Le Life Lessons di Scorsese

Di Martin Scorsese

Life LessonsRabbia, passione, desiderio, fagocitati e consumati per esprimere l’arte che, come un’eiezione corporea, viene sprigionata in maniera prorompente da ogni poro della pelle. Un’arte incontenibile che ha bisogno di essere alimentata da forti e logoranti emozioni, un’arte che s’infrange sulla tela in maniera solo apparentemente casuale, un’esplosione di colori, a momenti cupi a momenti brillanti. Pennellate dense, cariche, violente, che si mescolano e si coprono, strato dopo strato, per creare un’opera inimitabile, potente, inquietante. È questo ciò che muove coloro che riescono a creare opere straordinarie ed è questo quello che muove Lionel Dobie (Nick Nolte), famoso pittore newyorkese, protagonista di Lezioni dal Vero (Life Lessons), primo episodio diretto da Martin Scorsese, del film New York Stories.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Un film disturbante quello di Scorsese, che ci trascina nell’esistenza disordinata di Lionel, vissuta  per la maggior parte del tempo nel suo loft decadente,  laboratorio ideale dei suoi dipinti. Il regista ci rivela l’anima complessa del protagonista, amante non riamato ossessionato dalla sua giovanissima musa Paulette (Rosanna Arquette). Il loro rapporto ci riporta alla mente Il giocatore di Dostoevskij, il maestro e l’allieva vivono il loro legame in maniera angosciante, la frustrazione sessuale e il tradimento, danno il via all’incontenibile flusso artistico del pittore, così esaltante e straripante da essere l’unico mezzo con cui gli è possibile possedere la sua Paulette. Arrogante attaccabrighe, sociopatico impenitente, Lionel immagazzina eccitazione, turbamenti, ansie, umiliazioni e con l’assordante accompagnamento della sua onirica colonna sonora, trasferisce ogni stimolo su enormi tele, a ruota libera, senza obiettivi prestabiliti. Un’artista fisico, senza sovrastrutture, senza pace. Schiavo di uno spasmodico bisogno di nuovi impulsi, di provocazioni sempre maggiori e di “fresche” ispiratrici, come possiamo evincere dall’emblematica scena finale.

Scorsese dipinge il suo film imitando lo stile action painting di Lionel, facendoci vivere gli stessi attimi di inquietudine dell’artista durante le sue veementi pennellate, portandoci nella soffocante relazione, maestro allieva, nella quale i due si alternano nell’elargire Life Lessions, il tutto nella cruda e densa rappresentazione di una New York underground di fine anni ’80 e del suo brulicante sostrato artistico.

(F.B.)

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8