PGA Awards: vince Oppenheimer. Sarà Oscar?

Con ben 13 nomination agli Oscar, Oppenheimer continua a cavalcare l’onda e a fare incetta di tutti i premi più prestigiosi in circolazione. Non sembra avere alcun rivale. La pellicola diretta da Christopher Nolan, dopo aver conquistato anche i SAG Awards, proprio ieri si è aggiudicata i PGA Awards, rispettivamente il premio dell’associazione degli attori di Hollywood e il riconoscimento della Producers Guild of America, ovvero il sindacato dei produttori americani.

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

Tutti e due i riconoscimenti sono da sempre un fortissimo indicatore per capire in quale direzione andrà l’assegnazione degli Oscar che quest’anno, si terranno il 10 marzo a Los Angeles. In 25 edizioni su 34 finora il vincitore del PGA ha ottenuto l’Oscar come Miglior film, e dal 2009 ad oggi solo tre film si sono comportati diversamente: La grande scommessa, La La Land, 1917. Oltretutto, sebbene l’Oscar al miglior film venga votato da tutti i membri dell’Academy, non solo dai produttori, il metodo utilizzato è lo stesso identico, quello preferenziale.

La pellicola dedicata al padre della bomba atomica ha ottenuto il Darryl F. Zanuck Award come miglior produttore di film: si conferma così come lo strafavorito per la vittoria degli Oscar. Nei 29 anni trascorsi dalla fondazione del SAG, solo un film ha vinto tutti e tre i premi precursori delle Gilde per poi perdere quello come miglior film agli Oscar, ovvero Apollo 13.

La co-produttrice di Oppenheimer Emma Thomas, moglie di Nolan, ha accettato il premio cinematografico, sottolineando: “Questo premio significa così tanto, in questa sala piena di persone di cui ammiriamo il lavoro. Sapete quanto sia difficile essere produttore, ma anche quali gioie può riservare questa professione. E Chris è il miglior produttore che si possa sperare di avere: in passato siamo stati nominati ma non avevamo mai vinto, ma ogni volta che siamo stati invitati in questa sala, abbiamo sempre sentito un grande sostegno“.

Cinque statuette ai Golden Globe 2024, sette ai BAFTA, una ai Grammy Award, quattro ai Critics Choice Award 2024, tre ai Dallas-Fort Worth Film Critics Association, tre ai Screen Actors Guild Award, due ai Saturn Award, due al New York Film Critics Circle Awards, Miglior regia ai Directors Guild of America Award… Sarà Oscar?

--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE SCRIVERE E PRESENTARE UN DOCUMENTARIO, DAL 22 APRILE

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Array