Sardinia International Ethnographic Film Festival

Dal 20 al 25 settembre 2010 avrà luogo a Nuoro il Sardinia International Ethnographic Film Festival (SIEFF), la Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico organizzata dall’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna.
La manifestazione, che si tiene ogni due anni, è stata dedicata di volta in volta a un tema specifico: “Il pastore e la sua immagine” (1982); “Il mondo alla rovescia, ovvero la trasgressione controllata” (1984); “Le nozze. Rituali di matrimonio nelle società tradizionali” (1986); “Donne e lavoro nelle società tradizionali” (1988); “Isole” (1990); “Montagne” (1992); “L’Uomo e il Fiume” (1994); “Magia e Medicina nelle società tradizionali” (1996); “Musica e Riti” (1998); “Bambini” (2000); “Cibo” (2002); “Turismo/Turismi” (2004).
                 
Dall’edizione del 2006la Rassegna ha perso la sua tradizionale caratterizzazione monotematica incentrando il suo programma sulla selezione di documentari di recente realizzazione caratterizzati per la prospettiva etnoantropologica, con speciale attenzione verso quelle opere incentrate su temi riconducibili alla rappresentazione della contemporaneità.
Premi:
A. Premio “Grazia Deledda” per il miglior film10.350 Euro
B. Premio per il miglior film prodotto e ambientato in paesi del Mediterraneo 6.200 Euro
C. Premio per il miglior film di autore sardo 6.200 Euro
D. Premio per il film più innovativo 6.200 Euro

Deadline: 31 May 2010
 
Mancano solo 15 giorni alla chiusura delle iscrizioni al SIEFF 2010 – XV Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico.
Aspettiamo il tuo film!
 
Per poter partecipare alla selezione è necessario compilare e trasmettere on line l'apposita scheda d'iscrizione disponibile sul sito www.isresardegna. it

La stessa scheda dovrà essere stampata, sottoscritta e inviata al seguente indirizzo: SIEFF 2010, Istituto Superiore Regionale Etnografico, Via Papandrea, 6 – 08100 Nuoro.
Alla scheda andranno,altresì ,allegate:
-una copia del film (per la selezione sono accettati i seguenti formati: DVD, DVCAM, Mini DVCAM, BETACAM SP, DIGITAL BETACAM, HDV)
– due fotografie inerenti al film;
– una fotografia dell’autore
(tutte le fotografie dovranno essere nei formati TIFF o JPG con il lato maggiore di almeno 13 cm e la risoluzione di 300 dpi);
– il file in formato Word della biografia/filmograf ia di 10/15 righe;
– il file in formato Word dei dialoghi e/o del commento del film in una delle lingue previste per la traduzione simultanea.
Sarà gradito il ricevimento di ogni ulteriore materiale informativo.
 
 

Sardinia International Ethnographic Film Festival

La XIII Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico dell'ISRE ha preso il via il 19 settembre a Nuoro con la cerimonia ufficiale di inaugurazione.


Erano presenti il Direttore generale dell'Istituto Paolo Piquereddu, il Prefetto di Nuoro Antonio Pitea, l'assessore regionale della Cultura Elisabetta Pilia, il consigliere regionale Ciriaco Davoli in rappresentanza della Commissione Cultura, il consigliere provinciale con delega al Cinema Caterina Loi, l'assessore comunale alla Cultura Teresa Pintori.


 


Il Direttore Piquereddu, nella sua introduzione, ha illustrato le novità che caratterizzano questa edizione della Rassegna: l'abbandono della connotazione monotematica e l'adozione della nuova denominazione "SIEFF". Ha inoltre ricordato che subito dopo la conclusione del Festival, lunedì 25 settembre, avrà inizio un Workshop di Antropologia visuale con studenti provenienti da diverse parti del mondo: si tratta del primo esperimento verso la realizzazione di una vera e propria scuola di antropologia visuale.


 


A tal proposito, l'assessore Pilia ha voluto rimarcare l'importanza di questa attenzione dell'Istituto nei confronti della formazione, elogiando il Direttore e tutti i funzionari dell'Ente "per il proprio rigore professionale".


La Pilia ha poi sottolineato la presenza, fra i trentuno film in concorso, di tre opere di giovani autori sardi.


 


L'assessore comunale Teresa Pintori ha invece incentrato il proprio intervento sull'onore e la responsabilità che toccano la città di Nuoro nell'ospitare la sede dell'ISRE.


 


Il consigliere provinciale Caterina Loi ha infine sottolineato l'attenzione che in questi anni la Provincia di Nuoro ha rivolto verso il cinema Sardo.


 


Ha concluso la cerimonia l'intervento di Marc Henri Piault ( Ecole des Hautes Etudes en sciences Sociales di Parigi) membro del comitato di selezione che ha scelto i 31 film in concorso fra i 360 pervenuti.