Iceberg Slim, "Il Pappa". Un documentario prodotto da Ice-T: trailer, teaser e foto

Il trailer è visibile anche qui in HD

 

Agli inizi della sua carriera di rapper, Tracy Marrow scelse il suo nome d'arte ICE-T come omaggio al suo scrittore preferito, nonchè figura di culto e ispiratore per tutta una generazione: Iceberg Slim, pseudonimo dell'afroamericano Robert Beck, considerato uno dei padri della urban fiction, letteratura di strada che nasce dalla strada.

Iceberg Slim: Portrait of a Pimp. DocumentarioL'esperienza letteraria di Iceberg Slim, non troppo diversa da quella di Edward Bunker, fu quella di restituire la sua vita turbolenta (e criminale) in un linguaggio vulcanico, crudo, violento, eppure poetico e sempre autentico, in un paesaggio popolato da puttane, sfruttatori, disperati, realizzando dei capolavori innovativi, pur non nascendo scrittore: anzi, nasce povero e senza alcuna risorsa in un ghetto di Chicago, figlio di una cameriera e di padre ignoto. Eroinomane, giovanissimo scopre di avere un vero talento per una professione redditizia: e diventa uno dei più noti magnaccia del Midwest.

Il modo in cui diventa uno scrittore è davvero romanzesco: dopo nove anni di carcere, ripulito, diventerà un disinfestatore, che un giorno, impegnato a liberare dagli scarafaggi l'appartamento di un professore universitario, viene convinto a pubblicare la sua autobiografia.

Leggere per credere, tra i suoi romanzi, la cosiddetta "trilogia del ghetto": Pimp: The Story Of My Life, Trick Baby e Mama Black Widow, tradotti in italiano come Il Pappa, Trick Baby -  La storia di un negro bianco e Black Mama. La vedova nera, editi il primo da Guanda (e purtroppo fuori catalogo) gli altri due da Shake Edizioni. Da Trick Baby è stato già tratto un film nel 1972, diretto da Larry Yust; e un nuovo lungometraggio dovrebbe essere realizzato a partire da Mama Black Widow, diretto da Marshall Tyler, regista di video e documentari musicali.

Iceberg SlimOggi Ice-T ha prodotto Iceberg Slim: Portrait of a Pimp, un documentario diretto dal suo manager Jorge Hinojosa, già presentato al Toronto Film Festival 2012.

Accanto ai familiari di Iceberg Slim, morto nel 1992 –  Betty, Camille, Diane, Misty – lo ricordano Snoop Dogg, Henry Rollins, Chris Rock, Quincy Jones e altri personaggi profondamente influenzati dalla sua figura e dai suoi romanzi, considerati capitali per i film blaxploitation (deve aver influenzato anche il cinema di Quentin Tarantino) il gangsta rap e la letteratura (Irvine Welsh è tra i suoi ammiratori di sempre). Nel documentario compare lo stesso scrittore, in materiali d'archivio.

L'uscita è prevista on demand su iTunes dal 12 luglio e nelle sale USA dal 19 luglio.
 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *