Presentata la 40esima edizione del Bergamo Film Meeting

La retrospettiva di Costa-Gavras, l’omaggio a Cary Grant e Vortex, di Gaspar Noè. Presentato il programma della 40esima edizione del Bergamo Film Meeting si svolgerà dal 26 di marzo al 3 di aprile.

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

È in arrivo la nuova edizione del Bergamo Film Meeting. Il Festival darà il via alla sua 40a edizione che avrà luogo in presenza dal 26 di marzo al 3 di aprile, ritornando dopo due anni in presenza. Per festeggiare i 40 anni della manifestazione, nata nel 1983, andrà in scena un ricco programma per quantità e varietà di temi. “Sensibilità” e “senso dell’epoca in cui viviamo” sono le due direttrici del festival che avrà la sua serata di apertura il 25 marzo con l’anteprima “straordinariamente cinematografica” di Stalker, capolavoro di Andrej Tarkovskij. Opera cardine della cultura russa del XX secolo, la pellicola sarà proiettata in sala con un importante adattamento sonoro.

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DOCUMENTARIO DAL 24 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Fiore all’occhiello della manifestazione è sicuramente la grande retrospettiva del cinema europeo dedicata al regista greco (e di origini ucraine) Costa-Gavras, il quale sarà ospite del festival durante il primo weekend della manifestazione. Il concetto di resistenza maturato dal regista durante l’esperienza d’infanzia della Seconda guerra mondiale è il fulcro della sua produzione cinematografica che ripropone in diverse occasioni questa espressione di opposizione.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Presenza fissa del festival è il concorso ufficiale: 7 titoli selezionati su 200 candidati. Le pellicole provengono da diversi paesi tra cui Francia, Germania, Romania, Repubblica Ceca e Slovenia e sono state realizzate quasi tutte da giovani autori all’esordio dietro la macchina da presa. Oltre all’anteprima internazionale del film francese Sentinelle Sud, di Mathieu Gérault, saranno presenti anche Crai nou di Alina Grigore, Die Saat di Mia Maariel Meyer, Inventura di Darko Sinko e di Dietrich Brüggemann. La giuria internazionale, che quest’anno è presieduta dal regista Volker Schlondorff, Frédéric Boyer e Nicoletta Romeo, assegnerà il Premio al vincitore e alla migliore regia.

Altra sezione in concorso è quella riservata al cinema documentarista, dal titolo Visti da vicino. 12 documentari internazionali di produzioni indipendenti. Svezia, Spagna Lituania, Libano, Cina, Italia sono alcune delle nazioni di provenienza dei documentari, tutti in anteprima assoluta nelle sale italiane. Non c’è un filo conduttore che unisce queste opere ma tra i macrotemi ricorrenti si possono rintracciare sicuramente lo sfondo politico e il concetto della frontiera. Tra gli altri, saranno proiettati Calendar Girls di Maria Loohufvud, Dood in de Bijlmer di Paul Sin Nam Rigter, Fiasco, di Nicolas Khoury e Lotta di classe, il cinema dei ragazzi di Emilio Sidoti di Demetrio Giacomelli. Due i premi che verranno attribuiti: il Premio Miglior Documentario CGIL Bergamo e il Premio della Giuria CGIL – La Sortie de l’Usine, conferito al documentario che meglio affronta i temi legati al mondo del lavoro.

Di grande rilievo è sicuramente la sezione Europe, Now!, dedicata al cinema europeo contemporaneo. La belga Patrice Toye e il bosniaco Danis Tanović sono i registi protagonisti della sezione che si completa con una selezione dei film di diploma delle scuole di cinema europee che aderiscono al CILECT , in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano e da Europe, Now! Film Industry Meetings: due giornate (28-29 marzo) rivolte ai professionisti del settore.

La sezione riservata al Cinema d’animazione è dedicata invece a Priit e Olga Pärn. Dei due registi estoni verrà presentata, in anteprima mondiale, una retrospettiva composta da 19 film, tra corti e mediometraggi realizzati in animazione tradizionale.

Una particolare attenzione alle nuove generazioni è espressa dalla sezione Kino Club – Il Festival per le scuole. Si tratta di una sezione gratuita e completamente online composta da lungometraggi, cortometraggi e incontri con gli autori il cui obiettivo è quello di far avvicinare bambini e ragazzi di ogni età al cinema d’autore, guidandolo nella visione anche con il supporto di materiale didattico. Infine, due sezioni dal grande respiro autoriale e di grande appeal per il pubblico. La prima è 1983: l’anno del contatto. Un ventaglio del grande cinema del 1983, anno di nascita del BFM. Fanno parte della sezione titoli come L’indiscreto fascino del peccato di Pedro Almodóvar o I soldi di Robert Bresson ma anche Dans la ville blanche di Alain Tanner. La seconda è la sezione riservata a Anteprime, classici, eventi speciali. Cary Grant sarà il grande protagonista della parte legata ai Cult Movies con la proiezione di 5 titoli tra cui Notorious, di Alfred Hitchcock e Ero uno sposo di guerra, di Howard Hawks. Una collaborazione con Mubi, invece, ha portato alla creazione di un programma in streaming che celebra gli anni ’80 nel Cinema mondiale. Senza tetto né legge, di Agnès Varda e Un affare di donne, di Claude Chabrol tra i titoli in programma. In sala invece sarà possibile visionare prima dell’uscita nelle sale Il capitano Volkonogov è scappato, di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov e Vortex, di Gaspar Noè.

A concludere il ricco programma del festival è la sezione Incontri che quest’anno vede protagonista l’artista Ugo Nespolo.

Qui è possibile consultare il programma del festival.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative