Amy Winehouse su Film Tv

C’è grande attesa per il documentario di Asif Kapadia Amy – The Girl Behid the Name, nelle nostre sale per soli tre giorni (15, 16 e 17 settembre), omaggio al personaggio e alla persona di Amy Winehouse, racconto dell’ascesa e della caduta di una voce e di un’anima.

 

La famiglia, la politica, la religione, il potere, lo spirito. In un ritratto essenziale vi raccontiamo il regista che più di ogni altro ha saputo dar voce all’anima contradittoria dell’Italia: Marco Bellocchio, In Concorso a Venezia con Sangue del mio sangue, nelle sale dal 9 settembre.

 

Dizionario De Palma, ovvero tutto ciò che l’amante del cinema non può ignorare sul grande maestro americano. Regista della riscrittura e della vertigine, del falso e della manipolazione del desiderio, viene omaggiato in quest’edizione della Mostra di Venezia con un premio (Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker 2015) e un documentario (di Noah Baumbach e Jake Paltrow).

 

Dal 10 al 20 settembre Milano sogna all’ombra del grande schermo. Il Milano Film Festival, giunto alla 20a edizione, porta in città registi ed esperti del settore provenienti da ogni parte del mondo, in un fitto calendario di proiezioni, incontri ed eventi speciali.

 

Protagonista di Storie sospese, il nuovo film di Stefano Chiantini ispirato alla vicenda (reale) della frana di Ripoli, passato alle Giornate degli autori a Venezia e già in sala mentre ve ne stiamo parlando, Marco Giallini racconta a Film Tv tutta la fatica del set, il suo passato difficile e un futuro prossimo sul grande schermo.

 

Arrivata in televisione per Miss Italia, da allora non l’ha più lasciata. Da La dama velata a 1992, dopo alcuni passaggi al cinema (Fratelli unici e La scuola più bella del mondo) Miriam Leone torna sul piccolo schermo dall’11 settembre, insieme a Monica Guerritore, con Non uccidere.

 

Scanners dedicato agli autori presenti alla Mostra di Venezia: Maïdan di Sergei Loznitsa, commento giunto con eccezionale tempismo sulle proteste seguite alla sospensione degli accordi fra UE e governo ucraino; Adoration di Atom Egoyan, scontro di etica e civiltà tra le pieghe dell’intima ricostruzione di un’identità; La demora di Rodrigo Plà, racconto per luoghi di una società in cui se non ricordi dove sei stato non puoi sapere chi sei.

 

Arriva la seconda stagione della fantascienza di frontiera di Defiance, su AXN Sci-fi dal 16 settembre ogni mercoledì; Film Tv ha intervistato per noi Tony Curran. Da domenica 13 settembre torna Quelli che il calcio, con la conduzione di Nicola Savino e lo storico ritorno in Rai della Gialappa’s Band. Perfetta metafora e sintesi, a forma di mockumentary, dell’industria dell’intrattenimento vista dal suo interno: è The Comeback, serie voluta e interpretata da Lisa “Phoebe” Kudrow, che torna, a distanza di dieci anni dalla prima, sfortunata stagione, con nuove, dissacranti riflessioni.

 

Ritratto ironico e affettuoso dell’italiano medio alle prese con i miti grossolani e la rinascita del Dopoguerra. Era il 1952 e la critica italiana accolse con supponenza l’esordio di un giovane regista romagnolo noto per le sarcastiche vignette e poco più: Federico Fellini. La locandina della settimana è Lo sceicco bianco.