Hurricane – Allerta Uragano, di Rob Cohen

Il concept è degno dei migliori B movie. Durante un terribile uragano, una banda di ladri professionisti sceglie di svaligiare una riserva del Tesoro americano. Toccherà a un’agente federale agguerrita e ad un sofferente meteorologo impedire che il colpo del secolo vada a buon fine.  E’ chiaro che già nel suo obiettivo primario, quello di fondere (a freddo?) l’heist movie con il genere catastrofico, Hurricane – Allerta Uragano si palesi come una dichiarazione d’intenti rivolta verso il puro intrattenimento.  L’ espediente fracassone e rumoroso sembra ideale per scuotere, senza pretese, un pubblico assuefatto a trame e situazioni, colpendolo con l’esasperazione visiva più che con l’originalità narrativa. Consapevole di muoversi dentro i territori comodi dell’esagerazione fine a se stessa, Rob Cohen, grandissimo artigiano dell’action proletario, si adopera con mestiere, confezionando un prodotto che va dritto al punto. Le potenzialità catastrofiche e violente dei due generi vengono, così, in Hurricane, bilanciate alla perfezione alternandosi tra sparatorie e venti assassini con precisione quasi matematica.

E’ interessante che in mezzo a tanta distruzione, lo script della coppia Windhauser-Dixon (autori di videogiochi e di Dtv testosteronici) tenti, non sappiamo quanto consapevolmente, anche una piccola critica sociale. La sequenza quasi infinita di colpi di scena e tradimenti, serie talmente movimentata da rasentare, anche in un contesto del genere, l’incredibile, è sempre spiegata dalle motivazione dell’affollato gruppo di villain (in cui spicca un sempre mefistofelico Ben Cross). Il gruppo di scassinatori è mosso, più che da un raffinata passione per l’arte di rubare, da un’insaziabile rancore verso le istituzioni, le élite, il governo. La rabbia avida che muove tutti i bad guys, abbrutiti dalla voglia di avere la propria parte del malloppo, li rende se non empatici, almeno verosimili, soprattutto contrapposti a un trio di eroi ingenuo e fuori posto nella sua statica onestà. Questo flebile risvolto sociale, però, è solo una piccola sfumatura in un quadro complessivo più diretto e facile possibile. Hurricane è a tutti gli effetti un giocattolo, costruito ad uso e consumo di un pubblico che sa bene quello che vuole: un divertente e comodo Nulla.

Titolo originale: The Hurricane Heist

Regia: Rob Cohen

Interpreti: Toby Kebbell, Maggie Grace, Ryan Kwanten, Ralph Ineson, Melissa Bolona, Ben Cross, James Cutler, Christian Contreras, James Barriscale

Distribuzione: M2 Pictures, Italian International Film

Durata: 103′

Origine: USA 2018

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *