FILM IN TV: "La carne" di Marco Ferreri

Tutto torna nel cinema di Ferreri, tutto riconduce al grande tema del singolo nella società, tutto è metafora della solitudine e dell'alienazione dell'uomo moderno che brama amore e felicità e che si ritrova invece ogni volta solo ed insoddisfatto perché amore e felicità gli sono puntualmente preclusi. Mercoledì 25 ottobre ore 23:25 Rete 4.

Paolo, architetto ipocondriaco e musicista di piano bar con moglie e figli, si rinchiude in un bungalow del litorale laziale a copulare con Francesca, una seducente donna che gli procura un'erezione permanente. Continui amplessi, spiaggia, mare e cibo: il quadro perfetto della "libertà" che ogni uomo desidererebbe; ma si sa, nulla dura per sempre ed è facile, al contrario, ritrovarsi infelici ed insoddisfatti. La vita è sfuggevole, tutto è fugace e momentaneo, perfino Dio è inafferrabile. Paolo è un uomo disorientato la cui principale ossessione è l'immagine della sua prima comunione: si può momentaneamente afferrare Dio solo mangiandolo; e allo stesso ed unico modo possibile Paolo decide di possedere in eterno Francesca: mangiandola. Quando lei decide di prendere la propria strada e di andarsene, infatti, lui la uccide, ne mette il corpo in frigo e lo mangia a fettine nel vano tentativo di una fusione totale e durevole. In questo film di Marco Ferreri dal sapore grottesco, elemento comune di tutte le sue pellicole, l'ossessione del regista per il rosso elettrico (la macchina del protagonista, il bar sulla spiaggia, la giacca al night, gli abiti ed i capelli di Francesca, il pareo che copre l'erezione permanente, il tappeto sulla spiaggia, il sangue, e perfino il tramonto) dà al film una sorta di "look postmoderno". Ritornano inoltre in questa pellicola molti temi cari e ricorrenti nella filmografia del regista milanese d'adozione spagnola: il cibo e l'insaziabilità (La grande abbuffata), la fuga e l'isolamento dal mondo (Break-up, Dillinger è morto, Il seme dell'uomo, L'udienza, La cagna, L'ultima donna, Ciao maschio, Chiedo asilo, I love you), la maternità e la sua negazione/degenerazione (L'ape regina, Storie di ordinaria follia, Storia di Piera, Il futuro è donna), la morte (tema che aleggia, manifestandosi spesso, in tutti i suoi titoli). Tutto torna nel cinema di Ferreri, tutto riconduce al grande tema del singolo nella società consumistica, tutto è metafora della solitudine e dell'alienazione dell'uomo moderno che brama amore e felicità e che si ritrova invece ogni volta solo ed insoddisfatto perché amore e felicità gli sono puntualmente preclusi.

LA CARNE
Regia: Marco Ferreri
Interpreti: Sergio Castellitto, Francesca Dellera, Philippe Léotard, Farid Chopel, Petra Reinhardt
Origine: Italia - Francia, 1991
Durata: 95'
Mercoledì 25 ottobre ore 23:25 Rete 4

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

John Woo al Singapore International Film Festival
Presenterà The Crossing
Studio Universal ricorda la caduta del muro di Berlino
 Da lunedì 3 novembre quattro pellicole per il 25° anniversario
Nolan parla di Interstellar: "Il futuro? Senza governi e con tsunami di sabbia"
Nelle nostre sale dal 6 novembre
Takeshi Kitano attacca film violenti e Academy
Durante il Tokyo International Film Festival
Paul Greengrass in trattativa per dirigere The Tunnels
Dal romanzo di John Mitchell
Quadrophenia 35 anni dopo
In sala solo il 10 dicembre
Muore Elizabeth Norment, star di House of Cards
Aveva 61 anni
Michael Jackson - Life, Death and Legacy al cinema
In sala il 25 e il 26 Novembre
In uscita il cofanetto di Gomorra - La Serie
Dal 6 novembre, in blu-ray e dvd
Maurizio Casagrande dirige Babbo Natale non viene da Nord
Al via le riprese
A novembre, Serial Movies! su Studio Universal
Con le saghe USA più celebri
Medaglie d'Oro – Una Vita per il Cinema.
La Cerimonia di assegnazione allo Spazio Novecento.  
Il giovane favoloso è già il film italiano più visto della stagione
Superati i 3 milioni di euro.
Venerdì 31 ottobre In grazia di Dio torna in sala
Al cinema Palestrina di Milano  
Pelo malo designato film della critica dal SNCCI
In sala da 30 ottobre
Torneranno i prati di Olmi in contemporanea in 100 paesi del mondo
Il 4 novembre prossimo
Maccio Capatonda a Lucca Comics & Games.
 Presenta il backstage del film
Halloween in copertina su Film Tv
Lucca Comics & Games e interviste ad Abrahamson e Scimeca
Primo ciak ad Asti per In un posto bellissimo di Giorgia Cecere
Con Isabella Ragonese e Alessio Boni
Mauro Talamonti vince la sezione videoclip alla BiennaleMArteLive.
Fotografo e videomaker  
Massimo Troisi ritorna con Il postino in versione restaurata
Blu-Ray, DVD, Digital Download da oggi
Stefano Calvagna porta sullo schermo Franco Califano in Non escludo il ritorno
Presentato stasera a Roma a Piazza Vittorio
Spostata l'uscita di Frank
Il film di Larry Abrahamson in sala il 13 novembre.  
Parte la 50 giorni di Firenze
L'inaugurazione domani al cinema Odeon
Wild di Jean Marc-Vallée è il film di chiusura del Torino Film Festival
Sarà proiettato sabato 29 novembre