Arcipelago 2.0: L'ultimo spettacolo

Si svolgerà dal 15 al 22 Giugno, alla Casa del Cinema e alla Multisala Intrastevere di Roma, la 2.0a e ultima edizione di ARCIPELAGO – Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini. L'anniversario del ventennale coinciderà infatti con la conclusione di una lunga esperienza che, dal 1992 a oggi, ha visto la manifestazione romana dedicata ai nuovi formati e alle nuove tendenze del cinema indipendente affermarsi rapidamente fino a diventare la più seguita sul piano nazionale.
 

ARCIPELAGO ha chiamato per i suoi vent'anni un gruppo di cineasti tra i più vicini al Festival, chiedendo loro di realizzare un micro-corto (un filmòide) di un minuto e dintorni, nella più totale libertà tematica ed espressiva. Con un unico vincolo: non essere un corto "celebrativo". E' nato così Un minuto al termine, una collezione di 11 cortometraggi inediti (e altri se ne aggiungeranno in seguito): una vera e propria antologia di generi, linguaggi e umori narrativi firmata da Mario Amura, Gianluca Arcopinto, Pappi Corsicato, Chiara Malta, Davide Marengo, Paola Randi, Bruno & Fabrizio Urso, Edoardo Winspeare. E anche dal neo-David di Donatello Simone Massi, il cui poetico pettirosso animato si alzerà in volo all'inizio di ogni proiezione del Festival.

 

L'evento centrale del programma sarà è la retrospettiva Focus Polonia, organizzata in collaborazione con il Polish Film Institute, la Krakow Film Foundation, la Scuola Nazionale Polacca di Cinema, Teatro e Tv di ?òd?, e l'Istituto Polacco di Roma: quattro programmi (15 titoli) che racchiudono l'eccellenza della più recente "produzione breve" polacca, storicamente supportata da un sistema formativo rigoroso e di grande prestigio (se ne discuterà in una tavola rotonda il 19 Giugno, all'Istituto Polacco, in presenza del rettore della Scuola di ?òd?, Robert Glinski), che ha forgiato diverse generazioni di straordinari cineasti di fama internazionale come Andrzej Wajda, Krzysztof Kieslowski, Jerzy Skolimowski, Krzysztof Zanussi, Roman Polanski e Zbigniew Rybczynski.


Su un totale di ben 158 titoli in programma per le sezioni competitive, segnaliamo per il Concorso Internazionale THE SHORT PLANET, dove fa spicco un numero insolito di commedie, musical e horror, l'anteprima italiana di Deragliamenti di Chelsea McMullan, una produzione Fabrica sul mitico progetto felliniano mai realizzato Il viaggio di Mastorna, rievocato da Milo Manara, e alcuni nomi di vaglia come John Hurt (nel corto inglese Love at First Sight), il premio Oscar Danis Tanovic (regista di Prtljag, sul dramma dei sopravvissuti alla tragedia bosniaca), Tom Waits e Terry Gilliam e il duo William Joyce e Brandon Oldenburg artefici di The Fantastic Flying Books of Mr Morris Lessmore, ultimo Oscar per il Miglior Corto d'Animazione.

 

Per quanto riguarda il Concorso Documentari EXTRA LARGE, i "vari gradi di senilità" raccontati da Duccio Chiarini (Hit the Road, nonna) e Vincenzo Mineo (Zavorra) si confrontano soprattutto con i video-ritratti, spesso d'autore (Emma Dante Sud Costa Occidentale di Clarissa Cappellani, Letters from Palestine di Ludovica Fales, Giusva di Francesco Patierno, Figli di chi si amava di Aurelio Grimaldi), mentre nella vasta carrellata di generi ospitata dalla panoramica ITINERARI si distingue tra gli altri lo scrittore Erri De Luca, nelle vesti di protagonista del corto di Andrea Di Bari Di là dal vetro.

 

Quest’anno per la prima volta Arcipelago sarà ad ingresso gratuito.

 

Info: 

email: info@arcipelagofilmfestival.orgTel. +39.06.39388262

web: www.arcipelagofilmfestival.org

 

Ufficio Stampa:

Studio PUNTOeVIRGOLA

info@studiopuntoevirgola.com – Tel.  +39.06.39388909