Le proiezioni al Cinemazero

Programma dal 3 al 9 novembre

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

cinemazero
Aula Magna Centro Studi
Piazza Maestri del Lavoro 3
33170 Pordenone
info 0434-520527
http://www.cinemazero.org/


Programma dal 3 al 9 novembre 2006

Venerdì 3 NOVEMBRE 2006

SalaGrande – 19.15-22.00 THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE di Martin Scorsese  
Il bene e il male, la verità e la menzogna, i padri i figli e la «famiglia». Ci sono tutti i temi cari a Scorsese nell' ultimo suo film… la qualità è sempre molto alta, il lavoro di Michael Ballhaus alla fotografia e di Thelma Schoonmaker al montaggio sono come sempre ineccepibili…
SalaPasolini – 19.00-21.30 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…
SalaTotò – 18.45-21.00 LA SCONOSCIUTA di Giuseppe Tornatore
…odissea dell' immigrata ucraina Irena (una stupenda scoperta attoriale, Xenia Rappoport), dilaniata fra le ferite del passato, le frustrazioni profonde e le incognite del futuro in un ingegnoso e laborioso melò di cui affiorano poco a poco gli allucinanti contorni romanzeschi… grazie alla sensibilità di un vero cineasta, è come se il quadro fosse una proiezione del tormento della protagonista…
Cinema Zancanaro/Sacile – 20.00-22.00 LITTLE MISS SUNSHINE  di Jonathan Dayton  
Vincitore del Sydney Film Festival 2006, … è una commedia cinica e intelligente, divertente e amara … Commedia sfrontata e farsesca dove tutti perdono pezzi, ma non perde colpi la serrata regìa … Film sorpresa, da non lasciarsi sfuggire.

Sabato 4 NOVEMBRE 2006  
SalaGrande – 16.30-19.15-22.00 THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE di Martin Scorsese  
Il bene e il male, la verità e la menzogna, i padri i figli e la «famiglia». Ci sono tutti i temi cari a Scorsese nell' ultimo suo film… la qualità è sempre molto alta, il lavoro di Michael Ballhaus alla fotografia e di Thelma Schoonmaker al montaggio sono come sempre ineccepibili…
SalaPasolini – 16.30-19.00-21.30 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…
SalaTotò – 16.45-18.45-21.00 LA SCONOSCIUTA di Giuseppe Tornatore
…odissea dell' immigrata ucraina Irena (una stupenda scoperta attoriale, Xenia Rappoport), dilaniata fra le ferite del passato, le frustrazioni profonde e le incognite del futuro in un ingegnoso e laborioso melò di cui affiorano poco a poco gli allucinanti contorni romanzeschi… grazie alla sensibilità di un vero cineasta, è come se il quadro fosse una proiezione del tormento della protagonista…

Domenica 5 NOVEMBRE 2006  
SalaGrande – 14.00-16.30-19.15-22.00 THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE di Martin Scorsese  
Il bene e il male, la verità e la menzogna, i padri i figli e la «famiglia». Ci sono tutti i temi cari a Scorsese nell' ultimo suo film… la qualità è sempre molto alta, il lavoro di Michael Ballhaus alla fotografia e di Thelma Schoonmaker al montaggio sono come sempre ineccepibili…
SalaPasolini – 14.00-16.30-19.00-21.30 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…
SalaTotò – 14.30-16.45-18.45-21.00 LA SCONOSCIUTA di Giuseppe Tornatore
…odissea dell' immigrata ucraina Irena (una stupenda scoperta attoriale, Xenia Rappoport), dilaniata fra le ferite del passato, le frustrazioni profonde e le incognite del futuro in un ingegnoso e laborioso melò di cui affiorano poco a poco gli allucinanti contorni romanzeschi… grazie alla sensibilità di un vero cineasta, è come se il quadro fosse una proiezione del tormento della protagonista…
Cinema Zancanaro/Sacile – 16.00-18.00-20.00-22.00 LITTLE MISS SUNSHINE  di Jonathan Dayton  
Vincitore del Sydney Film Festival 2006, … è una commedia cinica e intelligente, divertente e amara … Commedia sfrontata e farsesca dove tutti perdono pezzi, ma non perde colpi la serrata regìa … Film sorpresa, da non lasciarsi sfuggire.

Lunedì 6 NOVEMBRE 2006  
SalaGrande – 19.15-22.00 THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE di Martin Scorsese  
Il bene e il male, la verità e la menzogna, i padri i figli e la «famiglia». Ci sono tutti i temi cari a Scorsese nell' ultimo suo film… la qualità è sempre molto alta, il lavoro di Michael Ballhaus alla fotografia e di Thelma Schoonmaker al montaggio sono come sempre ineccepibili…
SalaPasolini – 19.00-21.30 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…
SalaTotò – 18.45-21.00 LA SCONOSCIUTA di Giuseppe Tornatore
…odissea dell' immigrata ucraina Irena (una stupenda scoperta attoriale, Xenia Rappoport), dilaniata fra le ferite del passato, le frustrazioni profonde e le incognite del futuro in un ingegnoso e laborioso melò di cui affiorano poco a poco gli allucinanti contorni romanzeschi… grazie alla sensibilità di un vero cineasta, è come se il quadro fosse una proiezione del tormento della protagonista…

Martedì 7 NOVEMBRE 2006  
SalaGrande – 19.15-22.00 THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE di Martin Scorsese  
Il bene e il male, la verità e la menzogna, i padri i figli e la «famiglia». Ci sono tutti i temi cari a Scorsese nell' ultimo suo film… la qualità è sempre molto alta, il lavoro di Michael Ballhaus alla fotografia e di Thelma Schoonmaker al montaggio sono come sempre ineccepibili…
SalaPasolini – 19.00-21.30 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…
SalaTotò – 18.45-21.00 LA SCONOSCIUTA di Giuseppe Tornatore
…odissea dell' immigrata ucraina Irena (una stupenda scoperta attoriale, Xenia Rappoport), dilaniata fra le ferite del passato, le frustrazioni profonde e le incognite del futuro in un ingegnoso e laborioso melò di cui affiorano poco a poco gli allucinanti contorni romanzeschi… grazie alla sensibilità di un vero cineasta, è come se il quadro fosse una proiezione del tormento della protagonista…

Mercoledì 8 NOVEMBRE 2006  
SalaGrande – LO SGUARDO DEI MAESTRI – 20.30 VAN GOGH di Alain Resnais
(dur. 20') … Viene ricostruita in quattro atti la vita di Vincent Van Gogh, dalla nascita nel 1883 in Olanda fino al suicidio in Francia nel 1890… Dal buio e dal freddo della campagna olandese Van Gogh si mette in cammino, con una mordente curiosità di colori nuovi e nuove luci: prima Parigi, poi la Provenza, quindi al manicomio di Saint-Rémy, infine nel piccolo paese di Auvers-sur-Oise, in cerca di pace dopo tanto vagare…
a seguire HIROSHIMA MON AMOUR di Alain Resnais
(dur. 91') … Un'attrice francese si trova a Hiroshima per girare un film sulla pace, dove incontra un giapponese… passano la notte insieme. Lui si innamora, ma lei ha ancora solo un giorno di riprese, per poi tornare dal marito a Parigi… è il primo film veramente rivoluzionario della nouvelle vague: Resnais distrugge l'aneddoto, l'eroe-protagonista, inventa un cinema della vita interiore, fatto di un silenzio affettivo e di una lunga ricerca esistenziale, dentro lo spazio e il tempo della memoria.
GUERNICA di Alain Resnais
(dur. 12') … la tragedia del bombardamento di Guernica ad opera dei nazisti, secondo i quali era certa la volontà di sperimentare gli effetti di un attacco aereo ad una popolazione civile inerme, durante uno dei momenti centrali per la vita del piccolo centro: il mercato. Il famoso quadro è solo un punto d'avvio da cui indagare …
PAUL GAUGUIN di Alain Resnais
(dur. 11') … Gauguin ci confida la sua passione per la pittura a tal punto esigente da lasciare la famiglia e la vita agiata parigina… lasciandocene un ritratto incompiuto.
SalaPasolini – 18.45-21.30 THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE di Martin Scorsese  
Il bene e il male, la verità e la menzogna, i padri i figli e la «famiglia». Ci sono tutti i temi cari a Scorsese nell' ultimo suo film… la qualità è sempre molto alta, il lavoro di Michael Ballhaus alla fotografia e di Thelma Schoonmaker al montaggio sono come sempre ineccepibili…
SalaTotò – 18.30-21.00 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…

Giovedì 9 NOVEMBRE 2006
SalaGrande – riposo
SalaPasolini – Incontro con l'autore – 20.45
QUE VIVA TINA! di Silvano Castano
… un gran lavoro di indagine, raccogliendo testimonianze di molte persone che hanno conosciuto la Modotti. Molte le foto ben inserite nel montaggio che riescono a dare la sensazione di un'epoca in veloce trasformazione. Nella parte finale, quella in cui Tina si trova a Mosca e poi in Spagna come compagna del temuto emissario staliniano Vittorio Vidali, l'immagine si opacizza, perdiamo le tracce di Tina che riappare ogni tanto da poche foto occasionali. Il documentario è un interessante strumento per conoscere la Modotti, ben bilanciato, ricco di spunti e di materiale d'archivio.
SalaTotò – 18.30-21.00 BABEL di Alejandro GonzaleS Inarritu
… Un magnifico affresco sulla globalizzazione sceneggiato come sempre da Guillermo Arriaga, il grande romanziere che per Inarritu ha scritto anche i precedenti Amores perros e 21 Grams… la non-linearità della narrazione è funzionale, perché le tre storie narrate si incrociano solo nel finale… il film «parla di confini, geografici culturali e psicologici: e le frontiere che separano i padri dai figli, i fratelli dai fratelli, sono assai più impenetrabili di quelle segnate sulle mappe»…

----------------------------
CORSO ONLINE DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA

----------------------------

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative