#Viteinmusica – Incontri sul biopic musicale

In occasione della rassegna #Viteinmusica – Incontri sul biopic musicale, organizzata dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, in collaborazione con il DAMS e il sostegno del MIBACT, verranno presentati cinque film biografici musicali. Le proiezioni si terranno ogni mercoledì dal 30 ottobre al 17 dicembre, alle 18:30, presso il Teatro Palladium a Roma, e saranno precedute da interventi di critici ed esperti del settore.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

Amadeus (Miloš Forman, 1984), tratto dall’omonima opera teatrale di Peter Shaffer e liberamente ispirato alla vita del compositore Wolfgang Amadeus Mozart (di cui si tratteggiano gli eccessi e il genio artistico sino ai suoi ultimi giorni), sarà introdotto dal Presidente della Fondazione Roma Tre Teatro Palladium Luca Aversano e dal professor Enrico Carocci.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Io non sono qui – I’m Not There (Todd Haynes, 2007), parabola della carriera di Bob Dylan (interpretato da un magistrale Christian Bale) dagli esordi al ritiro dalle scene, verrà introdotto dal critico cinematografico Boris Sollazzo e dal critico musicale Giovanni Vacca.

Arrivederci Saigon (Wilma Labate, 2018), documentario presentato alla 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione Sconfini, ripercorre la storia de Le Stars, un gruppo di cinque ragazze partite dalla Toscana nel 1968 per una tournée in Estremo Oriente, dove si ritroveranno a suonare per le truppe americane impegnate nella guerra del Vietnam. La regista ne parlerà con il pubblico insieme a Veronica Pravadelli e Jacopo Pellegrini, entrambi docenti del Dipartimento Filosofia Comunicazione e Spettacolo dell’Università degli Studi Roma Tre.

Bird (Clint Eastwood, 1988), film tributo alla vita e alla musica jazz del sassofonista nero Charlie “Bird” Parker, morto a soli trentacinque anni per abuso di alcool e droga, verrà introdotto dal critico cinematografico Massimo Galimberti e dal musicologo Ennio Speranza. 

Infine, il lavoro di montaggio Vite parallele, composizione di alcune delle sequenze più significative del genere cinematografico oggetto della rassegna, sarà accompagnato dal dibattito tra Vito Zagarrio, regista e professore dell’Università degli Studi Roma Tre, e Antonio Rostagno, professore di Storia della Musica presso l’Università La Sapienza di Roma.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *