The Idea of You, di Michael Showalter

Una rom-com innocua nei risultati che si adagia su un’estetica fin troppo standardizzata, un intreccio prevedibile e, a tratti, abbastanza soporifero. Dal romanzo di Robinne Lee. Su Prime Video

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------

L’ultima fatica di Michael Showalter, reduce dal discreto Spoiler Alert, è una rom-com sui generis, coraggiosa nelle premesse quanto innocua nei risultati. The Idea of You, prodotto  firmato Amazon MGM Studios, nasce come trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo dell’attrice e scrittrice Robinne Lee.

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI SCENEGGIATURA (IN PRESENZA) DAL 24 AL 28 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

Anne Hathaway, nel film Solène, è una meravigliosa quarantenne appena divorziata, madre di una ragazza di sedici anni e gallerista in un atelier di arte contemporanea. La crisi post-divorzio in cui si trova immersa la donna viene completamente spazzata via dall’incontro fortuito con l’affascinate ventiquattrenne Hayes Campbell (Nicholas Galitzine), cantante degli August Moon, una boy band di estremo successo che rievoca apertamente gli ormai sciolti One Direction. Il tête-à-tête tra Solène e il novello Harry Styles (in questo senso, non si può fare a meno di pensare al film come “controcampo-agè” della teen saga After) avviene per caso, durante il ben noto festival musicale Coachella, dove la donna sta accompagnando controvoglia la figlia con i suoi amici. Per errore, Solène sale nel truck che ospita l’artista. Tra di loro, si percepisce subito, nasce una grande chimica che sfocerà presto in un’appassionata storia d’amore, criticata e giudicata da tutti a causa della cospicua differenza di età tra i due.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

I meriti più grandi di The Idea of You, forse, si possono trovare proprio nella volontà di rendere il più possibile autentica e naturale la passione reciproca che colpisce due persone con quasi vent’anni di differenza ma anche nel tentativo di raccontare il clima giudicante e pieno d’odio che si vive all’interno dell’epoca dei social network.

Per il resto, c’è poco altro da segnalare in una commedia abbastanza stanca, che si adagia su un’estetica fin troppo standardizzata, un intreccio prevedibile e, per alcuni tratti, abbastanza soporifero. Non c’è alcun tentativo di uscire dalla fiacchezza di un comodo progetto preconfezionato e su commissione, che viaggia costantemente allo stesso ritmo per quasi centoventi minuti. Showalter, come peraltro gli era già capitato con Gli occhi di Tammy Faye, sembra volersi affidare unicamente alla presenza fisica dei suoi interpreti, facendo il minimo indispensabile. Hathaway e Galitzine sono bellissimi ed entrambi in parte, non lo si può negare. Ma questo onestamente non basta ad alzare il livello generale di una rom-com piuttosto piaciona, senza una precisa identità, in cui a mancare è quella verve irriverente che le permetta di reggere il confronto con le opere di riferimento di un genere sempre più standardizzato, sempre meno apprezzato e, di conseguenza, finanziato dall’industria cinematografica.

Titolo originale: id.
Regia: Michael Showalter
Interpreti: Anne Hathaway, Nicholas Galitzine, Ella Rubin, Reid Scott, Jordan Aaron Hall, Jaiden Anthony, Raymond Cham Jr., Viktor White, Dakota Adan, Annie Mumolo, Perry Mattfeld
Distribuzione: Prime Video
Durata: 115′
Origine: USA, 2024

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
2
Sending
Il voto dei lettori
2.43 (7 voti)
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative