#Venezia2018 – Leone d’Oro alla carriera per David Cronenberg

“La violenza, la trasgressione sessuale, la confusione di reale e virtuale, il ruolo deformante dell’immagine nella società contemporanea. Un universo popolato di deformità grottesche e allucinanti accoppiamenti”. Così, Alberto Barbera definisce l’immaginario del regista canadese David Cronenberg che – è stato annunciato oggi – riceverà il Leone d’Oro alla Carriera alla 75 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografico di Venezia (29 agosto – 8 settembre 2018)

Nell’accettare la proposta, il regista ha dichiarato: “Ho sempre amato il Leone d’oro di Venezia. Un leone che vola su ali d’oro –– è l’essenza dell’arte, non è vero? L’essenza del cinema. Sarà davvero entusiasmante ricevere il Leone d’oro”. 

Nel 1991, con Il pasto nudo, Cronenberg è stato in Concorso al Festival di Berlino, dove nel 1999 ha vinto l’Orso d’argento con eXistenZ. I film di Cronenberg Crash, Spider, A History of Violence, Cosmopolis e Maps to the Stars sono stati in gara per la Palma d’oro a Cannes, dove nel 1996 Crash ha vinto il Premio speciale della Giuria. Nel 2011, A Dangerous Method è stato in Concorso alla Mostra di Venezia.

Nel 1999 ha presieduto pure la Giuria del Festival di Cannes, dove nel 2006 è stato premiato col riconoscimento alla carriera, la Carrozza d’oro.