D.N.A. (Decisamente Non Adatti), di Claudio Gregori e Pasquale Petrolo

Il duo comico romano esordisce alla regia con un film disponibile direttamente sui digital store. Parlare di complotti batteriologici è sicuramente una mossa al passo coi tempi, ma può bastare?

«Me chiamano Bulldog perché non mollo mai la presa, giusto?» «No, per le guance». È un problema di vecchia data, quello dei soprannomi, per Pasquale Petrolo – Lillo per gli amici.

--------------------------------------------------------------------
Il Black Friday prosegue ancora solo per Sentieriselvaggi21st, fino al 4 dicembre!


-----------------------------------------------------

Bulldog infatti è un coatto del quartierino il cui volto tradisce una bontà d’animo troppo spesso malcelata. Un po’ come il carrozziere Chico che tutti chiamavano «ah Chicco!» ne Il grande salto di Giorgio Tirabassi.
Del resto l’esasperazione di un certo tipo di romanità Lillo&Greg se la portano dietro dai tempi de Alla Fiera del Tufello, vero e proprio inno della nomenclatura criminale, esaltazione parossistica delle dinamiche rionali (sul tema, dei Latte e i suoi derivati, si consiglia caldamente di recuperare almeno il binomio califanesco Radio Pajata Fresca/ Me so’ ‘ngrifato).

---------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020

---------------------------------------------------------------------

E di quella stagione mitica del rock umoristico sotto il Cuppolone Lillo&Greg continuano ad essere paladini instancabili attraverso una percorso fatto di progetti musicali indipendenti, di continui spettacoli teatrali seguitissimi nella Capitale ed ora anche con l’esordio alla regia di un film. 

D.N.A. (Decisamente Non Adatti) è la storia del bulletto Bulldog e di Ezechiele, impacciato docente universitario che cerca di insegnare Genetica con scarsa autorevolezza. I due si conoscono sin da bambini e siccome Bulldog sente di aver trascurato la sua cultura personale per tutta la vita, decide di rivolgersi al nemico di un tempo per chiedergli aiuto. Di fatto i due possono trarre beneficio ognuno dalla personalità dell’altro: Bulldog tenterà di apprendere qualche formula per rendere più credibile il suo eloquio, Ezechiele invece proverà ad imparare da un criminale come si fa ad essere rispettati da studenti, figli e colleghi. Un’occasione troppo ghiotta per non tentare qualche risolutivo esperimento genetico…

dna-decisamente-non-adatti

Tra le cose da dire di questo D.N.A. (Decisamente Non Adatti) una cosa spicca sulle altre: arriva con una puntualità disarmante. La scelta di parlare di complotti genetici in un momento in cui la stessa proliferazione naturale del Coronavirus è messa in discussione da liberi cittadini e capi di Stato dimostra se non altro di aver captato una questione parecchio sentita. 

Da veri Monty Phyton della romanità, il film di Lillo&Greg (sceneggiato insieme a Edoardo Falcone) cavalca il nonsense per raccontare dei personaggi tangibili, presi dalla vita di tutti i giorni.
È però un copione che funziona soltanto ad intermittenza perché, se la scrittura calca troppo la mano sull’esasperazione dei caratteri, il limite tra grottesco e farsa diventa davvero troppo labile.   

Non è un caso allora se D.N.A (Decisamente Non Adatti) diventi davvero godibile nelle scene immediatamente dopo l’esperimento scientifico, cioè quando i due protagonisti si sono scambiati i rispettivi pregi/difetti ed il dipanarsi della storia procede su binari molto più equilibrati.
A non funzionare invece sono i personaggi di contorno, dalla banda di coatti amici di Pitbull, alle tre (!) donne interpretate contemporaneamente da Anna Foglietta. 

Quelle sequenze infatti perdono totalmente di vista ogni principio di verosimiglianza e lasciano al film un’aurea macchiettistica che non dovrebbe meritarsi di avere. Insomma, per dirla alla Latte e i suoi derivati, in certi momenti il film…è ‘na Cambogia!

 

Regia: Claudio Gregori e Pasquale Petrolo
Interpreti: Claudio Gregori, Pasquale Petrolo, Anna Foglietta, Francesco Mura
Distribuzione: Vision Distribution
Durata: 90′
Origine: Italia, 2020

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
2.5

Il voto al film è a cura di Simone Emiliani

Sending
Il voto dei lettori
0 (0 voti)
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7