FCE20 – I vincitori del Festival del Cinema Europeo

Vince il FCE “Oray”, di Mehmet Akif Büyükatalay. Premiato anche “Cronofobia” di Rizzi, per il quale Marchioni si aggiudica il Premio SNGCI. Il “Premio Mario Verdone” va ai fratelli D’Innocenzo.

Si è conclusa con ottimi riscontri la ventesima edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce (8-13 aprile 2019), diretto da Alberto La Monica e dedicato a Cristina Soldano. Numerosi i personaggi illustri che il Festival ha ospitato in questa edizione, dal grande cineasta russo Aleksandr Sokurov all’icona del cinema italiano Stefania Sandrelli; e ancora, Nino Frassica, Paola Minaccioni e Alessandro Siani per celebrare la commedia italiana. Il Festival festeggia quest’anno anche le dieci edizioni del noto “Premio Mario Verdone” con i fratelli Verdone. Non sono mancati poi gli eventi speciali e le anteprime che hanno portato a Lecce Stefano Accorsi, Leonardo D’Agostini, Marios Piperides, Laura Luchetti, Jean-Marie Benjamin, insieme a importanti esponenti dell’industria cinematografica italiana, quali Matteo Rovere, Sidney Sibilia, Paolo Del Brocco, Luigi Lonigro, Giuseppe Gallo, Gianluca Pignataro e molti altri.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

I premi consegnati durante la cerimonia di chiusura di sabato 13 – condotta da Virginia Panzera e Carlo Gentile – sono:

Ulivo d’Oro “Premio Cristina Soldano al Miglior Film” per Oray (Germania, 2019) di Mehmet Akif Büyükatalay con la seguente motivazione: «Una sconvolgente analisi del contrasto tra credenze tradizionali e comportamenti umani nelle nostre società contemporanee. Un’opera prima alquanto personale, che si distingue per un profondo scavo psicologico. Partendo da un evento apparentemente di poco conto, il regista riesce a esplorare alcune delle grandi questioni legate alle comunità di recente immigrazione in Europa».

Premio per la Miglior Sceneggiatura a Elma Tataragić per Stitches (Serbia, 2019) di Miroslav Terzić.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Premio per la Miglior Fotografia a Tamás Dobos per Genesis (Ungheria, 2018) di Árpád Bogdán.

Premio Speciale della Giuria (presieduta da Marco Müller e composta da Guillame Calop, Pippo Mezzapesa, Ana Urushadze, Olena Yershova) a Cronofobia (Svizzera, 2018) di Francesco Rizzi.

La giuria FIPRESCI (Francesco Grieco, Anders E. Larsson e Georgios Papadimitriou) ha premiato Two for Joy (UK, 2018) di Tom Beard.

Premio SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani) assegnato dai soci del Sindacato e dal Presidente Laura Delli Colli al migliore attrice/attore europeo a Vinicio Marchioni per Cronofobia di Francesco Rizzi.

La giuria del Premio Cineuropa (Stefan Kitanov, Stefan Laudyn, Stefan Uhrik) ha assegnato il riconoscimento a Genesis di Árpád Bogdán.

Il Premio del pubblico va a Summer Survivors (Lituania, 2018) di Marija Kavtaradze.

Il “Premio Mario Verdone” 2019 è stato assegnato a Damiano e Fabio D’Innocenzo per La terra dell’abbastanza (Italia, 2018).

La settima edizione del “Premio Emidio Greco” (comitato di selezione: Jacopo Chessa, Lia Furxi, Alberto La Monica) è stato assegnato dalla giuria composta dalla famiglia Greco a YOUSEF di Mohamed Hossameldin.

La giuria della sezione Puglia Show (Giovanni Robbiano, Alessia Barela, Corrado Azzolini) ha assegnato il Premio Centro Nazionale del Cortometraggio, Premio Augustus Color, a Nessun dorma di Paolo Strippoli. Menzione speciale a Et in terra pacis di Mattia Epifani.

Premio Rai Cinema Channel di euro 3.000 è stato assegnato dalla giuria (Maria Federica Lo Jacono e Manuela Rima) a Et in terra pacis di Mattia Epifani.

Il Premio Unisalento, assegnato dalla giuria composta dagli studenti del Cineclub Universitario, attività di promozione e studio della cultura audiovisiva erogata dal Centro Interdipartimentale di Ricerca in Digital Humanities dell’Università del Salento e sostenuta dalla Fondazione Apulia Film Commission, va a Satyagraha di Nuanda Sheridan.

Il Premio Agiscuola, attribuito da una giuria di studenti delle scuole superiori di Lecce, è stato assegnato a Genesis di Árpád Bogdán.

Il Premio Rotary Club Lecce va a Ci alzeremo all’alba di Jean-Marie Benjamin.

 

La XXI edizione del Festival del Cinema Europeo si terrà a Lecce da lunedì 30 marzo a sabato 4 aprile 2020.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8