The Romanoffs: sono ancora vivi e sparsi per il mondo

Matt Weiner, ideatore di Mad Men, torna, questa volta sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video, con una nuova serie tv intitolata The Romanoffs. La serie sarà composta da otto puntante, o meglio da otto film, che oscillano dalla durata di 69 a 90 minuti l’una. A queste otto puntate corrisponderanno otto storie, ambientazioni e personaggi diversi e geograficamente distinti. Interessante dal punto di vista geografico come la serie sia stata girata in tre continenti diversi, proprio per sottolineare la distanza che si trova tra le persone che animano le diverse puntate. I continenti utilizzati sono Asia, Europa e America, in cui il regista ha fatto tesoro delle diverse location come anche delle produzioni e dei talenti creativi locali. Il punto di unione tra queste otto storie è che tutti gli otto protagonisti pensano di essere dei discendenti della misteriosa famiglia Romanoff.

La serie, ambientata ai giorni nostri, usa questa linea guida e l’iconica famiglia per affrontare un tema più generale: “siamo in un momento della nostra storia in cui le persone cercano una stretta connessione con le proprie radici” – dice Weiner – “Si dibatte ancora su chi sia davvero un Romanov e cosa sia accaduto loro. Ma la vera storia, secondo me, è la nostra abitudine a interrogarci su chi siamo e ciò che diciamo di essere”.
All’intero, ogni puntata possiede un tema diversificato, che spesso si distacca dal legame iniziale con la famiglia reale russa. Ad esempio, nel primo episodio troviamo Marthe Keller che interpreta un’anziana donna francese, il nocciolo della storia sta nel razzismo che essa prova nei confronti della sua badante, una simpatica e spigliata musulmana. Il secondo episodio è una dark comedy che ruota attorno ai problemi coniugali di una coppia (interpretata da Corey Stoll e Kerry Bishe). Nel terzo episodio il regista utilizza invece la tecnica del meta-racconto, con Christina Hendricks che interpreta un attrice in viaggio verso il set di una miniserie televisiva sulla famiglia Romanoff.
Lo showrunner decide, dopo il successo di Mad Men, di riunire ancora una volta l’intera squadra che ha seguito l’iter della serie che gli ha fatto incassare 9 Grammy Awards, lavorando però in modo completamente diverso. Infatti Matt Weiner ha dichiarato la sua volontà di girare la serie come fosse un prodotto completamente diverso da quello precedente, di cui la frammentazione degli episodi sarà senz’altro un elemento a favore per la sperimentazione di cambiamenti continui. Dice, ad esempio di ciò, di aver cercato di girare la prima puntata come fosse un autore francese, ispirandosi al mélo.
Il cast comprende Isabelle Huppert, Christina Hendricks, John Slattery, Aaron Eckhart, Jack Huston, Amanda Peet, Marthe Keller, Corey Stoll, Andrew Rannells, Mike Doyle, JJ Feild, Janet Montgomery, Paul Reiser, Diane Lane e Noah Wyle.

La serie è disponibile in lingua originale sulla piattaforma streaming dallo scorso 12 ottobre.