È morta Gina Lollobrigida

Si è spenta oggi la grande diva del cinema italiano capace di stregare nel corso della sua carriera i più grandi registi italiani, europei e di Hollywood. La nostra Top 10

--------------------------------------------------------------
MASTERCLASS DI REGIA ONLINE CON MIMMO CALOPRESTI DAL 5 MARZO

--------------------------------------------------------------

Ci lascia all’età di 95 anni una delle icone del cinema italiano. Gina Lollobrigida si è aggiudicata, nel corso della sua carriera, sette David di Donatello, condividendo il set con famosi registi italiani come Pietro Germi e Carlo Lizzani, Mario Monicelli e Steno, interpretando ruoli anche nelle pellicole americane dei registi John Huston e Carol Reed, al fianco di Humphrey Bogart, Burt Lancaster e Frank Sinatra. Tra i sui più grandi successi troviamo Pane, amore e fantasia (1953) di Luigi Comencini, grazie al quale da vita ad un ruolo di forte inclinazione popolana in cui affina una recitazione da autodidatta.

--------------------------------------------------------------
10 ANNI SENZA PHILIP SEYMOUR HOFFMAN 2014/2024

--------------------------------------------------------------

Gina Lollobrigida nasce il 4 luglio 1927. Trascorre l’adolescenza evitando i bombardamenti della seconda guerra mondiale prima di studiare all’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 1947 partecipa al concorso di bellezza Miss Italia e si classifica terza. Due anni dopo, sposa un medico sloveno, Milko Skofic. Le sua prima apparizione al cinema ha origine nel primo dopo guerra nel film Aquila nera (1946) di Riccardo Freda, per poi ritrovarla qualche anno più tardi ne Il delitto di Giovanni Episcopo (1947) di Alberto Lattuada e diversi film-opera del regista romano Mario Costa. In molti cominciano a notarla. Mario Monicelli e Steno la scritturano per il ruolo di della ribelle Margherita in Vita da cani (1950), Pietro Germi le affida un ruolo da co-protagonista in La città si difende (1951), e ottiene la parte della protagonista in Achtung! Banditi! (1951) un film di grande successo diretto dal regista genovese Carlo Lizzani. Gina Lollobrigida ha successo anche in Francia, prima con Fanfan la Tulipe (1952) di Christian-Jaque in cui recita assieme a Gerard Philipe, per poi avere un ruolo in La bella della notte (1952) di Rene Clair. Negli anni Cinquanta e Sessanta, è stata una delle interpreti più desiderate al mondo e ha recitato in un gran numero di film europei e americani al fianco di molti dei principali cineasti dell’epoca, come Il tesoro dell’Africa (1953) di John Huston, Trapezio (1956) di Carol Reed, Il grande giuoco (1954) di Robert Siodmak. Alla fine degli anni Sessanta affianca alla sua carriera cinematografica quella della fotografia e della politica. Il 2 febbraio 2018, Gina Lollobrigida riceve la sua stella a Hollywood sulla Walk of Fame, la numero 2 628.

LA NOSTRA TOP 10

1. TORNA A SETTEMBRE (1961) di Robert Mulligan

2. LA DONNA PIU’ BELLA DEL MONDO (1955) di Robert Z. Leonard

3. VENERE IMPERIALE (1962) di Jean Delannoy

4. BUONASERA SIGNORA CAMPBELL (1968) di Melvin Frank

5. PANE, AMORE E FANTASIA (1953) di Luigi Comencini

6. ACHTUNG BANDIT! (1954) di Carlo Lizzani

7. IL TESORO DELL’AFRICA (1953) di John Huston

8. TRAPEZIO (1956) di Carol Reed

9. LA BELLA DI NOTTE (1952) di RenéÈ Clair

10. UN OSPITE GRADITO…PER MIA MOGLIE (1972) di Jerzy Skolimowski

 

----------------------------
AUTORI E STILI DI REGIA, UN CORSO ONLINE DELLA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI, DAL 27 FEBBRAIO

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative