KOREA FILM FEST

Terza edizione del festival dedicato al cinema coreano. A Milano dall'8 al 14 aprile. Programma aggiornato e definitivo.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Retrospettiva su Kim Ki-duk anche a Milano, Roma e Torino

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Korea Film Fest


3° Festival internazionale di cinematografia coreana a Firenze


 


 


La Corea del Sud invade l'Italia con la terza edizione del Korea Film Fest, festival internazionale di cinema coreano con una retrospettiva sul regista Kim Ki-duk che si svolgerà dall'8 al 14 aprile all'Auditorium Stensen di Firenze (Viale Don Minzoni, 25/c).


 


Tra prime visioni e classici contemporanei, il festival, unico nel suo genere in tutta Italia, offrirà circa venti proiezioni: un percorso cinematografico che partirà dal debutto alla regia di Kim Ki-duk  con le prime visioni italiane Crocodile (1996), in cui ribalta tutte le regole di base del linguaggio cinematografico, e Wild Animals (1997), secondo film che segna per il regista il ritorno nella città in cui ha vissuto nel corso del suo soggiorno europeo: Parigi.  Sempre in prima visione verrà proiettato Real Fiction, il lungometraggio autodidatta di Kim Ki-duk, girato in sole tre ore con dieci macchine da presa e due videocamere digitali per sperimentare le potenzialità dei nuovi mezzi cinematografici. Immancabili i capolavori dell'ultimo Kim Ki-duk: Primavera, Estate, Autunno, Inverno… e ancora Primavera e Ferro 3 – la casa vuota (Premio Speciale della Giuria al Festival di Venezia 2004), grazie ai quali il geniale regista si è affermato in tutto il panorama internazionale.


 


Non soltanto Kim Ki-duk: il cinema coreano sarà valorizzato con il primo kolossal d'animazione coreano Wonderful days e corti della Indiestory Production, dal film in costume Untold scandal di Lee Jae-yong e da Too young to die di Park Jin-pyo.


 


Il Korea Film Fest è nato nel 2003 da un'idea di Riccardo Gelli e Eun Young Chang con lo scopo di far conoscere la cinematografia coreana, che al tempo non era ancora conosciuta in mezzo alle altre produzioni provenienti dalla Cina e dal Giappone. La manifestazione è sponsorizzata sin dagli esordi da Koreanair e Samsung e patrocinata dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze.


 


La retrospettiva su Kim Ki-duk, nelle settimane successive, sarà ospitata anche in altre città italiane: Milano (15-24 aprile), Torino (15-22 aprile), Roma (26-30 aprile) e Bologna (20, 22, 28 aprile, 1-5 maggio).


 


Non solo cinema. Rievocazioni storiche e dibattiti, corti d'animazione e folclore coreano: il festival sarà anche l'occasione per addentrarsi nel seducente universo coreano, nella sua incredibile storia e nei suoi affascinanti costumi, nella sua cultura e nel suo popolo.


 


Info www.koreafilmfest.com


 


 


 


Ufficio Stampa Stensen


Antonio Pirozzi – Jacopo Storni


339 5238132 – 335 7163225


ufficio.stampa@stensen.org


 


Programma Korea Film Fest 2005


 


 


Venerdì 8 aprile


Ore 21 Inaugurazione del 3° Korea Film Fest – a seguire proiezione di:


Crocodile – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 1996, 100'


 


 


Sabato 9 aprile


15.30 Tavola rotonda aperta al pubblico:


Corea, cultura spezzata. Cinema e letteratura del paese del calmo mattino.


intervengono:              


Adriano Aprà – Storico del cinema (Università di Lettere e Filosofia "Tor Vergata" di Roma)


Serafino Murri – Critico cinematografico, scrittore, regista e sceneggiatore


Maurizio Gatti – Casa editrice ObarraO di Milano


Yong Im-suk – Mediazione linguistica e culturale


20.40  Birdcage Inn – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 1998, colore, 100' 


22.45  The Isle – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2000, colore,  85'


 


 


Domenica 10 aprile


16.00 The Repatriation – di Kim Dong-won, Corea del Sud, colore 149'


18.40 Corti e animazione – 120'


21.00 Wonderful days – di Kim Moon-saeng, Corea del Sud, 2003, animazione, colore, 87'


22.40 Address Unknown – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2001, 117'


 


 


Lunedì 11 aprile


20.40 Wild Animal – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 1997, 35 mm, colore, 105'


22.45 Primavera, estate, autunno, inverno…e ancora primavera – di Kim Ki-duk, Corea del Sud,  2003, colore, 101'


 


 


Martedì 12 aprile


20.40 Untold Scandal – di Lee Yae-yong, Corea del Sud, 2003, colore, 120'


23.00 Real fiction – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2000, colore, 84'


 


 


Mercoledì 13 aprile


20.40 Too young to die – di Park Jin-pyo, Corea del Sud, 2001, colore, 67'


22.15 Ferro 3, la casa vuota – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2004, colore, 90'


 


 


Giovedì 14 aprile


20.40 The Coast Guard – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2002, colore, 100'


22.45 Bad Guy – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2001, colore, 100'


 


 


Prezzi e note:


Intero: 5 €


Ridotto: 3,50 € con Tessera Stensen e studenti


 


Abbonamento Korea Film Fest 40 euro


Abbonamento Korea Film Fest ridotto (per studenti e possessori tessera Stensen) 30 euro


 


L'incontro di Sabato e le proiezioni di Domenica pomeriggio sono ad ingresso gratuito.


 


Ciascun biglietto singolo dà diritto ad assistere ad un unico spettacolo, al termine del quale tutti gli spettatori dovranno lasciare la sala.


 


Non sarà consentito l'ingresso in sala a proiezioni iniziate.


 


L'ingresso alle proiezioni del festival è vietato ai minori di anni 18.


 


 

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    KOREA FILM FEST

    Dall'8 al 14 aprile 2005, a Firenze, terza edizione del Festival dedicato al cinema coreano prodotto nel 2004. Quest'anno la manifestazione dedica una retrospettiva al regista Kim Ki-duk.

    -----------------------------------------------------------
    SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


    -----------------------------------------------------------

    Retrospettiva su Kim Ki-duk anche a Torino, Milano, Bologna, Roma

    ----------------------------
    OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

    ----------------------------

    Korea Film Fest


    3º Festival Cinematografico Sud-Coreano in Italia a Firenze


     


    La Corea del Sud invade l'Italia con la terza edizione del Korea Film Fest 3º Festival Cinematografico Sud-Coreano in Italia  che comprende la retrospettiva sul regista Kim Ki-duk e le produzioni di altri registi di film e corti usciti nel 2004. L'appuntamento è dall'8 al 14 aprile all'Auditorium Stensen di Firenze (Viale Don Minzoni, 25/c).


    Tra prime visioni e classici contemporanei, il festival, unico nel suo genere in tutta Italia, offrirà circa venti proiezioni. Un percorso cinematografico che partirà dal debutto alla regia di Kim Ki-duk  con le prime visioni italiane Crocodile (1996), in cui ribalta tutte le regole di base del linguaggio cinematografico, e Wild Animals (1997), secondo film che segna il ritorno nella città in cui il regista ha vissuto nel corso del suo soggiorno europeo: Parigi. Sempre in prima visione, verrà proiettato Real Fiction, il lungometraggio autodidatta di Kim Ki-duk girato in sole tre ore con dieci macchine da presa e due videocamere digitali per sperimentare le potenzialità dei nuovi mezzi cinematografici. Immancabili i capolavori dell'ultimo Kim Ki-duk: Primavera, Estate, Autunno, Inverno… e ancora Primavera e Ferro 3 – la casa vuota (Premio Speciale della Giuria al Festival di Venezia 2004), grazie ai quali il geniale regista si è affermato in tutto il panorama internazionale.


     


    Non solo Kim Ki-duk nella rassegna fiorentina: il cinema coreano sarà valorizzato con il primo kolossal d'animazione coreano Wonderful days  e corti della Indiestory Production, dal film in costume Untold Scandal di E J-yong, ispirato al celebre romanzo epistolare Les Liaisons Dangereuses (Le relazioni pericolose) di Choderlos de Laclos, e da Too young to die di Park Jin-pyo, presente alla Semaine de la Critique del 55° Festival di Cannes.


     


    Il Korea Film Fest è nato nel 2003 da un'idea di Riccardo Gelli e Eun Young Chang con lo scopo di far conoscere la cinematografia coreana, che al tempo non era ancora conosciuta in mezzo alle altre produzioni provenienti dalla Cina e dal Giappone. La manifestazione è sponsorizzata sin dagli esordi da Koreanair e Samsung e patrocinata dal Consiglio Regionale della Toscana e dall'Assessorato alle Relazioni Internazionali e Gemellaggi del Comune di Firenze, con la collaborazione del Korean Film Council (KOFIC) e delle case distributrici coreane CJ Entertainment, Tube Entertainment, Cineclick Asia, Mirovision, Indiestory Inc., MKB Culture & Contents Group, Shin Seung-soo Production.


    .


    La retrospettiva su Kim Ki-duk, nelle settimane successive, sarà ospitata anche in altre città italiane: Milano (15-22 aprile), Torino (15-22 aprile), Roma (26-30 aprile) e Bologna.


     


    Non solo cinema. Rievocazioni storiche e dibattiti, corti d'animazione e folclore coreano: il festival sarà anche l'occasione per addentrarsi nel seducente universo coreano, nella sua incredibile storia e nei suoi affascinanti costumi, nella sua cultura e nel suo popolo.


     


     


     


     


     


     


     


    Programma Korea Film Fest


     


     


     


    Venerdì 8 aprile


    Crocodile – di Kim Ki Duk, Corea del Sud, 1996, di Kim Ki-duk


     


     


    Sabato 9 aprile


    Birdcage Inn – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 1998, 35 mm, colore, 100'


    L'isola – di Kim Ki-duk, Corea del Nord, 2000, 35 mm, colore,  85'


     


     


    Domenica 10 aprile


    Corti e Animazioni della Indiestory Production


    Wonderful days – di Kim Moon-saeng, Corea del Sud, 2003, animazione, colore, 87'


    Ferro 3, la casa vuota – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2004, 35 mm, colore, 90'


     


     


    Lunedì 11 aprile


    Wild Animal – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 1997, 35 mm, colore, 105'


    Primavera, estate, autunno, inverno…e ancora primavera – di Kim Ki Duk, Corea del Sud, 2003, 35 mm, colore, 101'


     


     


    Martedì 12 aprile


    Mattina – Incontro con l'Università di Firenze – Dipartimento di Storia delle Arti e dello Spettacolo


    The Coast Guard – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2002, 35 mm, colore, 100'


    Untold Scandal – di E J-yong, Corea del Sud, 2003, 35 mm, colore, 120'


     


     


    Mercoledì 13 aprile


    Too young to die – di Park Jin-pyo, Corea del Sud, 2001, 35 mm, colore, 67'


    Bad Guy – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2001, 35 mm, colore, 100'


     


     


    Giovedì 14 aprile


    Real fiction – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2000, 35 mm, colore, 84'


    Address Unknown – di Kim Ki-duk, Corea del Sud, 2001, 35 mm, 117'


     


     


     


     


    Info www.koreafilmfest.com, www.stensen.org 


     


     


     


    Ufficio Stampa Stensen


    Antonio Pirozzi – Jacopo Storni


    339 5238132 – 335 7163225


    ufficio.stampa@stensen.org


     

    --------------------------------------------------------------
    Le Arene estive di Cinema a Roma

    --------------------------------------------------------------

      ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

      Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative