SOUNDTRACKS – Only Lovers Left Alive, di Jim Jarmusch

“Here I go,

Falling down, down, down,

My mind is a blank,

My head is spinning around and around,

As I go deep into the funnel of love.”


Wanda Jackson – Funnel of Love

Gira su se stessa la macchina da presa di Jim Jarmusch nelle prime inquadrature di Only Lovers Letf Alive, ipnotica come l'andamento del vinile di Funnel of Love, classico rockabilly firmato Wanda Jackson, che ne accompagna i fotogrammi iniziali. Gli amanti del titolo sono Adam ed Eve, coppia di vampiri amabilmente snob con una passione ardente per l'arte. Adam vive come un recluso in una Detroit, un tempo centro nevralgico dell'industria musicale grazie alle presenza della storica Motown Records, abbandonata e decadente, passando le notti a comporre musica, circondato da strumenti di ogni genere ed epoca. Eve vive in Marocco, a Tangeri, tra centinai di volumi antichi, i libri di David Foster Wallace e i dipinti di Basquiat. Due città molto dissimili che rappresentano perfettamente le differenze caratteriali dei due. Adam è un animo tormentato e solitario, cupo come il blues che risuonava per le strade di una città ormai fantasma di se stessa, mentre Eve è sensuale e radiosa come i dettagli delle architetture arabe. Queste diversità sono alla base anche della scelta delle musiche che accompagnano la pellicola.

Jarmush, parallelamente all'attività di cineasta, ha sempre coltivato la sua attrazione per le sette note, sia come membro dei Dark Day e The Del -Byzanteens, sia costellando i suoi film di continue citazioni al mondo della musica e mostrando una particolare attenzione alla costruzione delle colonne sonore. La musica entra nel tessuto filmico non solo come accompagnamento alle scene ma anche grazie al ruolo, spesso centrale, dato da Jarmusch a musicisti come Joe Strummer e Iggy Pop per interpretare i suoi personaggi. Una “tradizione” questa iniziata nel 1984 con Stranger Than Paradise dove Richard Edson, primo batterista dei Sonic Youth, e il jazzista John Lurie, curatore di buona parte delle colonne sonore dei film di Jarmusch, ricoprono i ruoli principali, in una pellicola il cui tema musicale ricorrente è I Put a Spell on You di Screamin' Jay Hawkins. Lo stesso Hawkins che torna nelle vesti del portiere dell'albergo dove risiedono i protagonisti di Mystery Train, film impregnato della figura di Elvis, la cui voce riecheggia da una radio nella hall, grazie ad una languida versione di Blue Moon, presentata dalla voce inconfondibilmente roca di Tom Waits (come il Wolfman Jack di American Graffiti). Se per i primi film il riferimento musicale era quello rock'n'roll/blues, con Dead Man, onirico western del '95, il regista di Akron, si affida alle improvvisazioni della chitarra elettrica di Neil Young e alle basi hip hop del rapper e produttore statunitense RZA per il noir Ghost Dog, incentrato sulla figura di un sicario, seguace del codice di comportamento dei samurai. Una sorta di pastiche musicale contraddistingue invece la colonna sonora di Broken Flowers. Per accompagnare il casanova Don Johnston, interpretato da Bill Murray, nel suo viaggio attraverso le varie fisionomie geografiche e sociali dell'America, alla ricerca dell'ipotetica madre del suo ipotetico figlio, Jarmusch, con il contributo del musicista francese di origini etiopi, Mulatu Astake, accosta brani molto distanti per genere. In Broken Flowers convivono infatti pezzi rockstedy come Ride Yu Donkey del gruppo anni '60 jamaicano The Tennors con il soul della versione di I Want You di Marvin Gaye insieme al jazz di matrice africana dello stesso Astake.


Only Lovers Letf Alive è forse il film più musicale di Jarmusch. Tra riferimenti a vecchie Gibson Supra o Hastrom degli anni '60, quintetti d'archi scritti da Adam per Schubert, il rockabilly di Eddie Cochran e le musiche funebri del compositore William Lawes, la vera particolarità non è tanto nella miriade di rimandi tra alto e basso, tipica del cinema del regista, quanto piuttosto al suo trasformarsi in un vero e proprio one man band alla Abner Jay. Jarmusch scrive ed esegue insieme al suo gruppo, gli SQÜRL, coadiuvato dalle composizioni del liutaio Jozef van Wissem, la partitura originale di Only Lovers. Il risultato è dato da una tarcklist divisa in due. Da una parte troviamo brani non originali come la già citata Funnel of Love della Regina del Rockabilly, Wanda Jackson, nella versione rallentata eseguita dagli SQÜRL con la partecipazione della cantante dei Cults, Madeline Follin, Trapped By A Thing Called Love della cantante R&B Denise LaSalle, Can't Hardly Stand It di Charlie Feathers con i tipico cantato a singhiozzo o l'esecuzione della cantante libanese Yasmine Hamdan di Hal, brano fortemente incentrato sulle sonorità della musica araba. La partitura originale è caratterizzata invece da chitarre elettriche distorte (Streets of Detroit), con un andamento ipnotico e notturno ( The Taste Of Blood ) che si uniscono alle note acute e pizzicate del liuto influenzato dalla tradizione araba (Sola Gratia, Streets Of Tangeri ), rinascimentale (Our Hearts Condemn Us) o medievale (Only Lovers Letf Alive). L'unione del vibrato delle chitarre elettriche e dei sintetizzatori con la leggerezza del liuto rappresentano la varietà e la ricchezza del mondo di Adam e Eve, amanti della bellezza, intesa come strumento per accrescersi ed elevarsi nel corso dei secoli trascorsi assieme. Non a caso Adam chiama gli umani con l'appellativo dispregiativo di zombie, esseri incapaci di evolversi attraverso la ricerca e la dedizione al bello che passa specialmente attraverso le arti, la letteratura e la musica. Only Lovers Left Alive si serve della storia d'amore tra due vampiri per inserire una serie di riflessioni sull'arte e la vita, esplicitate dai diversi punti di vista dei due amanti, o critiche verso la società americana che risultano facilmente estendibili alla nostra, utilizzando di volta in volta esempi differenti. Dal sangue umano ormai contaminato da malattie e droghe, dal fallimento di Detroit un tempo brulicante di creatività e talenti, alla natura effimera della fama vista attraverso il decadimento dell'industria discografica.


La colonna sonora di Only Lovers Left Alive è una miscela di generi musicali che vanno dalla musica classica a quella araba
attraversando il rockabilly e il rhythm and blues. Un condensato di riferimenti ad epoche e artisti diversi, proprio come le pareti dell'appartamento di Adam dove convivono in armonia le immagini di Billie Holday e Thelonius Monk con quelle di Patti Smith e Joe Strummer. Con Only Lovers Left Alive, tra ghiaccioli al sangue, invenzioni ispirate al genio di Tesla, riferimenti letterari e cinematografici (Da Stephen Dedalus al Dottor Stranamore, da Daisy Buchanan al Faust) e citazioni al cinema stesso di Jarmusch ( la scena della partita a scacchi tra Adam e Eve rimanda a quella tra Jack e Meg White in Coffee and Cigarettes), ci abbandoniamo al suo fascino e anche la nostra mente, come quella dei due vampiri dopo essersi nutriti del loro amato 0 negativo, gira intorno, inebriata dalla bellezza.

 

 

Track listing:

Funnel Of Love – Wanda Jackson

Harissa – Kasbah Rockers

Caprice No. 5 in A Minor – Charles Yang

Gamil – Y.A.S.

Can't Hardly Stand It – Charlie Feathers

Trapped By A Thing Called Love – Denise LaSalle

Soul Dracula – Hot Blood

Under Skin Or By Name – White Hills

Red Eyes And Tears – Black Rebel Motorcycle Club

Little Village – Bill Laswell

Hal – Yasmine Hamdan

Streets Of Detroit – SQÜRL

Funnel Of Love – SQÜRL (featuring Madeline Follin)

Sola Gratia (Part 1) – Jozef Van Wissem & SQÜRL

The Taste Of Blood – Jozef Van Wissem & SQÜRL

Diamond Star – SQÜRL

Please Feel Free To Piss In The Garden – SQÜRL

Spooky Action At A Distance – SQÜRL

Streets Of Tangier – Jozef Van Wissem & SQÜRL

In Templum Dei – Jozef Van Wissem (featuring Zola Jesus)

Sola Gratia (Part 2) – Jozef Van Wissem & SQÜRL

Our Hearts Condemn Us – Jozef Van Wissem

Hal – Yasmine Hamdan

Only Lovers Left Alive – Jozef Van Wissem & SQÜRL

This Is Your Wilderness – Jozef Van Wissem & SQÜRL 


 

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"