Tredici, la scommessa primaverile di Netflix

Tra le serie che stanno generando più attesa per questa stagione primaverile c’è Tredici (13 Reasons Why), prodotto originale Netflix che cerca di bissare il successo ottenuto lo scorso anno con Stranger Things. Dal 31 Marzo sarà infatti disponibile questa che è la trasposizione dell’omonimo romanzo di Jay Asher che ha al suo centro l’enigma intorno al suicidio di una ragazza ed alle tredici audiocassette che svelano le ragioni del suo gesto. Queste vengono recapitate a Clay Jensen, un ragazzo che aveva avuto una cotta per la defunta e che ora cerca di capire se si è veramente trattato di suicidio.

La curiosità che ha scatenato questo prodotto è da ricercare nei nomi che ne sono coinvolti: gli showrunner sono Brian Yorkey (premio Pulitzer per il musical Next to Normal) e Diana Son (Law & Order: Criminal Intent, Southland, American Crime), mentre la regia è curata da Tom McCarthy, ricordato come il vincitore del premio Oscar per il Miglior Film nel 2016 con Il caso Spotlight; tra i produttori esecutivi si legge anche il nome di Selena Gomez. Meno conosciuti invece gli attori che andranno ad interpretare i ruoli principali: Dylan Minnette (visto in Prisoners ed il recente Piccoli Brividi) e l’esordiente Katherine Langford. In realtà il ruolo della ragazza doveva andare alla stessa Gomez quando si pensava nel 2015 di realizzare un lungometraggio sullo stesso soggetto, i progetti poi sono stati rivisti e si è puntato tutto sul trend della serialità.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"