MITTELFEST 2004

LA PRIMA NAZIONALE DELLO SPETTACOLO "SALMAGUNDI", DIRETTO DAL REGISTA MARCO MARTINELLI, LA PRIMA ASSOLUTA DEL NUOVO LAVORO FIRMATO DAL COMPOSITORE FABIO VACCHI (TRASPOSIZIONE MUSICALE, IN FRIULANO, DI UN BRANO DAL CANTICO DEI CANTICI) E IL CONCERTO "GOLES", CHE VEDRA' PROTAGONSITI IL DIRETTORE ARTISTICO MONI OVADIA E LA CANTANTE LEE COLBERT, INAUGURANO, SABATO 17 LUGLIO, LA 13^ EDIZIONE DEL MITTELFEST, IN CARTELLONE A CIVIDALE DEL FRIULI FINO A DOMENICA 25


 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

FRA I PROTAGONISTI DEL FESTIVAL ANCHE MARGHERITA HACK, LA COMPAGNIA DI PINA BAUSCH, GIORGIO PRESSBURGER, SUOR MARIE KEYROUZ, VALIJA BALKANSKA, ENZO MOSCATO, L'YIDDISH THEATRE OF ISRAEL


------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

 


 

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

MITTELFEST 2004: LA GIORNATA INAUGURALE


CIVIDALE DEL FRIULI – Sarà la prima nazionale dello spettacolo Salmagundi, 'favola patriottica' scritta e messa in scena dal regista Marco Martinelli per la Compagnia delle Albe, a inaugurare, sabato 17 luglio (Teatro Ristori, ore 19), l'edizione 2004 di Mittelfest, il Festival di prosa, musica, danza, poesia e marionette dei Paesi del Centro Europa, in cartellone dal 17 al 25 luglio 2004 a Cividale del Friuli, per la direzione artistica di Moni Ovadia. Sui registri di una satira fantastica, in cui Aristofane, Jarry e Swift sono eletti ad 'antenati protettori' della vicenda e dei suoi protagonisti, si aprirà dunque la 13^ edizione del Festival (inaugurazione ufficiale, ore 17.30 in Piazza Paolo Diacono) dedicata quest'anno a un tema – Il tempo. Le voci  – che esprime e sottolinea una dimensione universale dell'avventura umana. <<E' il tempo – spiega Moni Ovadia – la dimensione che meglio accoglie ed esprime la vera natura e la vera essenza dell'uomo. Un versetto della Bibbia dice che il tempo, non lo spazio, è il santuario della vita dell'uomo. Lo spazio crea confini, impone steccati, sottolinea differenze con tutto quello che di tragico questo comporta e ha comportato nella storia dell'umanità>>. E sempre per la giornata inaugurale, protagonista del Festival sarà una delle più prestigiose e creative personalità musicali del panorama contemporaneo, il compositore Fabio Vacchi, autore del Concerto per Mittelfest affidato, nella giornata d'esordio del Festival, all'esecuzione dell'Orchestra Filarmonica Veneta (ore 20.30, Chiesa di San Francesco). Il concerto presenta, in prima mondiale, un brano tratto dal Cantico dei Cantici, in versione friulana musicata da Fabio Vacchi. E subito dopo, in Goles – Concerto per cantare l'Esilio, il direttore artistico di Mittelfest Moni Ovadia sarà affiancato da Lee Colbert e dalla Moni Ovadia Stage Orchestra, per un viaggio struggente nella spiritualità, nei racconti e nei suoni dell'esilio, cantati e ripercorsi come «condizione interiore della libertà e della centralità dell'uomo» (ore 22, Piazza Diacono).


 


 


MITTELFEST 2004: I PROTAGONISTI


Voci, dunque, a riprendere e a sottolineare il 'filo rosso' che unisce gli appuntamenti in cartellone per questa edizione di Mittelfest. Voci per tracciare ponti fra mondi lontani: come nel caso di Sœur Marie Keyrouz, la religiosa-cantante diventata popolarissima in tutta Europa, impegnata a Cividale insieme al suo Ensemble, la Congregation dei sœurs basiliennes, negli Hymnes à l'espérance (mercoledì 21 luglio). E Sempre nel segno del canto, dalla Bulgaria ecco Valja Balkanska (venerdì 23 luglio), la cantante che è la voce stessa del suo Paese. Una voce mandata nel 1977 nello spazio a bordo del Voyager, nella missione spaziale che ha condensato le impronte più significative della cultura terrestre, da Shakespeare a Dante. A raccontare le meravigliose leggi del cosmo, per questa edizione 2004 del Mittelfest, sarà la voce amata e autorevolissima di Margherita Hack, impegnata anche in scena per il debutto teatrale (venerdì 23 luglio) del testo Variazioni Sul Cielo, spettacolo "per luci, suoni e sogni", firmato da Promomusic – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – Mittelfest 2004, per la regia di Fabio Massimo Iaquone. A Mittelfest, ancora, una straordinaria icona della danza e dello spettacolo mondiale, l'artista e coreografa Pina Bausch, che ha riletto un suo spettacolo-cult riallestito con interpreti anziani e non professionisti. A Cividale, in esclusiva per l'estate 2004, sarà di scena Kontakthof mit Damen un Herren ab 65, di scena sabato 24 e domenica 25 luglio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Spicca ancora, in cartellone, lo spettacolo che porta la firma di Giorgio Pressburger, artista che incarna l'anima di questa nuova Europa dove approdano, con ufficialità di cittadinanza, anche i popoli dell'est. Il Rabbino di Venezia, con Luciano Roman e Laura Marinoni, è il dramma in tre atti, menzione speciale al "Premio Riccione" 2001, messo in scena da Pressburger per Mittelfest (venerdì 23 luglio). Intorno all'uomo e a una delle più immani tragedie del nostro tempo, gravita il progetto che Mittelfest dedica all'olocausto, affinché la memoria non ne abbia a perdere la sconvolgente drammaticità e unicità. Kinder – Traum Seminar, ovvero 'I sogni dei bambini' ma anche 'I bambini nei sogni', titola lo studio scenico che Enzo Moscato ha scritto e interpretato su un pensiero-parola dedicato alla Memoria Collettiva dell'Olocausto (domenica 18 luglio). Fra le ospitalità musicali, spicca a Mittelfest l'eccezionale e davvero impedibile presenza dell'Yiddish Theatre of Israel, protagonista di due diversi appuntamenti di Yiddish Musical, Gebirtig, di Yehoshua Sobol, dedicato al mondo cantato dal più grande trovadour del XX secolo Mordechai Gebirtig (martedì 20 luglio), e The Parry Sisters, di Michaela Ronzoni, storia di un esilio fisico ed emozionale, quello delle sorelle ebraiche Malka e Haya Parry (mercoledì 21 luglio).


 


MITTELFEST Ufficio stampa


Tel. 0432.701437    Cell  335.6023988 – 340.6804500