Bent – Polizia Criminale, di Bobby Moresco

Danny Gallegher (Karl Urban) è un detective della narcotici finito in carcere con delle accuse infamanti, tra cui quella imperdonabile di aver freddato un poliziotto, che, una volta uscito di prigione, vuole vendicarsi dell’uomo che l’ha incastrato ed ha ucciso il suo compagno di pattuglia. Inizia una ricerca puntigliosa di indizi che lo porta ad incontrare un affascinante quanto ambiguo agente governativo, Rebecca (Sofia Vergara), ed uno sbirro in pensione, e fama d’incorruttibile, Jimmy Murtha (Andy Garcia), con la chiarissima funzione di mentore. Sullo sfondo un matrimonio finito a pezzi in conseguenza dell’arresto.

La scelta di Bobby Moresco per questo crime thriller è quella di una parziale attinenza alle regole di genere poliziesco, con l’eroe che finisce ai margini, screditato, perseguitato, costretto a lottare contro un sistema nel quale credeva ma che ad un certo punto si è rivelato corrotto fino alle fondamenta. Dispotico verso chiunque si permetta di indagare nel marciume, da individuare ed eliminare. Il film ricostruisce un percorso a tappe verso la verità che significa riabilitazione, da ottenere imparando a giocare secondo un’altra legge, di là dallo steccato, o magari infrangendola. Moltiplica i nemici, veri o presunti, dietro una spessa coltre di sospetto, con lo spettatore che attraverso gli occhi del protagonista condivide i dubbi e le paure nel giudicare le persone che incontra sul proprio cammino. Con il pericolo che può celarsi tanto dietro un distintivo ed un aspetto burbero, che nei tratti seducenti di una donna che nasconde un’insidia dietro un sorriso. Ed in questo uso dei corpi come motore di tensione, un uso espressivo e voluttuoso, il regista riversa tutte le cartucce, e scontri a fuoco, esplosioni, colluttazioni, diventano collante, il soffio che aziona la girandola emotiva.

La decisione di puntare piuttosto al lato attoriale, a discapito della parte action, il cui ricorso in un cop movie è solitamente regola di base, carica i protagonisti di una responsabilità probabilmente eccessiva. Sarebbe stato lecito attendersi allora una contropartita, con la discesa dentro le atmosfere del noir, che viste le premesse, il rinnegato, la bambola sexy circondata dall’ombra del dubbio, poteva essere lo sbocco più naturale. Ma anche questa opzione viene lasciata cadere dal regista. Moresco sceglie infatti di puntare su un registro meno asfissiante, con qualche minima vena d’umorismo e la fiducia che i particolari dell’indagine, insieme al carisma degli attori, rappresenti materiale sufficiente ad esplodere gli ingredienti della storia. Quello che ottiene, in assenza di un vero colpo di scena, è un prodotto ibrido, con dei buoni interpreti, girato dentro uffici, cantieri e strip club, e qualche scorcio del golfo del Messico nella cornice di New Orleans. Tra le locations figura anche Roma.

Titolo originale: Bent
Regia:
Robert Moresco
Interpreti:  Karl Urban, Sofia Vergara, Andy Garcia
Origine: USA, 2018
Distribuzione: Notorius Pictures
Durata: 96’