28/3/2003 – il week end di Fuori orario

Celebrità, Amleti e Nero su Nero

FUORI ORARIO cose (mai) viste
di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliatto e Bendoni
presenta:

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Venerdì 28 marzo 2003   ore 1.15 – 7.00
Castcitta': famosi per (piu' di) 15 minuti
a cura di Francesco Di Pace
con i film:
CELEBRITY          prima visione TV
(USA 1998, b/n, 109')
Regia: Woody Allen
con: Kenneth Branagh, Judy Davis, Charliza Theron, Melanie Griffith, Leonardo Di Caprio
Il giornalista Lee Simon lascia la moglie Robin e insegue invano sesso e successo passando da una diva a una modella, da un editor d'assalto a una comparsa. All'ex moglie va meglio: conosce un produttore televisivo e sistema amore e carriera in un colpo solo.
NASHVILLE
(USA 1975, col. 151', v.or.sott.it. )
Regia: Robert Altman
con: David Arkin, Barbara Baxley, Ned Beatty, Keith Carradine, Geraldine Chaplin, Shelley Duvall, Scott Glenn
A Nashville, nel Tennessee, si svolge un megafestival di musica country, sponsorizzato da un candidato politico qualunquista che sta facendo la campagna elettorale: durante cinque giorni si intrecciano varie vicende (una cameriera cerca la via del successo, la moglie di un avvocato vive un breve amore con un cantante, una giornalista della BBC inanella tutta una serie di gaffe, un vecchio si preoccupa della salute della moglie, i potenti locali si adoperano per favorire il candidato repubblicano) che si concludono con l'uccisione al Centennial Park della cantante Barbara Jean mentre la gente continua a cantare "It don't worry me", non me la prendo.


 

--------------------------------------------------------------------
OFFERTA CORSI SCENEGGIATURA ONLINE
Due nuovi corsi operativi di Sceneggiatura per il Cinema e le Serie Tv! Scopri l’offerta sul pacchetto

--------------------------------------------------------------------

Sabato 28 marzo 2003    ore 1.05 – 7.00    (cambio ora legale)
AMLETI (sempre) di meno
a cura di Stefano Francia
con i film:
OPHELIA          prima visione TV
(Francia, 1963, b/n, 99', v.or.francese sott.it.)
Regia: Claude Chabrol
con: Alida Valli, Claude Cerval, André Jocelyn, Juliette Mayniel, Robert Burnier, Jean-Louis Maury, Sacha Briquet
Acutissima rivisitazione della storia di Amleto, nella Francia moderna, tutta giocata sul potere della visione e sulla riflessione sul cinema: il protagonista vede Amleto di Olivier, si convince di essere nella stessa situazione, organizza una messa in scena per smascherare la madre o lo zio.


AMLETO di CARMELO BENE  (da Shakespeare e Laforgue)
(Italia, 1977, b/n, 64')
Regia: Carmelo Bene
con: Carmelo Bene, Lydia Mancinelli, A.Vincenti, Franco Leo, Jean Paul Boucher, Paolo Baroni, Luigi Mezzanotte
Trasposizione televisiva dello spettacolo teatrale di Carmelo Bene andato in scena nel 1976.
IO, AMLETO
(Italia, 1952, b/n, 89')
Regia: Giorgio C. Simonelli
con: Erminio Macario, Luigi Pavese, Franca Marzi, Rossana Podestà, Giuseppe Porelli, Adriano Rimoldi, Marisa Merlini
Il giovane principe danese Amleto, avvertito dal fantasma del padre, sopravvive agli attentati del malvagio zio Claudio e conquista il trono. Parodia quasi letterale del testo shakespeariano, corredata di lieto fine.



Domenica 30 marzo 2003    ore 1.15 – 6.00
AMLETI (sempre) di meno
a cura di Stefano Francia
con i film:
HAMLET
(Hamlet, Gran Bretagna, 1948, b/n, 148')
Regia: Laurence Olivier
con Laurence Olivier, Jean Simmons, Basil Sidney, Felix Aylmer, Eileen Herlie, Norman Woland, Terence Morgan
È una delle versioni più fedeli della tragedia shakespeariana, molto aderente all'origine teatrale dello spettacolo. Olivier sperimentò nuove tecniche di ripresa che permisero di seguire i movimenti della scena mantenendo la visione d'insieme senza rinunciare all'uso dei primi piani. Forse il più famoso di tutti gli adattamenti cinematografici da Shakespeare, nel 1948 fu premiato con cinque Oscar. Ardita all'epoca l'interpretazione psicoanalitica dei rapporti tra Amleto e Gertrude.
HOMELETTE FOR HAMLET
operetta inqualificabile da J. Laforgue
(Italia – RAI –  1987,  col. 62')
regista e protagonista: Carmelo Bene
con: Ugo Trama, Marina Polla de Luca, Achile Brugnoni, Vladimiro Walman, Stefania De Santis
La ripresa televisiva di Homelette for Hamlet, una delle ultime perlustrazioni di C.B. tra Amleto e Laforgue (precede Hamlet suite), forse la più dissacrante e ironica. L'operetta debutta a Bari nel 1987, al centro della messa in scena, colorizzata elettronicamente, troviamo sempre Hamlet, circondato da angeli barocchi-berniniani (a colloquio anche con la beata Ludovica Albertoni), ispirato dai surrealisti francesi e dal poeta Jules Laforgue. 
Un altro Amleto, ennesimo tassello della sua   costruzione maniacale – da vivente – come un estremo satrapo orientale che sur-ride l'occidente (…)  un vero e proprio mausoleo, dell'opera registrata in forma di monumento sepolcrale(…)  in cui il teatro incontra il suo doppio ma lo è, in cui non solo il "frame" della scena o della parola si tende fino a rompersi ma è la nostra cornice soggettiva, tutto il resto del mondo, fino a (s)confessarsi come limite e a cadere, a ritrovarsi perduto sulla strada più precisa e indicata… (e.gh.)


 


Lunedì 31 marzo 2003  ore 23.50 -3.00
NERO SU NERO
a cura di Francesco Di Pace ed Enrico Ghezzi
con i film:
CRIMINI INVISIBILI                                        prima visione TV       
(The End of Violence, Francia/Germania/USA 1997, col. 117)
Regia: Wim Wenders;  con Bill Pullman, Andie MacDowell, Gabriel Byrne
La "fine della violenza" e' quella che la CIA vuole ottenere sistemando migliaia di videocamere a Los Angeles: salvo eliminare un ricercatore che ha intenzione di rivelare il piano. Ma e' anche quello che desidera il produttore Mike Max, che dopo aver rischiato la morte si eclissa facendo il giardiniere, rinunciando alla moglie e ai soldi.
IL BACIO DELL'ASSASSINO                                                            
(Killer's Kiss, USA 1955, b/n  64')
Regia: Stanley Kubrick;  con Frank Silvera, Jamie Smith, Irene Kane, Jerry Jarret
Un pugile fallito difende una ballerina dal suo datore di lavoro che, dopo averla violentata, la teneva prigioniera in uno scantinato.
Appassionante e allucinato noir strutturato come un lungo flashback, e' il secondo lungometraggio di Kubrick. Finale mozzafiato sui tetti di New York.


 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7