Sicilia Queer FilmFest: una retrospettiva su Gabriel Abrantes

All’interno della settima edizione del Sicilia Queer FilmFest (25 Maggio – 1 Giugno) ci sarà spazio anche per una retrospettiva dedicata a Gabriel Abrantes, considerato da molti come una giovane promessa del cinema contemporaneo. Classe ’84, Abrantes ha già realizzato 18 lavori tra corti e mediometraggi e sta finendo di montare il suo primo lungometraggio, dal titolo Tristes Monroes. Nei suoi film regna una chiave comica che va ad esplorare i temi della politica (in Ennui ennui Barack Obama era il padre di un drone inviato a bombardare in Afghanistan), dell’architettura, del teatro (Aristofane inOrnithes; Shakespeare in Fratelli) e della commedia pura (Os humores artificiais, il suo ultimo lavoro, è la storia d’amore tra un robot che decide di fare lo stand up comedian e una ragazza proveniente dalle comunità indigene brasiliane).

E’ la prima volta che una manifestazione cinematografica europea dedica un’intera sezione a questo autore, segno che il festival di Palermo ha deciso di puntare tutto sul giovane regista che è stato più volte paragonato, per la sua espressione del desiderio e l’ampia conoscenza culturale, ad personaggi come Pasolini, Kenneth Anger, Warhol e João Pedro Rodrigues.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *