Warner Bros. Tutti i film del 2021 distribuiti in contemporanea in sala e su HBO Max

Con una decisione storica, la major ha deciso che i suoi film in uscita nel 2021 saranno distribuiti contemporaneamente in sala e su HBO Max

La Warner Bros ha annunciato, nella giornata del 3 Dicembre che, a causa della precaria situazione del circuito cinematografico, tutti i suoi film previsti per il 2021 verranno distribuiti nello stesso giorno sia in sala che su HBO Max, accessibili per tutti gli abbonati senza sovrapprezzi. A essere coinvolti saranno diciassette titoli tra cui Those Who Wish Me Dead di Taylor Sheridan, il prequel de I Soprano (The Many Saints Of Newark) ma anche blockbuster come il Dune di Denis Villeneuve e The Suicide Squad di James Gunn. La decisione della Warner va ad inserirsi nella grande strategia di ripensamento del versante distributivo che ha coinvolto la filiera cinematografica a partire dalla primavera del 2020. Nel Marzo di quest’anno, Universal distribuì online, senza passare dalla sala, film come The Invisible Man, mentre Disney in estate ha distribuito su Disney+, con un sovrapprezzo, il remake live action di Mulan, optando per una release tradizionale solo dove non fosse ancora disponibile la piattaforma. Al contempo, una sentenza in Agosto ha annullato lo storico decreto Paramount, che proibiva alle case di produzione di possedere circuiti di sale cinematografiche.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

La strategia della Warner prevede che dopo un periodo di un mese in cui il film sarà visibile sia in sala che su HBO Max, rimarrà disponibile solo al cinema fino al termine della tradizionale finestra di tre mesi dopo la quale sarà disponibile per l’acquisto sulle piattaforme on-demand. Si partirà con Wonder Woman 1984, disponibile in America dal 25 Dicembre 2020 e costato alla Warner, per rivedere i contratti di distribuzione, il 60% dei ricavi dei biglietti da destinare alle sale cinematografiche, un compromesso che, forse, si ripeterà anche con gli altri titoli della slate.

In filigrana alla decisione della Warner, si intravede il tentativo di riparare agli errori della distribuzione di Tenet, che non è riuscito a dare un po’ di respiro al sistema della sala. Ci si sta confrontando con l’evoluzione di quella stessa strategia, una distribuzione duplice che offrirebbe entrate garantite capaci probabilmente di far rientrare almeno del budget investito in produzione. Al concetto di approccio win-win fa riferimento anche la stessa CEO di Warner Media Ann Sarnoff, che parla di un modello temporaneo, valido solo per il 2021: “Sappiamo quanto i nuovi film siano la linfa vitale del circuito cinematografico ma dobbiamo prendere atto atto che molti cinema opereranno a capacità ridotta per tutto il 2021. Con la nostra strategia supporteremo i nostri partner dando la possibilità di vedere i nostri film a chi non potesse tornare in sala”.

Dietro alle motivazioni della Warner è però probabile trovino spazio anche obiettivi occulti che la società spera di perseguire. Secondo Todd Sprangler di Variety dietro la scelta di Warner si nasconderebbe la volontà di spingere all’angolo Roku, concorrente di FireTv ad implementare il launcher di HBO Max sulla piattaforma attraverso quest’iniezione di titoli di prima fascia. Incrociando invece la scelta di Warner con la dimensione digitale è impossibile non percepire non solo l’evidente desiderio di spingere nuovi utenti verso HBO Max sfruttando l’hype dei nuovi titoli ma anche, ragionando per ipotesi e non senza malizia, la volontà di sfruttare magari in modo inedito strumenti che solo una piattaforma digitale può offrire, come gli algoritmi e gli strumenti di profilazione degli utenti.

Ovvio che la decisione della Warner ha già scatenato malumori tra gli esponenti dei circuiti cinematografici. In particolare Adam Aaron, presidente della catena AMC Entertainment il 4 Dicembre si è detto stupito di come la Warner abbia esteso senza preavviso l’accordo in essere con AMC per Wonder Woman 1984 a tutti i titoli del 2021, preannunciando risposte efficaci al passo aggressivo dell’azienda: “Warner Media è pronta a sacrificare gran parte della redditività della sua divisione cinematografica. Faremo tutto il possibile per assicurare che le strategie Warner non ci danneggino. Procederemo ad organizzare accordi che ci aiutino a preservare i nostri interessi”.

Di seguito, tutti i film Warner che verranno distribuiti in America in questa doppia modalità, ancora non è noto se quest’approccio verrà adottato anche in Italia, in cui, comunque, Wonder Woman 1984 arriverà in sala il 28 Gennaio.

The Little Things
Judas and the Black Messiah
Tom & Jerry
Godzilla vs. Kong
Mortal Kombat
Those Who Wish Me Dead
The Conjuring: The Devil Made Me Do It
In The Heights
Space Jam: A New Legacy
The Suicide Squad
Reminiscence
Malignant
Dune
The Many Saints of Newark
King Richard
Matrix 4
---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative