"Aeon Flux" di Karyn Kusama

Il film della Kusama, tratto da una serie animata creata da Peter Chung e lanciata in televisione da MTV, è una miscela calibrata di fantascienza ed azione, dove entrambi i generi sembrano non prevalere uno sull'altro, restando sulla rispettiva linea di confine ed infondendo alle immagini una sorta di carica inespressa.

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------

Charlize Theron sembra passare con disinvoltura da un ruolo all'altro senza risentirne minimamente in termini di credibilità professionale. Dal dramma – con Monster prima e North Country dopo – alla fantascienza il passo non è breve né tanto meno semplice, ma pare che alla bella attrice sudafricana piacciano le sfide. Lo stesso si può dire della regista Karyn Kusama che dopo aver diretto nel 2000 Girlfight, primo  film, in netto anticipo sul capolavoro eastwoodiano Million Dollar Baby, a narrare la gesta di un pugile donna con una grande voglia di riscatto, si è buttata in un progetto rischioso e dagli esiti non prevedibili.


Anno 2415, dopo che un virus ha decimato gran parte della popolazione mondiale, i superstiti hanno creato Bregna, città ipertecnologica dove regna la pace e l'ordine assoluto. La città è dominata da un governo totalitario capeggiato dal dittatore Trevor (Martin Csokas). Non tutti però apprezzano l'"ordine forzato", tanto meno Aeon Flux (Charlize Teron), macchina da guerra facente parte del gruppo di ribelli Monican, decisi ad uccidere il dittatore.


Il film della Kusama, tratto da una serie animata creata da Peter Chung e lanciata in televisione da MTV, è una miscela calibrata di fantascienza ed azione, dove entrambi i generi sembrano non prevalere uno sull'altro, restando sulla rispettiva linea di confine e infondendo alle immagini una sorta di carica inespressa. Fantascienza naif, effetti speciali pressoché assenti, una scenografia di Andrew McAlpine volutamente datata ed approssimativa, come a voler sottolineare il carattere ludico e per certi versi nostalgico del film per un cinema di fantascienza che è ormai scomparso, soppiantato dalla più sofisticata ed avanzata tecnologia (digitale). Sequenze d'azione incruente, ma combattimenti coreografati con una certa perizia stilistica, eleganti, mai superflui e ripetitivi. La Theron è perfetta nel ruolo di Aeon : corpo sinuoso, magnetico e carismatico, fasciato elegantemente in tute nere che ne esaltano la potenza erotico-guerresca: l'eroina più convincente dai tempi della mai dimenticata Catwoman interpretata da Michelle Pfeiffer in Batman – Il ritorno di Tim Burton. Il film però non convince pienamente. Si ha l'impressione che non trovi la spinta giusta per decollare, è zavorrato. Le immagini sono "stagnanti" e sembrano raffazzonate le une con le altre solo per dare una  minima compattezza e coerenza narrativa.

--------------------------------------------------------------------
SCENEGGIATURA: Tutti i corsi in arrivo della Scuola di Cinema Sentieri selvaggi


--------------------------------------------------------------------

Alcune scelte interpretative sono decisamente mal riuscite: Frances Mac Dormand nella parte dell' oracolo è un elemento estraneo al contesto narrativo, la sua presenza è corpo filmico spiazzante ed eccessivo, dall'aspetto per certi versi caricaturale.


Il punto di forza di Aeon Flux risiede invece nel suo lato più misterioso ed invisibile: la storia d'amore tra Aeon e Trevor. Una legame sentimentale vissuto nel passato e dimenticato, un amore che non viene mostrato – ad eccezione della sequenza finale – ma solo "suggerito" attraverso il fuori campo, punto invisibile mai raggiunto dallo sguardo ma elemento significativo in questo secondo lungometraggio della Kusama.

Titolo originale: Id.


Regia: Karyn Kusama


Interpreti: Charlize Theron, Marton Csokas, Jonny Lee Miller, Frances McDormand, Pete Postlethwaite


Distribuzione: 01 Distribution


Durata: 93'


Origine: USA, 2005

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative