2/6/2004 – Piccoli maghi crescono


I tre giovani ed entusiasti protagonisti di Harry Potter, ovvero Daniel Radcliffe (Harry), Emma Watson (Hermione) e Rupert Grin (Ron), potrebbero rivelarsi inadatti fisicamente, causa crescita adolescenziale, ai ruoli previsti nei prossimi quattro episodi della saga di Harry Potter.


Gli ex bambini del primo film uscito nel 2001 crescono e per il momento li vedremo nelle sale il 4 giugno in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, puntata numero tre. "Sarebbe bellissimo che gli stessi ragazzi facessero tutti i film della serie" – ha dichiarato un ottimista Alfonso Cuaron, regista dell'ultima avventura tratta dai romanzi della scrittrice J. K. Rowling – "sarebbe una cosa molto, molto speciale". Per il momento sono stati confermati per il quarto episodio, Harry Potter and the Goblet of Fire, che sarà diretto da Mike Newell (Quattro matrimoni e un funerale, Mona Lisa Smile) mentre si attende la trasposizione del quinto libro, Harry Potter and the Order of the Phoenix, uscito lo scorso anno. Nel quarto film i maghetti sono 14enni: l'età della Watson, fuori quota Radcliffe (15 anni quest'estate) e il sedicenne Grint.


Ma Cuaron (Y tu mama tambien) è fiducioso: "Ora devono girare il numero quattro, gliene mancano solo tre. E non credo che a Dan cresca improvvisamente un altro occhio oppure diventi alto due metri da un giorno all'altro. Lo stesso vale per Emma e Rupert. Speriamo. Nell'ultimo film i loro personaggi dovrebbero avere 17 anni, loro ne avranno 19. Penso che si possa fare".