VENEZIA 67 – Fauna umana e nouvelle vague greca: Attenberg, di Athina Rachel Tsangari

Attenberg, di Athina Rachel Tsangari. In concorso a Venezia 67
Arriva al Lido una ventata di nouvelle vague ellenica che sembra annoverare tra le sue caratteristiche sperimentazione, ferocia, humor nerissimo e lucidità. Attenberg, tra i film in concorso a Venezia 67, è prodotto e interpretato da Yorgos Lanthimos (regista dei sorprendenti Kinetta e Kinodontas) e diretto da Athina Rachel Tsangari, filmaker che vive tra Atene e Austin, Texas, fondatrice dell'officina creativa HaosFilm, già regista dell'ipnotico The Slow Business of Going.
Attenberg, di Athina Rachel Tsangari. In concorso a Venezia 67Arriva al Lido una ventata di nouvelle vague ellenica che sembra annoverare tra le sue caratteristiche sperimentazione, ferocia, humor nerissimo e lucidità.
Attenberg, tra i film in concorso a Venezia 67, è film prodotto e interpretato da Yorgos Lanthimos (regista dei sorprendenti Kinetta e Kynodontas) e diretto da  Athina Rachel Tsangari, già direttrice artistica di un lungimirante festival texano dedicato ai cortometraggi e al cinema sperimentale (ha proposto autori come Apitchapong Weerasethakul, Kelly Reichardt, Guy Maddin, Don Hertzfeld).
 
Greca, fondatrice dell'officina creativa con base ad Atene HaosFilm, ma bene inserita nella scena indipendente americana – anche se l'abusato termine indipendente è una parola che rifiuta ("il cinema è un'arte per sua natura co-dipendente! – dichiara) è stata anche attrice in un piccolo ruolo in Slacker di Richard Linklater, è recentemente entrata nella collezione permanente di film del MoMA, si occupa anche di videoclip musicali e design per installazioni teatrali e ha diretto le cerimonie di apertura per il nuovo Museo dell'Acropoli di Atene del 2009 (video).
 
Come filmaker e produttrice Athina Rachel Tsangari ha diretto numerosi corti fino all'esordio con il lungometraggio The Slow Business of Going, "road to nowhere" girato in 5 anni di riprese in giro per il mondo e acclamato dalla critica, ha prodotto Kinetta e Kynodontas, e sempre per Lanthimos produrrà il nuovo Alps, storia di una società segreta costituita da sostituti di persone defunte, che uscirà nel 2011.
 
"Mi piacerebbe realizzare un film che possa funzionare come un odore irritante che permea le cose" dichiarava la registaAttenberg, di Athina Rachel Tsangari. In concorso a Venezia 67 nel 2001.
In Attenberg, interpretato da Yorgos Lanthimos, Vangelis Mourikis, Evangelia Randou e Ariane Labed, la protagonista 23enne Marina, cresciuta con il padre architetto in una città prototipo sul mare, trova la specie umana bizzarra e repellente e se ne tiene a distanza.
 
Trascorre il suo tempo ascoltando ossessivamente le canzoni dei Suicide, guardando i documentari sui mammiferi di  Sir David Attenborough e ricevendo lezioni di educazione sessuale dalla sua unica amica, Bella. Intanto uno straniero arriva in città e la sfida a duello in una partita di calciobalilla, mentre il padre si prepara ritualmente all'uscita dal 20° secolo, che considera sopravvalutato.
 
Chi ha visto Kynodontas (info e trailer, galleria fotografica) meritato vincitore di Un Certain Regard a Cannes 62, non troverà affatto bizzarra questa trama.
 
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8