire Netflix ha intenzione di regalare davvero innumerevoli gioie!
——————————————————————————————————————-
Si continua nel mondo delle produzioni Netflix con Velvet Buzzsaw, thriller disponibile sulla piattaforma a partire dal prossimo 1° febbraio.
Diretto da Dan Gilroy, il regista riporta sullo schermo Jake Gyllenhaal dopo la loro prima collaborazione vincente con Lo sciacallo – Nightcrawler.
Ambientato nel mondo dell’arte contemporanea di Los Angeles, dove gli artisti più quotati e i grandi collezionisti pagano prezzi esorbitanti quando l’arte e commercio vengono a contatto, il film vanta un grande cast che prosegue nei nomi di Rene Russo, Toni Collette, Zawe Ashton, Tom Sturridge, Natalia Dyer, Daveed Diggs, Billy Magnussen e John Malkovich.

IL TRAILER:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

——————————————————————————————————————-
Se la funzionalità del remake sta perdendo colpi è la tecnica del reboot a cercare di soppiantare alle relative mancanze del primo.
“Un personaggio ha la premonizione di un evento terrificante che ucciderà molte persone, riesce a far scampare la propria morte e quella di alcuni altri personaggi, e a quel punto una forza letale inizia a inseguirli per abbatterli uno dopo l’altro”. Se questa trama vi è nota siete tra i tanti cresciuti con la saga teen horror di Final Destination. Ed è notizia recente che la New Line Cinema abbia messo in cantiere un reboot pronto a reinventare il franchise.
Patrick Melton e Marcus Dunstan, sceneggiatori di quattro film della saga Saw – L’enigmista, si occuperanno dello script di questo sesto episodio destinato a dare nuova linfa per la contemporaneità a quel cult dell’intrattenimento diretto per la prima volta da James Wong nel 2000.