LAVORI IN CORSO. Sofia Coppola, Claire Denis, Zemeckis, Schrader, Steven Knight

Dopo ben quindici anni dalla prima collaborazione con Lost in Translation, e passando per lo special di Netflix A Very Murray Christmas del 2015 che li vedeva ricongiungersi, la regista Sofia Coppola e l’iconico Bill Murray stanno per tornare insieme sul set per On the Rocks, progetto che firmerà i suoi primi step su campo newyorkese a partire dalla prossima primavera.
E’ infatti sulle strade di New York che prenderà vita la storia di una donna (Rashida Jones) costretta a doversi riconnettere e confrontare con il padre donnaiolo e scatenato.
Questo ritorno sul grande schermo apre nuovi orizzonti esplorativi nella carriera di due talenti che in collaborazione hanno saputo offrire una sincera parabola poetica nel (non troppo) lontano 2003.
Lost in Translation, Oscar per Miglior sceneggiatura originale, valse alla Coppola anche la candidatura per Miglior regia, seconda donna nella storia degli academy awards dopo Lina Wertmuller che, nel 1977, fu candidata per Pasqualino Settebellezze.
——————————————————————————————————————-
Un trailer ufficiale per High Life, primo film in lingua inglese di Claire Denis pronto all’uscita nelle sale statunitensi il prossimo aprile.
Un dramma fantascientifico dalle tonalità psicologiche e horror che ha riscosso un buon successo nelle sue prime ai Festival internazionali e ora è pronto a sbarcare nell’occhio critico del pubblico, ma non per quello italiano al momento.
Robert Pattinson, Juliette Binoche, André Benjamin e Mia Goth sono i protagonisti della pellicola racconto di un padre e di una figlia che vivono in totale isolamento a bordo di una stazione spaziale, unici sopravvissuti di una colonia di ex detenuti spediti come cavie in un viaggio spaziale verso il buco nero più vicino alla Terra.

IL TRAILER:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

——————————————————————————————————————-
In questi giorni possiamo ammirare in sala il suo ultimo lavoro Benvenuti a Marwen ma Robert Zemeckis è già impegnato per un prossimo progetto dagli ottimi connotati, il nuovo adattamento di Chi ha paura delle streghe? tratto dal romanzo del 1973 di Roald Dahl.
Inizialmente definito un remake del film diretto da Nicolas Roeg nel 1990 con la celebre Anjelica Huston, Zemeckis ha tenuto a precisare che nella sua idea si propone di scrivere una sceneggiatura il più possibile fedele al libro di origine e, come tale, sulle orme di questo per raccontare le gesta di un bambino di sette anni che deve vedersela con vere e proprie creature maligne.
Una produzione che vede anche gli altisonanti nomi di Alfonso Cuaron e Guillermo Del Toro e che ha già un volto protagonista, quello della meravigliosa Anne Hathaway!
——————————————————————————————————————-
Anni e anni di lavorazione ma uno dei sogni di Paul Schrader sta per divenire realtà, il suo western Nine Men From Now si farà ed ha già due straordinari volti, quelli di Ethan Hawke e Willem Dafoe.
Un personaggio – ha dichiarato l’autore – è come Randolph Scott, il virtuoso uomo di legge, e l’altro è il viscido e subdolo antagonista. Perciò ho pensato che Ethan e Willem hanno interpretato entrambi i ruoli. Sono stati entrambi retti, ed entrambi sono stati subdoli. Quindi chi avrebbe potuto interpretare chi? Poi mi sono reso conto che avrei potuto avere entrambi, iniziando con Ethan nella parte del virtuoso e Willem in quella del reprobo e poi, all’inizio del terzo atto, invertire i ruoli. Così, all’improvviso, nessuno nella storia lo sa, ma all’improvviso entrambi interpretano il ruolo opposto“.
Ambizioso, fulminante e già tremendamente super atteso! Non resterà che ingannare il tempo con il suo acclamatissimo First Reformed, rilasciato direttamente in home video in Italia.
——————————————————————————————————————-
Non tornerà David Cronenberg alla regia e anche il volto di Viggo Mortensen sarà un ricordo legato al primo grande film, eppure La promessa dell’assassino avrà un sequel e lo sceneggiatore Steven Knight lo ha apertamente confermato con entusiasmo.
Il film è già entrato in produzione e news in merito si rincorreranno per i prossimi mesi, soprattutto per quelle che sono le domande che più tengono alta la curiosità: chi troveremo alla regia e e chi sarà il protagonista?
Per quanto riguarda le vicende Knight si è espresso: “La sceneggiatura è cambiata un po’. Il sequel terrà conto della politica attuale. È cambiata recentemente per via di quel che è accaduto nel mondo. Ho adattato l’argomento russo perché rifletta gli eventi recenti“.