Nicola. Cozze, Kebab & Coca Cola, di Antonio Palumbo

Un viaggio alla scoperta di San Nicola di Bari attraverso i paesi del mondo in cui il Santo viene venerato. Evento Speciale della 22^ edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce

----------------------------
UNICINEMA – PIU' DI UN'UNIVERSITÀ, MEGLIO DI UNA SCUOLA DI CINEMA

----------------------------

Dicono che quando si è a corto di idee è bene guardarsi dentro e cercare attorno a noi degli spunti. Nel quotidiano, nella vita di tutti i giorni e più vicino di quando ci possiamo immaginare c’è tutto quello di cui abbiamo bisogno. Attraverso questa riflessione Antonio Palumbo, giovane attore e regista barese, costruisce la cornice narrativa del suo secondo documentario, Nicola. Cozze, Kebab & Coca Cola, evento speciale della 22^ edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce.

----------------------------
OPEN DAY UNICINEMA/SCUOLA DI CINEMA 12 GIUGNO ORE 18.00

----------------------------

Nicola. Cozze, Kebab & Coca Cola racconta la storia di Antonio, un regista a corto di idee che un giorno ha una visione di San Nicola che gli chiede di girare un film sulla sua vera storia. Così Antonio si mette in viaggio attraversando tutti i Paesi in cui il santo è venerato. Un viaggio attraverso culture e tradizioni popolari.

All’interno di un contesto apparentemente bizzarro che racconta una storia personale come se fosse universale, il film trova il ritmo alternando testimonianze reali a caroselli di vita contemporanea in città sempre più lontane da Bari. Dalla contemplazione ortodossa, ai vicoli di Bari Vecchia, dalla regione francese della Lorena alle Fiandre, attraverso l’Olanda e le luci di New York. Un viaggio in cui il Santo si fonde con l’umano e le tradizioni con il merchandising. E’ infatti la scoperta delle origini del Santa Claus americano il momento più sensazionale e sorprendente del racconto. L’incubazione inimmaginabile di San Nicola che diventa Sinterklass nei Paesi Bassi e poi Santa Claus in America, a New York, città votata al consumismo, che tramuta il Santo ‘porta doni rurale’ nord europeo nel paffuto Babbo Natale moderno della Coca Cola che noi tutti conosciamo.

Il barese doc Antonio Palumbo, finalista ai Nastri d’Argento con Varichina nel 2017, docu-film che racconta la vita di un omosessuale che negli anni Settanta gridava a tutti la sua fierezza, mostra ancora una volta la sua attitudine nel miscelare realtà e fiction, ribadendosi capace di seguire le orme della sua preda come un segugio che fiuta gli odori. Il linguaggio visivo sembra ordinario e convenzionale ma trova essenza e sostanza nella linearità del suo racconto. Il risultato è un apprezzabile prodotto ‘melting pot’ che amalgama in maniera eterogenea religioni, tradizioni e testimonianze autorevoli che convivono nel culto.

 

Regia: Antonio Palumbo
Distribuzione: Oz Film
Durata: 85′
Origine: Italia 2021

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3
Sending
Il voto dei lettori
4.33 (3 voti)
--------------------------------------------------------------
IL N.14 DELLA RIVISTA DI SENTIERI SELVAGGI

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative