MOVIEWEB – Mario Gallo: (Ri)pensare il cinema

Può capitare, in una rubrica come questa, connotata come finestra del cinema 'vissuto' dalla rete, di soffermarsi su uno spazio che dal punto di vista prettamente iconografico e tecnologico non offra proprio le ultime novità estetiche, di uscire da questa traiettoria. Di soffermarsi più sul contenuto che sulle forme del medium. La pagina web in questione è quella dedicata ad un uomo di cinema, ma non solo: Mario Gallo, www.mariogalloproduttore.it. Per lui parlano titoli come Morte a Venezia, Il deserto dei tartari, Ecce bombo, Maledetti vi amerò, Io e il duce. Sono solo alcune delle pellicole realizzate in mezzo secolo di attività. Ma Gallo è stato anche professore al Centro Sperimentale di Roma, segretario del Sindacato critici e giornalisti cinematografici e vicepresidente dell'Unione Produttori. Da presidente dell'Ente Autonomo Gestione Cinema (Cinecittà, Istituto Luce e Italnoleggio) ha contribuito alla realizzazione, tra gli altri, di film come Roma di Federico Fellini,  La caduta degli dei di Luchino Visconti, Allonsanfan di Paolo e Vittorio Taviani, L'udienza di Marco Ferreri e Portiere di notte di Liliana Cavani. Mario Gallo ci ha lasciato nel 2006, ma il sito a lui dedicato ne ripercorre in maniera completa e lucida tutta la lunga e intensa vita dedicata al cinema, da fare e da studiare. L'home page del sito è semplice e molto spartana, giocata sulla scenografia di un set esterno in strada, dove il muro è lo schermo per rivedere l'ultima intervista di Mario Gallo e leggerne di fianco le note. Sul selciato di questo fantomatico set le tappe della sua carriera, dagli inizi del neorealismo negli anni '40, passando per il grande cinema del boom alle sfide dell'insegnamento e dell'attività televisiva con le produzioni Rai di grandi sceneggiati come Cane sciolto. Nella sezione Premi si possono ripercorrere i titoli, con locandina annessa, dei film prodotti da Gallo che si sono aggiudicati premi e onorificenze in Italia e all'estero. Per chi volesse poi approfondire gli scritti e i pensieri di Mario Gallo è possibile scaricarsi, senza spese, il suo libro dedicato alla comunicazione e al cinema. Un volume che come scritto nella prefazione "Analizza criticamente il mondo dei mass-media; sottolinea le sue storture; evidenzia i pericoli e le insidie che esso contiene. Ma crede che i giochi non siano fatti e che la politica ha ancora un ruolo importante da svolgere: quello di impedire, producendo efficaci regole anti-trust, il connubio fra potere economico e potere mediatico, che distorce la logica pluralistico-competitiva, base della democrazia e della libertà dei moderni". Basta guardarsi intorno per capire quanto Mario Gallo abbia saputo leggere la sua e nostra contemporaneità.