Ritorno al passato per Shyamalan. Trailer e curiosità su The Visit

Sembra ritornare alle origini M. Night Shyamalan con il suo ultimo film, The Visit. Nel film sono protagonisti un fratello e una sorella che vengono mandati per una settimana in Pennsylvania nella fattoria dei loro nonni. Appena i ragazzi si accorgono che l’anziana coppia è coinvolta in qualcosa di veramente inquietante, vedranno diminuire ogni giorno le loro possibilità di ritornare a casa. Uscirà nelle sale italiane dal prossimo 8 ottobre distribuito da Universal.

The Visit è prodotto dallo stesso Shyamalan per la Blinding Edge Pictures e da Jason Blum (Paranormal Activity, Insidious) per la sua Blumhouse Productions insieme a Mark Bienstock.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Tra gli ultimi lavori del regista ci sono After Heart e la serie tv Wayward Pines, del quale è stato produttore esecutivo e regista del 1° episodio, Where Paradise Is Home.

 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

the visitCuriosità

1) Erano sei anni che Shyamalan stava pensando a The Visit. L’ispirazione gli è venuta dopo che si è risvegliato da un’operazione al ginocchio.

 

2) È il primo film in found footage per il regista.

 

3) Shyamalan ha incassato parte del denaro riscosso da After Earth per produrre lui stesso il film per recuperare il pieno controllo artistico del film dopo che i suoi ultimi lavori sono stati rimontati dagli studios

 

4) La protagonista Olivia DeJonge è stata scelta dopo una sola audizione in video. C’è stato comunque un secondo provino in cui il regista ha voluto verificare che la ragazza fosse capace a girare una particolare scena.

 

5) The Visit è il film che è costato di meno della filmografia di Shyamalan. I suo budget ammonta infatti a 5 milioni di dollari, decisamente inferiori per esempio ai 60 di The Village e ai 130 di After Earth.

 

6) È stato girato in 27 giorni. Prevalentemente in Pennsylvania, con una parte a Miami.

 

7) In origine si doveva intitolare Sundowning, parola che indica la sindrome degli stati crepuscolari, ciò che corrisponde a un fenomeno psicologico dove sono presenti una confusione e un’agitazione estreme nei pazienti dementi.

 

8) Ha ricevuto il bolino PG-13 dalla Motion Picture Association of America che significa che alcune scene possono essere inappropriate per i minori di 13 anni.

 

Trailer italiano

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Sito italiano

 

Facebook