11º Festival Divergenti, il programma

Al via la 11ª edizione dell’evento sul cinema trans che si svolgerà dal 2 al 4 Dicembre a Bologna. In cartellone 10 opere, oltre ad incontri, seminari e proiezioni speciali sulla tematica

Al via la 11º edizione di Divergenti – Festival Internazionale di cinema trans, l’unica rassegna cinematografica in Italia, ed una delle poche al mondo, a tematica specificamente trans, che si svolge, in presenza, dal 2 al 4 dicembre presso il Cinema Lumière di Bologna, e online sul sito di Docacasa. Progettato e realizzato dal MIT – Movimento Identità Trans, con la direzione artistica di Nicole de Leo e Porpora Marcasciano, il festival seleziona e promuove il meglio della cinematografia internazionale dedicata all’immaginario transgender, con l’ambizione di offrire uno spaccato dell’identità trans in continuo mutamento, sfidando gli stereotipi negativi e stimolando, nel contempo, il superamento dei pregiudizi e delle paure.

---------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA

---------------------------------------------------------------

Al centro dell’evento figura il Concorso Internazionale, composto per l’edizione corrente da ben dieci opere, tra documentari e prodotti di finzioni, provenienti da diverse parti del globo, allo scopo di narrare, mediante la contaminazione dei codici e dei generi filmici, le esperienze, le identità e le lotte delle comunità transgender globali. Alla competizione ufficiale, inoltre, il Festival affiancherà anche una serie di eventi collaterali, tra incontri, seminari e proiezioni speciali, deputati alla costituzione di un’occasione di dialogo e confronto non solo sulle esperienze attraversate dalle comunità trans in società, ma anche su quelle da esse affrontate nelle carceri, come emerge dalla collaborazione tra Divergenti e il DAP, il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, grazie alla quale verranno proiettate, in alcune carceri italiane, un manipolo di opere direttamente selezionate dalla rassegna.

Ad aprire il Concorso sarà l’anteprima italiana di Caer di Nicola Mai, un documentario collaborativo con parti anche di fiction che racconta le lotte per il riconoscimento e la giustizia delle donne trans latinoamericane che lavorano nell’industria del sesso di New York, seguito dalla proiezione del pluripremiato Lamebel di Joanna Reposi Garibaldi, ritratto intimo e politico di Pedro Lamebel, artista, scrittore e attivista cileno divenuto un’icona del movimento Queer in America Latina, che con i suoi testi taglienti e le performance provocatorie, seppe scuotere la società conservatrice cilena durante la dittatura di Pinochet.

Per quanto riguarda il cinema italiano, tra le opere proiettate figura l’anteprima nazionale di Loredana’s Fight Against Transphobia, reportage girato dalla regista Giulia Ottaviano su Loredana Rossi, fondatrice e attuale vicepresidente di Atn – Associazione transessuale Napoli, a cui fa seguito l’anteprima mondiale di Porpora di Roberto Cannavò, un viaggio on the road sull’avventura umana di Porpora Marcasciano, attivista, scrittrice e fondatrice del Mit che ha vissuto da protagonista i movimenti femministi, comunisti e trans dagli anni Settanta ad oggi. Infine, l’evento si concluderà con la proiezione di Good Times for a Change, in concomitanza con la cerimonia di premiazione dei film vincitori.

Per maggiori informazioni sul programma, visita il sito ufficiale del Festival.

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative