FILM IN TV – Film della settimana: EVA CONTRO EVA di Joseph L. Mankiewicz

Il film di Mankiewicz è una istantanea cruda, e magistralmente interpretata, sull'universo increspato e disilluso delle scene. Il ritratto incandescente dell'ambizione di chi possiede, nel viso e nel corpo, il potere seducente e illusorio della recitazione. Venerdì 29/7 ore 16:00 Rete 4.

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

 

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

Ricucire le fatalità della vita, gli incontri importanti e molte volte decisivi, il coraggio perentorio, l’ambizione sfrenata, l’arroganza di cavalcare l’onda del successo. Sentirsi amate e venerate come dee, bere alla fonte meravigliosa del fascino ambiguo e distruttivo del palcoscenico. Se si potesse racchiudere in poche righe il soggetto di Eva contro Eva sarebbe difficile poter rinunciare ad un breve sermone sulle derive diaboliche della recitazione. Apriamo gli occhi, le crociate da codice moralistico sono da tempo tramontate. Ma nel lontano 1950 americano le corde della censura erano ben tese. Il film si apre sulla serata di gala per la consegna del premio Sarah Siddous all’astro nascente Eva Harrington (Anne Baxter), qui Mankiewicz apre uno dei suoi salti nel passato, procedimento che ha sempre adottato con molta grazia, e ci ritroviamo balzati nei ricordi di alcuni protagonisti della serata. Il potente critico teatrale Addison De Witt (Geroge Sanders), Karen Richards la moglie del commediografo di successo e la grande attrice Margo Channing (la divina Bette Davis) ora solo spettatrice dei trionfi della giovane rivale Eva. La macchina narrativa è pronta e rodata per dare libertà e ispirazione alla compagnia di attori che affolla le scene. Rituffiamoci nel passato. Ecco allora che una ragazzina di nome Eva si presenta davanti il camerino della diva Margo e la prega di prenderla come aspirante attrice. La ragazza ottiene il posto di segretaria ma ben presto libera tutti gli istinti più biechi pur di arrivare a conquistare la fiducia del clan di Margo. Seduce, ammalia, come un ombra maligna si proietta sui successi dell’attrice-madrina fino a sostituirla nella sua piece di maggior successo.

anne baxter george sanders eva contro evaInarrestabile nella sua ascesa Eva costruisce un suo mondo perfetto, ma nella ragnatale di ricatti tessuta fino a quel momento si ritrova a dover combattere contro personaggi ben più smaliziati e perfidi. Messa alle corde dal critico-amante De Witt che minaccia di svelare i suoi torbidi inganni Eva partecipa alla premiazione in suo onore ma scappa subito via. Tornata a casa vi trova una ammiratrice entusiasta (Marilyn Monroe) pronta a pendere dalle sue labbra. Tutta racchiusa nella scena finale degli specchi multipli la metafora della vita è una finzione ben più grande della parte che si sceglie di interpretare per salvarsi dal baratro dell’esistenza.

 

EVA CONTRO EVA (ALL ABOUT EVE) di Josephm L. Mankiewicz
con Bette Davis, Anne Baxter, George Sanders
USA 1950, 130′

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative