Denzel Washington pilota per Zemeckis

Denzel Washington in Flight di Robert Zemeckis

E’ disponibile in rete il trailer dell’ultimo film di Robert Zemeckis, Flight con Denzel Washington nei panni di un pilota che, durante un misterioso guasto, riesce a salvare miracolosamente quasi tutti i passeggeri diventando inizialmente un eroe. Nel corso delle indagini, emergono però delle contraddizioni e i dubbi su cosa sia veramente accaduto.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

 Il trailer è visibile anche qui.

 

Denzel Washington in Flight di Robert ZemeckisE’ disponibile in rete il trailer dell’ultimo film di Robert Zemeckis, Flight con Denzel Washington. Il geniale regista americano figlio degli anni’80 e derivato diretto dell’estetica spielberghiana. Dopo 12 anni Zemeckis ritorna al film in live action con Flight, thriller aereo in cui Denzel Washington interpreta un pilota che, durante un misterioso guasto all’aereo in volo, riesce a salvare miracolosamente quasi tutti i passeggeri diventando inizialmente un eroe. Man mano però che le indagini sull’accaduto prendono corpo, emergono le contraddizioni e i dubbi su cosa sia veramente accaduto durante il volo.

Il cast vanta la presenza di molti notevoli caratteristi del calibro di John Goodman, Don Cheadle e Melissa Leo, Bruce Greenwood, Jabes Bage Dale

Flight è scritto dall’attore-produttore-sceneggiatore (ha scritto anche Real Steel con Hugh Jackman) John Gatins. Zemeckis è uno dei registi sperimentatori che ha contribuito a traghettare Hollywood nella nuova era digitale. Back To The Future, Who Framed Roger Rabbit, Forrest Gump, Contact, What Lies Beneath sono i titoli che hanno reso celebre il mito del regista come precursore di un decostruzionismo velato di malinconia e di un’ironia da candide, umanista e capriana. Zemeckis dopo l’apologo esistenzialista Cast Away, aveva proiettato il suo cinema in direzione di uno sperimentalismo essenzialmente sfacciato, ampliando fino all’estremo la ricerca dell’essenza di un cinema puramente visivo, attraverso l’uso della performance capture, tecnica in cui si fa recitare l’attore con dei marcatori posizionati su una tuta di tipo velcro, la quale è collegata ad un computer che registra i movimenti dell’attore e costruisce così un suo avatar digitale che riprende perfettamente le movenze dell’attore. Zemeckis aveva usato questa tecnica per un periodo molto lungo, per tutti gli anni ’00, iniziando con il film Polar Express, fino alle due successive produzioni, The Legend of Beowulf e A Christmas Carol, avrebbe dovuto utilizzarla anche nel progetto Yellow Submarine, un film in 3D sui Beatles, ma la produzione è momentaneamente ferma. Flight uscirà negli USA il 2 novembre 2012, in Italia l’uscita è fissata per il 24 gennaio 2013.

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative