Attentato a Stefano Calvagna

Stefano CalvagnaRoma spara. Stefano Calvagna, il regista de Il lupo, L’uomo spezzato, Il peso dell’aria, ieri sera è stato vittima di un agguato. Due uomini in scooter (un’Honda Sh) lo hanno atteso all’uscita del Teatro Anfitrione, in via San Saba, e, dopo averlo chiamato per nome, hanno esploso sette colpi di pistola. Uno è andato a segno, colpendo il regista a una gamba. Erano all’incirca le 22:45. Un attentato in piena regola, a quanto sembra. Ricoverato all’ospedale San Giovanni, Calvagna versa comunque in buone condizioni e ha dato una prima ricostruzione dei fatti agli inquirenti. Non è del resto la prima volta che si trova in situazioni da “poliziesco”. Già nel 1992, infatti, fu ferito sempre a una gamba durante una rapina alla gioielleria del padre. L’anno scorso, inoltre, rivelò di aver ricevuto una lettera intimidatoria con tre bossoli, all’uscita de Il peso dell’aria (film sul tema dell’usura). (a.s.)