#Berlinale68 – Sarà Isle of Dogs di Wes Anderson il film d’apertura

Le notizie che arrivano da Berlino sono in modalità stop motionIsle of Dogs, l’ultimo film animato di Wes Anderson, aprirà la competizione ufficiale alla 68° edizione della Berlinale, che inizia il prossimo 15 febbraio 2018. L’immaginario Anderson ormai è diventato una presenza frequente nelle edizioni degli ultimi anni; questa è la quarta volta che il regista statunitense presenta un film al festival, dopo The Royal Tenenbaums nel 2002, The Life Aquatic with Steve Zissou nel 2005 e The Grand Budapest Hotel nel 2014, con cui ha vinto il Gran Premio della Giuria.

Il lungometraggio, in anteprima mondiale, sarà il primo film animato in apertura nella storia della Berlinale, evento che il direttore del Festival Dieter Kosslick ha voluto sottolineare: “Sono molto felice del fatto che sia Wes Anderson a dare inizio alla Berlinale un’altra volta. Isle of Dogs è un film che subito cattura il cuore del pubblico con il suo fascino in stile Anderson“.

Ambientato in Giappone nel 2037, in una specie di Distopia dove tutti i cani del paese vengono messi in quarantena su un’isola di rifiuti, il dodicenne Atari Kobayashui decide di recarsi sull’isola per cercare il suo cane Spots. Lì, troverà l’aiuto di un gruppo di cani in cattività, e insieme cercheranno una via di uscita e un modo per sfuggire alle autorità giapponesi.

Il film, che include in originale le voci di  Bryan Cranston, Scarlett Johansson, Edward Norton, Frances McDormand, Bill Murray, Jeff Goldblum, Tilda Swinton, F. Murray Abraham, Yoko Ono, Harvey Keitel, Courtney B. Vance, Yojiro Noda, Fisher Stevens, Mari Natsuki e Nijiro Murakami, esce nelle sale americane il 23 marzo 2018.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *